Gustav Mahler a bordo

Gustav Mahler a bordo al pianoforte

Piroscafo SS Kaiser Wilhelm II

  • Nome: SS Kaiser Wilhelm II.
  • Namesake: Wilhelm II, imperatore tedesco.
  • Operatore: Norddeutscher Lloyd.
  • Porto di immatricolazione: Impero tedesco Germania.
  • Tratta: Germania-New York City.
  • Costruttore: AG Vulcan, Stettino, Germania.
  • Lanciato: 12 agosto 1902.
  • Completato: 1903.
  • Viaggio inaugurale: 14 aprile 1903.
  • Destino: sequestrato dagli Stati Uniti, 6 aprile 1917.

La SS Kaiser Wilhelm II, che prende il nome dall'imperatore tedesco, era una nave passeggeri da 19,361 tonnellate lorde costruita a Stettino, in Germania, completata nella primavera del 1903. La nave fu sequestrata dal governo degli Stati Uniti durante la prima guerra mondiale, e successivamente servì da trasporto nave. Una famosa fotografia scattata da Alfred Stieglitz intitolata The Steerage e le descrizioni delle condizioni di viaggio nella classe più bassa sono in conflitto con la sua altrimenti sfarzosa reputazione di transatlantico di alta classe e ad alta velocità.

Progettato per il servizio transatlantico ad alta velocità, Kaiser Wilhelm II vinse il nastro blu per la traversata in direzione est più veloce nel 1904. Negli anni prima dello scoppio della prima guerra mondiale, fece viaggi regolari tra la Germania e New York, trasportando passeggeri entrambi prestigiosi ( in prima classe) e redditizio (nella direzione molto più austera).

SS Kaiser Wilhelm II.

Nel 1902, la compagnia di navigazione con sede a Brema del Norddeutscher Lloyd (Lloyd della Germania settentrionale) era nel bel mezzo di un grande progetto. Era iniziato nel 1890, quando il Kaiser tedesco decretò che voleva che la Germania fosse la prima potenza in alto mare. Ciò portò Norddeutscher Lloyd a commissionare quello che sarebbe stato il primo piroscafo a quattro canne al mondo: il Kaiser Wilhelm der Grosse del 1897. Questa nave non era solo stata la più grande del suo tempo, ma anche la più veloce, come dimostrò catturando l'ambita Blue Riband del Cunarder Lucania. La Gran Bretagna, che fino a questo evento era stata la suprema sulle onde del mondo, è rimasta indietro in uno stato di shock. Ci vollero dieci anni prima di poter passare ancora una volta i tedeschi con navi britanniche.   

Quindi, quando iniziò il XX secolo, le principali navi del Nord Atlantico erano tedesche. Il grande successo della Kaiser Wilhelm der Grosse portò presto un'altra compagnia tedesca, la Hamburg-Amerika Line (HAPAG), a ordinare la propria nave supersportiva. Introdotta nel 20, questa nave si chiamava Deutschland e la sua missione era quella di vincere il nastro blu dal Kaiser Wilhelm der Grosse. Ci è riuscita, ma a un prezzo molto alto. I grandi motori che fornivano la sua potenza alla Deutschland la facevano anche vibrare e tremare violentemente durante il vapore ad alta velocità. Tuttavia, era ancora la regina della velocità del Nord Atlantico. 

SS Kaiser Wilhelm II.

Ma in seguito HAPAG non gestirà mai un titolare del nastro blu. L'amministratore delegato della compagnia, Albert Ballin, ha deciso di optare per navi grandi e confortevoli piuttosto che veloci. 

Ma il consiglio del Norddeutscher Lloyd la pensava diversamente. Il loro scopo era ancora quello di possedere e gestire le navi più veloci del Nord Atlantico. Pertanto, hanno presto ordinato una seconda nave come complemento del Kaiser Wilhelm der Grosse. Prende il nome dal principe ereditario di Germania, questa seconda nave è stata chiamata Kronprinz Wilhelm. Decorata in stile con il suo predecessore, la Kronprinz è diventata un grande successo sotto tutti gli aspetti tranne uno: la sua velocità. Sebbene abbia battuto il tempo record della Germania in direzione ovest, la nave HAPAG è riuscita presto a migliorare il tempo e riconquistare gli onori. Il Kronprinz Wilhelm aveva fallito nella sua ricerca della velocità. 

Tuttavia, i due quattro stacker Norddeutscher Lloyd hanno riscosso un grande successo tra il pubblico itinerante. La classe superiore li apprezzò per le loro splendide e lussuose decorazioni, e le persone non così finanziariamente indipendenti che viaggiavano in timoneria prediligevano navi con molti imbuti. L'opinione generale all'interno di questo gruppo sociale era che più incanalamenti aveva una nave, più era sicura. Cosa potrebbe esserci di più sicuro per attraversare l'Atlantico, di una massiccia nave con quattro grandi fumaioli? 

Il mercato europeo degli emigranti era in piena espansione e presto per Norddeutscher Lloyd fu chiaro che un'altra grande nave sarebbe stata una mossa intelligente da fare in questi tempi di benessere economico. Così si sono rivolti ancora una volta ai cantieri navali Vulkan di Stettino, che in precedenza avevano costruito sia il Kaiser Wilhelm der Grosse e il Kronprinz Wilhelm, sia il Deutschland. 

SS Kaiser Wilhelm II.

Presto furono avviati i lavori per completare la terza nave per unirsi al gruppo di piroscafi rapidi di NDL. Le prime due sorelle erano state abbastanza simili per aspetto, lunghezza e stazza, ma la nuova nave sarebbe stata considerevolmente più grande dei suoi fratelli maggiori. In effetti, la Kaiser Wilhelm II è stata la prima nave tedesca a superare le dimensioni del famoso Great Eastern. Ma, sebbene circa 50 piedi più lunga e 5,000 tonnellate più grande, assomigliava ancora molto ai suoi futuri compagni di corsa. Proprio come sul Kaiser e sul Kronprinz, gli imbuti sulla nuova sorella erano raggruppati in due coppie distintive. Questa caratteristica era ormai diventata un po 'un marchio tedesco nell'Atlantico settentrionale. 

Il 12 agosto 1902, l'ultima aggiunta alla flotta NDL fu lanciata e battezzata Kaiser Wilhelm II, in onore dell'attuale monarca della Germania. Il varo è andato senza contrattempi e una gigantesca squadra di falegnami, elettricisti, idraulici e altri operai potrebbe ora iniziare il compito di allestire la nave. L'uomo che aveva progettato gli interni sia del Kaiser Wilhelm der Grosse che del Kronprinz Wilhelm fu scelto anche per la decorazione del Kaiser Wilhelm II. Il suo nome era Johannes Poppe. Come da tradizione con il suo lavoro sui precedenti Norddeutscher Lloyd-Liners, Poppe ha creato un ambiente circondato da così tanto lusso che alcuni pensavano che fosse troppo. Utilizzando materiali come legni pregiati e marmo, Poppe ha progettato aree pubbliche ariose con soffitti alti e ricchi intagli decorati. Il risultato è stato una nave che ha superato la sorella maggiore, almeno per quanto riguarda gli interni. 

Ma la questione della velocità del Kaiser Wilhelm II rimaneva ancora. Dopo che il Kronprinz Wilhelm non riuscì a riconquistare il nastro blu per il Norddeutscher Lloyd, ogni speranza ora era nella nuova nave. 

SS Kaiser Wilhelm II.

SS Kaiser Wilhelm II.

Otto mesi dopo il suo varo, il Kaiser Wilhelm II era stato equipaggiato ed era pronto per il suo viaggio inaugurale. Il 14 aprile 1903, lasciò Brema con New York come destinazione finale, facendo scalo a Southampton e Cherbourg lungo la strada. Ma coloro che avevano in mente un incrocio record presto tutte le loro speranze sono state deluse. Con una velocità di servizio di circa 23 nodi, il Kaiser Wilhelm II non poteva ancora eguagliare la velocità media in direzione ovest di 23.15 nodi della Deutschland. 

Un'altra delusione con il nuovo Kaiser Wilhelm II era che lei, come la Deutschland, aveva la tendenza a vibrare quando stava fumando ad alta velocità. Nel 1904, per tentare di rimediare a questo guasto, la nave ricevette un nuovo set di eliche. Fortunatamente per il Norddeutscher Lloyd, i problemi di vibrazione sul Kaiser Wilhelm II non erano gravi come quelli sulla Germania. Le nuove eliche non solo hanno ridotto notevolmente le vibrazioni, ma hanno anche reso la nave più scorrevole e regolare. 

Una volta risolto il problema delle vibrazioni, la ricerca del nastro blu era di nuovo iniziata. Nel giugno 1904, il Kaiser Wilhelm II riuscì a stabilire un nuovo record in direzione est con una velocità media di 23.58 nodi. La battaglia fu così parzialmente vinta, ma la nave non avrebbe mai avuto il record in direzione ovest: sembrava che semplicemente non fosse all'altezza della prova delle condizioni su una traversata in direzione ovest. Tuttavia, il suo record diretto a est non sarebbe stato minacciato fino all'arrivo della Lusitania di Cunard nel 1907. 

Tuttavia, essendo una delle navi più grandi e veloci del mondo, guadagnò la fama dell'Imperatore Guglielmo II e divenne una parte popolare del trio di navi da trasporto espresso del Norddeutscher Lloyd. - è stato consegnato dai cantieri navali di Vulkan. Queste quattro navi si erano presto guadagnate una reputazione di grandezza, affidabilità e soprattutto velocità. Non ci volle molto prima che diventassero comunemente noti come "I quattro volantini". 

In stile con altri transatlantici tedeschi, "grandezza" era un eufemismo quando si descrivevano gli interni del Kaiser Guglielmo II. Il ristorante di prima classe è salito su tre ponti.  

SS Kaiser Wilhelm II. Cenare.

Godendo di questa grande reputazione, il Kaiser Wilhelm II continuò a servire il Norddeutscher Lloyd sulla rotta del Nord Atlantico. Non era solo una delle navi più grandi e veloci in alto mare, sembrava che fosse stata benedetta da una grande fortuna, poiché raramente era coinvolta in incidenti. Tuttavia, nel 1907 dovette essere ritirata dal servizio per diversi mesi dopo essere affondata al suo molo a Bremerhaven durante le operazioni di carbone. Dopo le riparazioni, la nave era di nuovo in fuga. Non soffrì più di sfortuna fino al giugno 1914, quando fu coinvolta in uno scontro che provocò la sua assenza dalle onde all'inizio dell'estate di quell'anno. 

Il 28 luglio 1914, il Kaiser Wilhelm II partì per quella che sarebbe stata la sua ultima traversata commerciale. Durante il viaggio verso New York, in Europa scoppiò la prima guerra mondiale. Questa guerra era stata anticipata da un po 'di tempo e la maggior parte delle nazioni aveva fatto costruire le proprie navi pensando a un possibile conflitto. Quasi tutti i piroscafi più grandi erano stati costruiti in modo che in caso di ostilità potessero contribuire in un modo o nell'altro allo sforzo bellico. 

Ma lo scoppio della guerra arrivò in un momento molto brutto per la Germania. Non molte delle navi della nazione sono riuscite a tornare in Germania per la conversione, e sono state invece internate in porti stranieri. Una delle perdite maggiori è stata sicuramente il nuovissimo Vaterland da 54,000 tonnellate di HAPAG, internato a New York. Ma anche due navi del quartetto espresso Norddeutscher Lloyd si trovarono presto in mani straniere. La Kronprinzessin Cecilie è stata internata nel porto di Boston dopo una drammatica partita a nascondino sul Nord Atlantico, e il Kaiser Wilhelm II è stato trattenuto nel suo molo NDL a Hoboken, nel New Jersey. 

SS Kaiser Wilhelm II. Parlor.

E nel New Jersey è rimasta, i tedeschi probabilmente hanno capito che un porto americano era un posto abbastanza sicuro per una delle loro navi più belle. Ma dopo tre anni di combattimenti in Europa, gli Stati Uniti entrarono in guerra. Questo è stato davvero un colpo terribile per la Germania, che ora ha visto tutte le loro navi internate dagli americani sequestrate e usate contro di loro. Il Kronprinz Wilhelm era ormai stato internato anche negli Stati Uniti dopo una fortunata crociera nei mari. 

Il Kaiser Wilhelm II non faceva ovviamente eccezione alle regole di guerra. Nell'aprile 1917 fu sequestrata per essere utilizzata come trasporto di truppe e fu ribattezzata USS Agamemnon per questo scopo. Ora combattendo i suoi creatori dalla parte dei loro nemici, ha iniziato a svolgere compiti di truppa tra America ed Europa. Ma ormai sembrava che avesse iniziato a soffrire di sfortuna. Nell'ottobre 1917, mentre prendeva parte a un convoglio di truppe da New York a Brest, la Agamennone fu colpita a mezza nave dalla nave gemella Kronprinz Wilhelm, che era stata ribattezzata USS Von Steuben. Quattro mesi dopo, affondò di nuovo al suo molo durante il rifornimento. Ma i suoi servizi come nave militare erano assolutamente necessari, e questa volta tornò in servizio nel giro di pochi giorni. 

Continuando a servire gli alleati come trasporto di truppe, l'Agamennone sarebbe presto stato coinvolto in altri incidenti. Quasi riluttante a tagliare i suoi legami con le sue sorelle, la Agamennone fu nuovamente coinvolta in un incidente con un altro ex di linea espresso dell'NDL nel giugno 1918, questa volta con l'ex Kronprinzessin Cecilie, che era stata ribattezzata USS Mount Vernon. Con più di 5,000 persone a bordo, l'Agamennone e il Monte Vernon si sono quasi scontrati l'uno con l'altro durante la notte. Tuttavia la collisione è stata evitata all'ultimo minuto e le due navi hanno potuto continuare i loro compiti di guerra. Successivamente l'Agamennone dovette essere rimessata per due mesi per riparazioni, dopo aver subito danni in mare mosso.

Nella prima guerra mondiale, il Kaiser Wilhelm II fu ribattezzato Agamennone e utilizzato dagli Alleati nella battaglia contro i suoi creatori. 

SS Kaiser Wilhelm II. 

Nel 1919 la guerra era finalmente finita. La Germania era stata sconfitta e i signori della guerra vittoriosi avevano emesso la loro condanna incondizionata. L'intera flotta mercantile tedesca fu data via come riparazione di guerra per navi affondate. Solo la vecchia regina della velocità Deutschland rimase in mano tedesca, ma questo perché le condizioni in cui si trovava - non c'era nessuno che la volesse. 

Le tre sorelle Agamennone, Mount Vernon e Von Steuben furono tutte affidate allo United Stated Shipping Board. L'Agamennone è stata utilizzata per i viaggi di rimpatrio fino al 1920, ma poi per lei non c'è stato alcun compito ed è stata abbandonata insieme al Mount Vernon nel fiume Patuxent, nelle backwaters della baia di Chesapeake. 

SS Kaiser Wilhelm II. Salone. Vedere: 1910 Westbound 18-10-1910 fino al 25-10-1910 SS Kaiser Wilhelm II - Concert 24-10-1910 (piano).

Là le due navi rimasero negli anni. Entrambe erano state colpite duramente durante la guerra e nessuna delle due navi era in condizioni molto favorevoli. Eppure c'erano ancora piani per un ulteriore servizio per gli ex tedeschi. Alcuni hanno ritenuto che potessero essere rinnovati e utilizzati ancora una volta come navi passeggeri. Altri volevano persino convertire le due sorelle in rivoluzionarie navi diesel, ma nessuno di questi piani è mai stato realizzato. Invece le due navi rimasero a terra dov'erano.  

SS Kaiser Wilhelm II. Sala da pranzo per bambini.

Quello che seguì fu un periodo lungo e tranquillo nel limbo. Le due navi giacevano fianco a fianco nel fiume Patuxent e non si riuscì a trovare lavoro per loro. In questo periodo l'Agamennone fu ribattezzato Monticello. Fu solo nel 1940 che tornarono ad essere oggetto di discussione. Ormai la seconda guerra mondiale infuriava in Europa, e le due ex navi di linea tedesche furono offerte alla Gran Bretagna per essere utilizzate come trasporto di truppe. Le truppe erano davvero un disperato bisogno, ma a causa della loro vecchiaia e delle somme costose che sarebbero state necessarie per renderle idonee alla navigazione, gli inglesi rifiutarono. Con quest'ultimo possibile utilizzo fuori dall'immagine, restava solo una cosa da fare. 

Nello stesso anno, l'ex Kaiser Wilhelm II e Kronprinzessin Cecilie furono venduti alla Boston Iron & Metal Co. di Baltimora per la rottamazione. Il loro ultimo viaggio sarebbe stato rimorchiato a Baltimora, dove sono stati successivamente separati. 

Anno 1910BremerhavenSS Kaiser Wilhelm II.

1900. Norddeutscher Lloyd Brema

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: