Corrispondenza a Justine Mahler, 15-08-1891 Frederikshavn

A Justine e altri fratelli -

Frederikshavn (Danimarca), il 15 agosto 1891. Mia cara, gli ultimi tre giorni sono stati i migliori in tutta la rinascita. Ecco gli eventi esterni: ho lasciato Cristo. giovedì presto in treno per Drammen. - Il porto della città mi ha fatto una migliore impressione di quello in lui Ch.

La città si trova su entrambi i lati di un magnifico fiume, che sfocia qui nel fiordo di Christiania, ed è circondato su tutti i lati da colline boscose. Ho subito accelerato il più bello di loro e ho scoperto un intero mondo a sé. Una foresta di alberi che ricopriva le montagne di strane feste, in un momento rocciose, poi paludose, che dovevo affrontare a zig zag. In mezzo alla foresta, completamente appartato, ho trovato un lago che si chiama "Schwarzsee" in tedesco - (Acqua Nera? NT) - Continua, spalancate radure qua e là, che da un lato hanno vista sulla campagna fino al mare, o meglio; porto, e dall'altro alle molte valli e al fiume che le attraversa. Dopo circa cinque ore assolutamente deliziose, avevo ancora tempo prima di fare i modelli in barca per Laurwik. - Ho sfidato il forte vento e la pioggia ed ero in piedi sul ponte - (come al solito per tutto il viaggio), e dopo circa cinque ore siamo arrivati ​​a Laurwik. - Sono andato subito a letto perché la nave per Christiansund dovrebbe salpare la mattina dopo alle 6:00. Questo viaggio attraverso l'arcipelago norvegese è stata la cosa più divertente di tutto il viaggio. Da un lato, avevo le forme di pietra più caratteristiche, e gli affioramenti rocciosi - e le isole - nell'arido, così pieno di alberi, e poi effettivamente bevendt con abitazioni o impianti di riscaldamento. Dall'altro lato c'era l'avventurosa e varia costa norvegese. Ogni tanto si trattava sempre di piccoli tratti di mare aperto! - Il vento soffiava forte, e quando siamo arrivati ​​al largo in mare aperto, lo abbiamo fatto rotolare lungo le onde del Kattegat. In quei momenti, ho lanciato la barca avanti e indietro - per fortuna sono stato risparmiato dal mal di mare. - Tra di noi sulla nave si è rivelato essere un plotone dell '"Esercito della salvezza", otto uomini e altrettante donne in divisa molto particolare e modi altrettanto sconcertanti. Successivamente presero chitarre, violino e tromba e iniziarono a cantare strumenti. - - Quindi sono stato estremamente reattivo. Ho visto che tutti avevano un emblema appariscente (i signori in cappello e le signore di spalla). dove ha detto: "Frölses-Army". - Non potrei saperlo senza chiedere, ma ho il sospetto che provengano dal "famoso Esercito della Salvezza", di cui hai sentito parlare tanto quanto me; vale a dire il nome. Quindi hanno votato per un'ora. Tutti i passeggeri stavano attenti ad ascoltare: bisogna ammettere che diversi vomitarono oltre la falchetta, poiché la nave rotolò su e giù per le onde. Alla fine, hanno assistito al canto, donne con voci sottili e uomini arrugginiti. Era abbastanza ovvio che non conoscevano né il testo né la melodia, quindi presero il controllo a turno, quelli che conoscevano il sequel, era per lo più una sorta di canto antifonale. Quattro donne e un uomo costituivano l'orchestra: le prime tre suonavano la chitarra e il violino e l'ultima tromba. La cosa sorprendente è che il violinista si è tenuto al centro dell'arco. - La canzone era una strana ballata con testo sacrale, e capivo solo le parole "Jesus Christus" e "Portugal". Siamo arrivati ​​a Christiansund alle 18:00. - Al mattino, guardò il lungo sole appartato fino a poco dopo il decollo. - Quando ci siamo portati lì, abbiamo visto la flotta francese. Dopo due ore a terra, riprese a bordo e attraversò il temuto Skagerrak fino a Fredrikshavn.

- Direttamente in città, e poi un piccolo viaggio. - Che contrasto - miriade infinita, un contadino qua e là - un mulino a vento, una casa - e oltre: il mare aperto. Ho camminato e camminato e sono arrivato in una specie di parco che ha suscitato il mio interesse e sono arrivato: un cimitero. Sono andato in giro e ho trovato l'ispirazione considerando tutto ciò che era successo qui prima del mio tempo. - Sia nelle alte montagne norvegesi che nella brughiera dello Jutland - la fine è la stessa. - - Ca 5:00 pericoli continuo con il treno - Adesso, casa del Mare del Nord via Sylt e Helgoland.

I migliori auguri a tutti da Gustav

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: