Editori musicali Weinberger

  • Josef Weinberger (1855-1928)
  • Professione: editore musicale.
  • Residenze: Vienna.
  • Relazione con Mahler: editore Gustav Mahlers.
  • Corrispondenza con Mahler:
  • Nato: 00-00-1855 
  • Morto: 08-11-1928. 73 anni.
  • Sepolto: 10-11-1928 Cimitero di Dobling, Vienna, Austria. Tomba 26-4.

Josef Weinberger fondò la sua attività editoriale a Vienna nel 1885. Grazie a un'associazione con Johann Strauss II, iniziò a concedere licenze per spettacoli di operette di Strauss.

Mahler era appena arrivato a Vienna per dirigere l'Hofoper nel 1897 dopo una serie di incarichi di direzione e direzione in tutta la Germania e nell'impero austro-ungarico, quando iniziò un'associazione con Josef Weinberger, che pubblicò una serie dei suoi primi lavori prima di cedere tutti tranne uno (Lieder eines fahrenden Gesellen) al Editori musicali della Universal Edition (UE), che lo stesso Weinberger aveva contribuito a fondare. Il mandato di Mahler all'Hofoper fu caratterizzato da continui attriti e scandali (una caratteristica regolare della vita musicale di Vienna fino ad oggi), ma si distinse per le esibizioni eccezionalmente belle.

Passarono alcuni decenni prima che la musica di Mahler arrivasse a godere del riconoscimento mondiale ora accordato ad essa - in effetti, l'Oxford Companion to Music, fino all'edizione del 1955, osserva con condiscendenza che "le sue sinfonie sono state prese sul serio in Germania e in Olanda".

Le recenti aggiunte al catalogo Weinberger hanno incluso molte delle partiture Retuschen (o ritocchi) di Mahler (vedere la pagina "Mahler Retuschen" per ulteriori informazioni). Le partiture di Retuschen sono opere di altri compositori che sono state modificate per renderle più adatte alle dimensioni della moderna sala da concerto. Questi cambiamenti si basano sulla pratica di lunga data di aumentare il numero di musicisti, creando così un'orchestra più equilibrata. L'intera orchestra di Beethoven non avrebbe avuto una sezione d'archi particolarmente ampia e Mahler aumentò il numero di musicisti a sessanta. Gli strumenti a fiato e ottoni del suo tempo non erano così potenti o tecnicamente avanzati come le loro controparti moderne, quindi aumentò il loro numero proporzionalmente per adattarsi alla sua intera sezione di archi.

Molte delle partiture di Retuschen vengono eseguite ampiamente oggi, tra cui Die Drei Pintos di Weber e le quattro sinfonie di Schumann. Le partiture nel catalogo Weinberger includono la terza, la quinta, la settima e la nona sinfonie di Beethoven (quest'ultima ha ricevuto recenti interpretazioni a Vienna, in Germania e nel Regno Unito), così come la sua seconda e terza apertura di Leonore, la sposa barattata di Smetana e le aperture di Manfred di Schumann. Le partiture di Retuschen vengono modificate per l'esecuzione e la pubblicazione dallo studioso di Mahler, il dott. David Pickett. 

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: