• Palais / Palazzo Wittgenstein.
  • Alleegasse n. 4, oggi Argentinierstrasse n. 16. Distretto IV.
  • Costruito 1871-1873
  • Demolito 1950
  • Architetto Friedrich Schachner.
  • Primo proprietario Pranter (imprenditore), secondo proprietario Karl Wittgenstein (1847-1913)

La famiglia ha ospitato piccoli spettacoli musicali privati ​​con molti dei migliori musicisti della città. Gustav Mahler era un ospite frequente a casa dei Wittgenstein.

Il Palais Wittgenstein in Alleegasse (ora Argentina Street 16) nel 4 ° distretto di Vienna Wieden fu costruito dall'architetto Friedrich Schachner per un costruttore di nome Pranter nel 1871-1873. Ben presto divenne proprietà dell'industriale dell'acciaio Karl Wittgenstein. Karl Wittgenstein, originario di una famiglia ebrea ma cresciuto come protestante, era il padre di nove figli, tra cui il filosofo Ludwig Wittgenstein e il pianista Paul Wittgenstein. Si ritirò dalla vita lavorativa al culmine del suo successo e poi lavorò principalmente come sponsor delle arti, come il Vienna Secessione (associazione) e Wiener werkstatte.

Hermine Wittgenstein (1874-1950), figlia nubile di Karl e sorella del filosofo e pianista, è stata l'unica proprietaria della casa dall'inizio degli anni '1930, dopo la morte di Karl Wittgenstein (1913). Il palazzo splendidamente decorato è sopravvissuto alla guerra praticamente senza danni, tuttavia sono intervenute le autorità del regime NS. Dopo la guerra il proprietario decise di vendere alla Banca di Stato austriaca. Quest'ultimo fece demolire il palazzo negli anni '1950 e costruì al suo posto un edificio residenziale.

Casa Wittgenstein.

Casa Wittgenstein. Le scale.

Casa Wittgenstein. The Rote Salon. A destra una vetrina Jugendstil e la scultura Kauernde di Max Klinger (1857-1920).

Casa Wittgenstein. Foto: a destra un busto di Beethoven di Max Klinger (1857-1920).

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: