Gustav Mahler (1860-1911) è un compositore tardo romantico e uno dei principali direttori d'orchestra della sua generazione. Era nato da una famiglia ebrea nel villaggio di Kaliste in Boemia, in quello che allora era l'Impero Austro-Ungarico, oggi Repubblica Ceca.

Come compositore, Gustav Mahler ha agito da ponte tra la tradizione austro-tedesca del XIX secolo e il modernismo del primo Novecento. Mentre nel corso della sua vita il suo status di direttore d'orchestra fu stabilito oltre ogni dubbio, la sua musica acquisì ampia popolarità solo dopo periodi di relativo abbandono che includevano il divieto della sua esibizione in gran parte dell'Europa durante l'era della seconda guerra mondiale.

Gustav Mahler (1860-1911)Sinfonia n. 1 (1889)

L'opera di Gustav Mahler è relativamente piccola; per gran parte della sua vita la composizione è stata necessariamente un'attività part-time mentre si guadagnava da vivere come direttore d'orchestra. A parte i primi lavori come il movimento di un quartetto con pianoforte, composto quando era studente a Vienna, le opere di Gustav Mahler sono progettate per grandi forze orchestrali, cori sinfonici e solisti d'opera.

Gustav Mahler (1860-1911)Sinfonia n. 2 (1894)

Le sue opere furono spesso controverse quando furono eseguite per la prima volta e molte furono lente a ricevere l'approvazione della critica e del pubblico. Alcuni degli immediati successori musicali di Gustav Mahler includevano i compositori della Seconda Scuola Viennese, in particolare Arnold Schoenberg, Alban Berg e Anton Webern.