Indirizzo: Simmeringer Hauptstrasse 230-244, Vienna 1110, Austria.

Lo Zentralfriedhof (Cimitero centrale, Zentral Friedhof) è uno dei più grandi cimiteri del mondo, il più grande per numero di sepolti in Europa e il cimitero più famoso tra i quasi 50 cimiteri di Vienna.Il nome del cimitero è descrittivo del suo significato come il più grande cimitero di Vienna, non della sua posizione geografica, in quanto non si trova nel centro cittadino della capitale austriaca, ma in periferia, nel quartiere periferico di Simmering.

Riferimento: Gustav Mahler (1860-1911) (GM).

Ci sono 4 cimiteri (da sinistra a destra, da est a ovest, lungo la Simmeringer Hauptstrasse):

Cimitero 4: Nuovo cimitero ebraico (Porta 4)

Cimitero 3: Cimitero evangelico (Porta 3)

Cimitero 2: Cimitero centrale (Gate 2)

Morto prima Gustav Mahler (1860-1911) sono nato:

Morto durante la vita di Gustav Mahler (1860-1911):

Morto dopo la morte di Gustav Mahler (1860-1911):

Cimitero 1: Vecchio cimitero ebraico (Porta 1)

Cimitero centrale. Situazione generale. Dai cancelli 4, 3, 2 e 1 entri Meridionale direzione. Porta con te mappe e bussola. Molto disteso.

Vienna, Cimitero centrale, Panoramica della mappa 4 cimiteri da sinistra a destra: 

  • Cimitero 4: Nuovo cimitero ebraico (Porta 4).
  • Cimitero 3: cimitero evangelico (Porta 3).
  • Cimitero 2: Cimitero centrale (Gate 2).
  • Cimitero 1: Vecchio cimitero ebraico (Porta 1).

Vienna, Cimitero centrale, Mappa 1/2 cimitero 4: Nuovo cimitero ebraico (Porta 4).

Vienna, Cimitero centrale, Mappa 2/2 cimitero 4: Nuovo cimitero ebraico (Porta 4).

Vienna, Cimitero centrale, Mappa cimitero 3: cimitero evangelico (ora Porta 3).

Vienna, Cimitero centrale, Mappa cimitero 2: cimitero centrale (Gate 2).

Vienna, Cimitero centrale, Mappa cimitero 1: Vecchio cimitero ebraico (Porta 1).

Vienna, Cimitero centrale, Mappa cimitero 1: Vecchio cimitero ebraico (Porta 1).

A differenza di molti altri, il cimitero centrale di Vienna non è uno che si è evoluto lentamente con il passare del tempo. La decisione di stabilire un nuovo, grande cimitero per Vienna arrivò nel 1863 quando divenne chiaro che, a causa dell'industrializzazione, la popolazione della città sarebbe aumentata a tal punto che i cimiteri comunali esistenti si sarebbero rivelati insufficienti.

I dirigenti della città si aspettavano che Vienna, allora capitale del grande impero austro-ungarico, sarebbe cresciuta fino a raggiungere i quattro milioni di abitanti entro la fine del XX secolo, poiché nessuno prevedeva il crollo dell'Impero nel 20. Il consiglio comunale assegnò quindi un'area significativamente al di fuori del i confini della città e di una dimensione così gigantesca, che basterebbe ancora per molto tempo. Decisero nel 1918 che una zona pianeggiante a Simmering dovesse essere il sito del futuro Zentralfriedhof. Il cimitero è stato progettato nel 1869; secondo i piani degli architetti paesaggisti di Francoforte Karl Jonas Mylius e Alfred Friedrich Bluntschli premiati per il loro progetto per angusta ad augusta (dal terribile al sublime).

Inaugurato il giorno di Ognissanti 1874, lontano dai confini della città di Vienna. Tuttavia la consacrazione del cimitero non fu priva di controversie: il carattere interconfessionale del nuovo cimitero - i diversi gruppi di fede sepolti sullo stesso terreno - incontrò una feroce resistenza, ovviamente, specialmente nei circoli conservatori della Chiesa cattolica romana.

Questo argomento divenne ancora più aggressivo quando la città annunciò che non voleva un'apertura cattolica ufficiale del nuovo cimitero, ma diede una notevole quantità di denaro per la costruzione di una sezione ebraica segregata. Alla fine, i gruppi hanno raggiunto un accordo ei rappresentanti cattolici hanno aperto lo Zentralfriedhof con una piccola cerimonia, astenendosi da un grande spettacolo pubblico. Così il nuovo cimitero fu inaugurato quasi inosservato nelle prime ore del mattino del 31 ottobre 1874, dal sindaco di Vienna il barone Cajetan von Felder e dal cardinale Joseph Othmar Rauscher per evitare un'escalation della polemica pubblica.

L'inaugurazione ufficiale del Cimitero Centrale è avvenuta il giorno successivo. La prima sepoltura fu quella di Jacob Zelzer, seguita da altri 15 quel giorno. La tomba di Jacob Zelzer esiste ancora vicino all'edificio amministrativo presso il muro del cimitero.

Il cimitero si estende per 2.5 km2 (620 acri) con 330,000 sepolture e fino a 25 sepolture al giorno. È anche il secondo cimitero più grande, dopo i 4 km2 (990 acri) del cimitero di Ohlsdorf di Amburgo, il più grande d'Europa per numero di sepolture e area.

Ehrengräber (tombe onorarie)

Nelle sue prime incarnazioni, era così impopolare a causa della distanza dal centro della città che le autorità dovevano pensare a come renderlo più attraente - da qui lo sviluppo delle tombe onorarie o Ehrengräber come una sorta di attrazione turistica.

Vienna è una città della musica da tempo immemorabile e il comune ha espresso gratitudine ai compositori concedendo loro tombe monumentali. Sono sepolti nello Zentralfriedhof notabili come Ludwig van Beethoven; Franz Schubert, trasferito in città nel 1888; Johannes Brahms; Antonio Salieri; Johann Strauss II e Arnold Schoenberg. Un cenotafio onora Wolfgang Amadeus Mozart, sepolto nel vicino cimitero di St. Marx.

Il carattere interconfessionale

Oltre alla sezione cattolica, il cimitero ospita un cimitero protestante (aperto nel 1904) e due cimiteri ebraici.

Sebbene la più antica delle due, fondata nel 1863, sia stata distrutta dai nazisti durante la Notte dei Cristalli, circa 60,000 tombe rimangono intatte. I registri del cimitero indicano 79,833 sepolture ebraiche al 10 luglio 2011. Le sepolture di spicco qui includono quelle della famiglia Rothschild e quella dell'autore Arthur Schnitzler.

Il secondo cimitero ebraico fu costruito nel 1917 ed è ancora in uso oggi. C'erano 58,804 sepolture ebraiche nella nuova sezione al 21 novembre 2007. I funzionari hanno scoperto la profanazione di 43 tombe ebraiche nelle due sezioni ebraiche il 29 giugno 2012, presumibilmente come atto antisemita - le pietre e le lastre sono state rovesciate o danneggiate.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: