Abbazia (Opatija, Opatje, Sankt Jakobi) è una città nella contea di Primorje-Gorski Kotar nella Croazia occidentale. La tradizionale località balneare sul Golfo del Quarnero è nota per il suo clima mediterraneo e per i suoi edifici storici che ricordano la Riviera austriaca.

Opatija si trova a 18 km (11 miglia) a sud-ovest del capoluogo regionale Rijeka, a circa 90 km (56 miglia) da Trieste in treno e 82 km (51 miglia) da Pola su strada. La città si trova geograficamente sulla penisola istriana, anche se non nella contea istriana. La località turistica è situata sul Golfo del Quarnero, parte della costa adriatica, in una posizione riparata ai piedi del massiccio dell'U? Ka, con il picco Vojak che raggiunge un'altezza di 1,401 m (4,596 piedi). 

Città dell'Abbazia.

La città è una rinomata località estiva e invernale, con temperature medie di 10 ° C in inverno e 32 ° C in estate. Opatija è circondata da bellissimi boschi di alloro. L'intera costa del mare a nord e sud di Opatija è rocciosa e pittoresca e contiene diverse località invernali più piccole.

La storia moderna della città inizia nel 1844, quando Iginio Scarpa (1794-1866), un ricco mercante di Fiume, fece costruire il maniero di Villa Angiolina in un vasto parco, ricevendo ospiti illustri come Ban Josip Jela? I ?. Nel 1873 la compagnia austriaca delle Ferrovie meridionali di Vienna aprì la diramazione da Pivka a Rijeka attraverso la vicina Matulji e aprì così la strada per lo sviluppo del turismo a Opatija e nella vicina Lovran.

Nel 1882, la compagnia ferroviaria acquistò la Villa Angiolina, dove ospitò la coppia del principe ereditario Rudolf e Stéphanie. All'epoca Friedrich Julius Schüler (1832–1894), amministratore delegato delle Ferrovie meridionali, iniziò la costruzione dell'Hotel Quarnero (Kvarner Hotel) e dell'Hotel Kronprinzessin Stephanie (l'attuale Hotel Imperial), e fu anche responsabile il lungomare e i parchi unici (la Società ha ingaggiato Carl Schubert, direttore della Società imperiale-reale viennese per la costruzione dei parchi). La Villa Angiolina fu poi gestita dalla Compagnie Internationale des Wagons-Lits. Nel Parco Angiolina oggi si trova il busto di Schüler, opera dello scultore Hans Rathausky.

Città dell'Abbazia.

Nel 1887, Heinrich von Littrow fondò a Opatija (fondato nel giugno / luglio 1886) l '"Union Yacht Club Quarnero", il primo club velico sulla costa adriatica. Nel 1889 il governo cisleitano dichiarò ufficialmente l'Abbazia (Opatija) la prima stazione balneare climatica (Seebad) della Riviera austriaca, rivaleggiata da Brioni, Duino, Grado e Portorose. Dopo gli alberghi, iniziò la costruzione di ville, per le esigenze degli ospiti nobili più esigenti.

La prima Villa Amalia, nelle immediate vicinanze dell'Hotel Quarnero, fu costruita nel 1890 come dependance dell'hotel. La prima guida di Opatija fu pubblicata nel 1883 a Vienna con il titolo Abbazia, Idylle von der Adria. Lo stesso anno vide la pubblicazione di Abbazia und seine Umgebung di Heinrich Noe, che nel 1884 pubblicò il suo Tagebuch aus Abbazia (Diario da Opatija). Joseph Rable pubblicò Curort und Seebad Abbazia (Spa e spiaggia balneare a Opatija) e Peter von Radics scrisse una guida intitolata semplicemente Abbazia.

Città dell'Abbazia.

Nel 1908 fu aperta una linea tramviaria, che dalla stazione di Matulji lungo la costa via Opatija fino a Lovran nel sud. Opatija è meglio conosciuta al giorno d'oggi come sede di un torneo di scacchi dedicato al Gambetto del Re nel 1912. L'imperatore austriaco Francesco Giuseppe I trascorreva qui diversi mesi durante l'inverno. Qui incontrò l'imperatore tedesco Guglielmo II il 29 marzo 1894; altre teste coronate in cerca di relax includevano l'imperatrice Elisabetta d'Austria e l'imperatrice tedesca Augusta Vittoria, il re Carol I di Romania e la sua consorte Elisabetta, il re Giorgio I di Grecia, il re Alberto di Sassonia, il granduca Guglielmo IV di Lussemburgo e il principe Nikola I Petrovi ? -Njegoš. Molti degli hotel e delle ville di lusso della fine del XIX secolo sono sopravvissuti fino ai giorni nostri.

Città dell'Abbazia.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: