Concerto 1905 Strasburgo 21-05-1905 - Sinfonia n. 5.

1905 Concerto Strasburgo 22-05-1905.

Il Palais des Fêtes (Palazzo del Festival) è un luogo di musica nel quartiere Neustadt di Strasburgo, nel dipartimento francese del Basso Reno. Costruito per la "Società corale maschile" di Strasburgo (Strassburger Männergesangverein) nel 1903, è stata la principale sala da concerto della città e sede dell'Orchestre philharmonique de Strasbourg fino al 1975. È classificata come monumento storico dal 2007.

Direttori d'orchestra famosi come Gustav Mahler, Richard Strauss, Charles Munch, Bruno Walter, Wilhelm Furtwängler, Herbert von Karajan, Karel Ancerl, Pierre Boulez e Lorin Maazel, tra gli altri, hanno tutti condotto concerti ospiti al Palais.

Il Palais des Fêtes fu costruito come Sängerhaus (casa del cantante) tra il 1901 e il 1903, quando Strasburgo era una città tedesca e la capitale dell'Alsazia-Lorena. È stato uno dei primi edifici di Strasburgo a utilizzare il cemento armato. Sebbene gli architetti Joseph Müller (1863- ??) e Richard Kuder (de) (1852-1912) abbiano scelto uno stile Art Nouveau per l'edificio, l'auditorium principale (con una capacità di 1,080 posti) è stato decorato in un sontuoso neo-barocco stile. L'edificio comprendeva anche un ristorante abbastanza grande da ospitare fino a 300 ospiti.

Il concerto di inaugurazione ebbe luogo il 31 gennaio 1903. Già nel 1904 i locali erano considerati troppo piccoli e nell'attuale rue de Phalsbourg fu aggiunta una nuova storia, compresa una sala prove ora chiamata Salle Balanchine. Un organo a canne è stato installato nella sala principale nel 1909. Opera dei costruttori Dalstein & Hærpfer (de), è stato progettato, come molti altri organi a canne a Strasburgo (ad esempio l'organo a canne del coro della chiesa di Saint-Thomas), secondo principi di Albert Schweitzer.

Sangerhaus.

Sangerhaus.

Anno 1905 22-05-1905. Gustav Mahler nel Sangerhaus1905 Concerto Strasburgo 22-05-1905. Prima dell'installazione dell'organo (1909).

1909 Sangerhaus.

Sangerhaus.

Sangerhaus.

1903 Sangerhaus.

Sangerhaus.

Sangerhaus.

Sangerhaus.

Sangerhaus.

I piani per espandere ulteriormente le dimensioni e la capacità della Sängerhaus aggiungendo una nuova ala nella parte posteriore furono istituiti poco prima della prima guerra mondiale. Strasburgo era di nuovo una città francese quando i lavori furono finalmente condotti. L'architetto Paul Dopff (1885-1965) aggiunse un'ala in uno stile più severo, più vicino all'architettura Beaux-Arts, nel 1921. Quell'ala era incentrata su una grande sala per le prove del coro chiamata Salle de la Marseillaise.

La decorazione interna dell'auditorium principale è stata completamente modificata nel 1933 secondo i principi della Nuova Oggettività. Gli stucchi e i lampadari furono tutti rimossi, la cassa dell'organo perse la maggior parte dei suoi ornamenti. Le altre parti dell'edificio hanno conservato per lo più la loro decorazione e gli elementi in stile Art Nouveau, comprese le vetrate colorate e le maniglie delle porte.

Durante la seconda guerra mondiale, il seminterrato del Palais fungeva da rifugio antiaereo. Sebbene Strasburgo sia stata bombardata più volte nel 1944, il Palais non fu colpito.

Da quando l'Orchestre philharmonique si è trasferita dal Palais des Fêtes al Palais de la musique et des congrès nel 1975, la sede del 1903 è ancora servita per concerti, ma meno frequentemente. È ancora sede di La Philharmonie, un'orchestra semiprofessionale di medie dimensioni fondata nel 1900 che si esibisce tre volte all'anno e occasionalmente ospita jazz, rock, gospel e altri generi musicali non classici. L'ala marsigliese ospita la scuola di balletto comunale (francese: Centre chorégraphique de Strasbourg).

Il Palais des Fêtes è in fase di restauro dal 2012 e fino al 2021. Il restauro è iniziato con l'ala marsigliese, il cui cortile centrale è stato coperto da un tetto in vetro per creare un atrio.

L'ingresso principale al Palais è in rue Sellénick, una strada creata nel 1888 (nome originale: Julianstraße). L'ingresso all'ala posteriore è sul boulevard Clémenceau, una strada creata nel 1881 (nome originale: Steinring). L'intero complesso occupa metà dell'isolato quadrato delimitato (in senso orario) da boulevard Clémenceau, rue Specklin, rue Sellénick e rue de Phalsbourg. Tuttavia, non si distingue in altezza dai suoi immediati dintorni.

L'unico elemento evidente è la torre ottagonale all'angolo tra rues Sellénick e de Phalsbourg, strutturalmente (ma non stilisticamente) vicino alla torre del tribunale di Mulhouse (francese: tribunal d'instance) progettata dagli stessi due architetti e inaugurata nel 1902 .

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: