Guida all'ascolto - Movimento 2: Andante moderato

Trascrizione

È ovvio fin dall'inizio che la caricatura del movimento dello scherzo è la marcia del primo movimento. Ma drammaticamente va ben oltre, Mefistofele e il mimetismo del fausto e dell'eroismo, che durante la sezione di sviluppo dei primi movimenti diventa il punto focale dello scherzo, se non la sua ragion d'essere. La marcia eroica del primo movimento è fatta suonare goffa e sfigurata spostando l'accento su un tempo insolito e riconvertendo il suo metro dal quarto al triplo. Durante i movimenti dello scherzo ai trii, questo ritmo di marcia perverso è ulteriormente distorto, trattato come musica da ballo che evoca un'immagine del puro matrimonio di Mefistofele intorno al palco, mentre segna il portamento fiero dell'eroe, ritmi punteggiati tagliati, diapositive grottesche di una super ottava e gli ottoni e il motivo della danza del diavolo, che rappresentano tutti i demoni interiori degli eroi, ritornano qui come elementi principali. Ha revisioni, distorsioni goblinesche e scosse spaventose negli ottoni, combinate con figure note di grazia tremolanti e trilli diabolici nei fiati per evocare un'immagine satanica della parte inferiore del personaggio degli eroi, la coda della catastrofe profetizzata. Il contrasto tra la marcia contorta e brutalizzata delle sezioni così spaventate e poi la musica dance medic rococò dei trii è reso ancora più cupo dai toni dolenti del motivo del destino degli accordi. Alcuni hanno chiamato il movimento della danza della morte, seguendo il suggerimento quasi nei ricordi, che nonostante le estati relativamente felici dal 1903 al 1904, quando fu scritta la sinfonia, Mahler fu consumato da pensieri di morte, ma l'effetto immediato della musica ciò che emerge dalle sue cupe contemplazioni non è terrificante né orribile. Mefistofele non ha bisogno di spaventare Faust per sconfiggerlo, ha solo bisogno di mostrargli che il suo potere e il suo coraggio sono semplici atteggiamenti assurdi. Quindi, in questo movimento, si può immaginare l'abile agente del Diavolo che svolazza e si pavoneggia sul palco mentre segna l'eroe per il suo eroismo. Una scena che Redlich paragona a uno spettacolo di burattini a mezza luna. Gabriele angle si riferiva a gargoyle che sbirciavano negli angoli bui pervasi da un'atmosfera torbida, persino la fantasticheria dell'innocenza perduta invocata durante i passaggi del ponte corale del primo movimento come una qualità picaresca quando evocata nel primo trio.
Psicologicamente, la congiunzione dei primi due movimenti dimostra un acuto senso di autocomprensione e percezione della profondità, a livello concettuale, lo scherzo rappresenta una risposta nichilista agli aspetti positivi e creativi della vita umana. Le due sezioni del trio contrastano nettamente con la musica spettrale dello scherzo, eppure la loro sostanza musicale è tratta da quest'ultima, sebbene priva di spettrali curry grotteschi e di pungente sarcasmo. Invece, anche il gusto del trio per la delicatezza e la grazia ideniche, la caricatura di Faust di Mefistofele prende una piega diversa. Quello che era un'imitazione rozza e sgradevole nella sezione dello scherzo diventa odiosa parodia e i trii. Faust Nemesis scimmiotta il suo senso di orgoglio, trasformandolo in insensato, impettito e impettito alle sollecitazioni di un delicato e lento proprietario terriero. Lontano da una semplice danza country, questo ländler è modellato su cliché musicali, che rasentano il kitsch, contorto da numerose navi metri, e forti accenti di levare e talvolta interrotto da brevi voli di fantasia, chiaramente inteso come scherno.

A differenza della Quinta Sinfonia scherzo che utilizza anche la musica da ballo come veicolo per la mimica. Nessun muro appare nello scherzo del sesto. Diversi commentatori considerano il trio un ricordo della pace e dell'innocenza dell'infanzia e della vita di campagna, influenzato da semplici melodie popolari ambientate in un'atmosfera relativamente rilassata e piacevole, ma come sottolinea correttamente Mosco Carner, questi elementi sono trattati in modo piuttosto brutale e accurato. , modo efficace. Il cinismo della parodia di Mahler non è meno evidente nei trii che nello scherzo, Alma sosteneva che nei trii nostro marito imitava il vigoroso scherzo dei loro figli, sul lungolago sabbioso della loro casa estiva. Ha anche pensato che il movimento si concluda con una spaventosa presentazione del destino, come ha detto lei, minacciosamente, le voci infantili diventano sempre più tragiche e alla fine si spengono in un sussurro, ma Dika Newlin giustamente suggerisce che cose più allarmanti dei bambini che giocano sembrano emergere in questo scherzo, si può rilevare una qualità infantile nel trio di musica, specialmente nella sua figurazione mimetica. Floros paragona il tema dell'oboe del trio al tema suonato sia dall'oboe d'amore che dall'oboe nella sezione dello scherzo della Sinfonia domestica di Strauss, che fu pubblicata nel marzo del 19 104, poco prima dell'estate durante la quale Mahler completò la sua Sesta Sinfonia. Strauss inizialmente intitolò la sezione Elternglück, klindiche Spiele, gioco infantile felicità genitoriale. Tuttavia, il sesto è troppo serio per lavorare per banalizzare il suo significato con un simile confronto, uno scherzo non è una cosa da ridere, anche il suo insensato mimetismo ha terribili implicazioni. In effetti, quando la figlia di Mahler, Marie, morì pochi anni dopo il completamento della sinfonia, la calma ricorderà i suoi timori che sia la sesta che Kindertotenlieder, tre canzoni delle quali furono scritte all'incirca nello stesso periodo della sinfonia, fossero profetiche di questa terribile tragedia. . Apparentemente ha avvertito Mahler che scrivendo queste opere, stava tentando il destino. Mahler dubitò se collocare lo scherzo in seconda o terza posizione nella sinfonia, sebbene la prima edizione pubblicata avesse il secondo modello dello scherzo eseguito il movimento Andante prima dello scherzo nel Premier dato un'essenza il 27 maggio 1906, e diede istruzioni esplicite a il suo editore per cambiare l'ordine di questi movimenti medi nella partitura. Nella sua ultima esecuzione del sesto, nel gennaio 1908, Mahler potrebbe aver cambiato di nuovo idea e tornato all'ordine originale. Solo un critico del giornale di Vienna ha notato il cambiamento, mentre altri cinque hanno indicato che l'ordine rivisto era stato mantenuto. Allora cosa è successo realmente? Donald Mitchell ipotizza che Mahler possa aver sperimentato l'ordine originale durante le prove finali per la prima, che spesso serve come base per la revisione da parte dei critici che non assistono effettivamente allo spettacolo. Per aumentare la confusione, Alma apparentemente consigliò a Mengelberg di mettere lo scherzo secondo, Donald Mitchell suggerisce che entrambe le versioni potrebbero essere valide e potrebbero aver avuto la benedizione di Mahler. Tuttavia, il valore di spezzare movimenti troppo veloci con uno lento è controbilanciato dall'efficacia di posizionare il movimento scherzo immediatamente dopo il movimento che parodia il primo. Eppure alcuni commentatori suggeriscono che il tragico episodio della sezione della coda dello scherzo sarebbe un appropriato preludio al finale e la scioccante ripresa di un minore all'inizio della soap opera sulla gonna sublimerebbe l'eroica A major conclusione del primo movimento. Forse dovrebbe, perché è proprio questo il motivo di questa giustapposizione di tonalità, concettualmente, lo scherzo sgonfia il temperamento eroico della prima donna parodiandolo. Inoltre, il posizionamento di un tenero movimento Andante tra scherzo e finale offre una tregua dal conflitto presentato in questi movimenti. Anche il tempio principale dello scherzo è stato oggetto di molti disaccordi, molti direttori che sottolineano l'importanza del titolo scherzo scelgono un tempo rapido, creando così un contrasto più marcato con il primo movimento. In tal modo ignorano completamente la marcatura del tempo iniziale di Mahler Wuchtig, che richiede liste di attesa che sarebbero annullate da un ritmo veloce. Per rafforzare la parodia dello scherzo della marcia del primo movimento, il tempio principale del primo dovrebbe avvicinarsi a quello della scala. Proprio come un ritmo di marcia ha iniziato il primo movimento, così inizia lo scherzo quello che era un ritmo forte e costante nel primo, tuttavia, ora è deformato in modo grottesco nel secondo. Tempo comune per il margine, il primo movimento è cambiato in tre metri nello scherzo con pesanti accenti forzati su ogni levare, de-enfatizzando così il primo movimento, e quindi facendo zoppicare goffamente la marcia. Le corde imitano il ritmo sbilanciato di marzo aggiungendo un secondo minore ascendente a ogni battito, formando così un motivo ritmico principale con un motivo centrale X, eccolo qui.

A questo motivo ritmico di marcia si aggiunge una grazia nota che cade in terza cifra, che chiameremo motivo Y, che inizia sul primo movimento della battuta con un forte accento sulla prima nota.

I taglienti staccati svolazzanti di note di abbellimento e le note ritagliate rafforzano il carattere diabolico della musica. Altre figure lo fanno anche per campioni di scale ascendenti e discendenti che vengono giocate nelle sezioni del trio e terminano con figure a sega a frusta e violini.

Inoltre, una a in levare per le 32 note in aumento che si riferiscono alla figura della nota da un sedicesimo che spinge verso l'alto il primo movimento, indicato come motivo Y, questa cifra tornerà anche nel finale.

Sentiremo anche il motivo della danza del diavolo che era già apparso nel movimento precedente, ora suona ancora più terrificante.

Quest'ultima modalità di non cade più diatonicamente ma cromaticamente aggiungendosi al suo carattere diabolico, tintinnanti suoni di xilofono impreziosiscono l'atmosfera spettrale, anche il passaggio corale dal primo movimento ritorna nelle corna, armonicamente distorto in modo da suonare sinistro, con toni luridi e armonie diminuite e da suonare grottesco quando giocato con la spinta verso l'alto a 30 secondi dal primo movimento.

Il motivo del destino maggiore-minore fa anche un'apparizione dolcemente integrata nel movimento armonico che oscilla tra tonica e dominante, con un'enfasi sulla seconda minore nel registro superiore, note ripetute e coppie ritmiche contrastano con scale ascendenti e discendenti. In effetti, l'intera sezione dello scherzo potrebbe essere considerata la danza di Mahler, McCall, sfumature delle glorie grottesche di Berlioz Symphonie Fantastica, sono evidenti nell'orchestrazione. Eppure il materiale musicale non è prepotente, ma delicato, quasi raffinato, come una birichina parodia di Lo stile gallone, ascoltiamo l'intera prima parte dello scherzo.

Come abbiamo appena sentito, la prima parte della sezione dello scherzo termina con un accordo di settima si bemolle urlante. Questo orribile accordo ricorda il grido di angoscia che ha aperto i finali della prima e della seconda sinfonie.
Segue una sezione sussidiaria dello scherzo che continua a sviluppare il materiale della sezione principale, ma in un modo che anticipa il trio soprattutto nella sua sequenza di cambi di metro. Dopo un lungo passaggio in un recinto di ottoni, questo suona ancora più cupo e cupo. La sezione dello scherzo si conclude con un altro scoppio stridulo sul LA, come la balena di uno spirito perturbato che emerge da una lunga catena di ritmi troncati che discendono cromaticamente. Il ritmo di marcia quindi riprende ma gradualmente rallenta e si attenua fino a scomparire dopo essere stato suonato docilmente da un singolo oboe.

Ora inizia il primo trio, spostando i metri tra 4/8 e 3/8, con un 3/4 occasionale su una frase allungata. Questo landler lento e delicato in fa maggiore è segnato Altväterisch. canzone approssimativamente lunga vecchio stile notevolmente più lenta, inizia con i legni su un nuovo tema che contiene le note ripetute del ritmo di marcia, che ora diventa un ottavo staccato quindi un sedicesimo ritagliato a cui viene aggiunta una variante del motivo Y, ma ora figurazione di un sedicesimo si combina con frasi dattiliche e queste note ripetute per produrre un prestatore hanno fascino e grazia insoliti. Ma i metri mutevoli sbilanciano la musica da ballo, facendola sembrare goffa e sgraziata. Il levare delle note ripetute è occasionalmente accentato, come durante la sezione dello scherzo. Questa caricatura di elegante musica da ballo è spesso interrotta da vivaci figure di sedicesimi insulsi suonati più rapidamente e fuori passo. Sembrano evocare un'immagine di Faust provocatore, che non riesce più a trattenersi dal ridere a crepapelle mentre continua la sua parodia del vous terrorismo. Non dovrebbe passare inosservato che questo pezzo di figurazione consiste nel ripetere rapidamente quarti cadenti, ha avuto un'altra parodia sui primi movimenti March qui suonati in doppio tempo. Quindi, per quanto si voglia, il tema del trio continua imperterrito da questa intrusione beffarda.

Ben presto gli elementi della sezione scherzo iniziano ad apparire negli archi, prendendo parte alla beffa beffarda di Mefistofele, diventa ovvio che la musica da ballo del trio è derivata dalla sezione scherzo, quindi una parodia su una parodia.

L'intero movimento ha il suo parallelo concettuale, nel movimento Mephisto della Liszt Faust Symphony, qui mentre la loro musica Faust dal primo movimento viene ridicolizzata così da ridurlo a un personaggio dei cartoni animati, che sfila come un pazzo pretenzioso, dopo l'ennesimo rapida figurazione volubile, questa volta che cade nella base. Il passo di marcia dell'introduzione ritorna, i corni decorano il ritmo di marcia con note di grazia a testa piatta. Alcuni dei corni hanno note ripetute suonate contro altre in cromatismi discendenti. Mahler ordina loro di suonare questo passaggio a fatica, diminuendo ciascuna delle sue ripetizioni di due battute forte or fortissimo, creando l'effetto di sbadigliare come se Mefistofele sembrasse stancarsi del proprio lampo.

Questo passaggio funge da transizione alla sezione sussidiaria del Primo trio, con il suo ritmo che rallenta continuamente. Un nuovo tema landler e F minore ora appare suonato dolcemente con i fiati a un ritmo più lento contro le corde che battono sulla variante ritmica punteggiata di clip del battistrada della marcia della troupe. Questo nuovo tema inizia con un ottimismo di 30 secondi proveniente dalla sezione dello scherzo, ma ovviamente anche una variante del motivo Y del primo movimento che tornerà durante l'introduzione del finale. Qui si gioca a legname perdendo semplicemente tutta la forza di spinta che aveva avuto nel primo movimento.
I ritmi punteggiati tremolanti sono giustapposti a figure cromatiche che combinano la qualità sinistra della scala con il volto scheletrico della prima.

Senza preavviso, la sezione dello scherzo ritorna bruscamente mettendo da parte il nuovo tema del landler, questo brusco cambiamento di umore e tempo è piuttosto uno shock. I soggetti scherzo sembrano essersi rigenerati, suonando ancora più morbosi e feroci quando suonati dall'orchestra al completo dopo il ritorno della marcia battuta dai timpani durante la sezione sussidiaria dello scherzo. Il segmento corale di Bolgar ringhia mendacemente su tromboni controfagotto e tuba basso un frammento di gufo centrale si integra con il tema scherzo ed elementi del primo trio confondente marcia e landler.
Introdotto dalla 32a nota levare e un'enorme balena esplode dall'intera orchestra su un accordo di la maggiore e la tromba recita una frase con una gonna così tema, conferendole un portamento eroico reso più enfatico dai ritmi punteggiati di clip della marcia suonati con forza su corna con campane alzate. Questo è l'unico momento e lo scherzo in cui Faust sembra affermarsi e affronta apertamente Mefistofele, chiacchierando ridicolo.

La sezione Scherzo si snoda sulle figure che cadono dal richiamo delle trombe, mentre il tallone della marcia si fa strada gradualmente durante una transizione mortale nel secondo trio in re maggiore.
Essenzialmente lo stesso materiale del primo trio è presentato nel secondo, ma l'orchestrazione è più piena. Ancora una volta, il primo landler del tema è occasionalmente interrotto da una rapida figurazione sciocca. Il contrasto tra la grazia Se il tema sbilanciato, landler, e queste interruzioni volubili sconvolgono la musica dance fino a quando non esplode furiosamente, ma rapidamente si calma e riacquista la sua compostezza, i colpi di scena del landler durante il secondo trio diventano sempre più confusi . All'improvviso, i timpani riaffermano il passo della marcia, interrompendo tale cartella tutte le corde dei bassi seguono con la loro nota di grazia tremolante e la variante del ritmo della marcia, introducendo una versione riorchestrata del lugubre ponte passaggio che ha portato alla sezione sussidiaria del primo trio. Questa volta gli oboi si intromettono nel tema dello scherzo, non solo sembrano tranquilli a casa in questa strana atmosfera, ma spingono delicatamente la musica del trio fuori dal quadro.

Man mano che la versione facile di un tema scherzo diventa più forte, lo scherzo stesso ritorna bruscamente sia nel suo tempo che nella tonalità originali, una minore. È una presa in giro maniacale, furiosa e grottesca, che non mostra segni di cedimento.

Ancora una volta, un sinistro corral di ottoni in Re minore porta a un'improvvisa esplosione orchestrale su un accordo di settima terrificante ma armonicamente ambivalente, che anticipa il sesto accordo tedesco che inizierà il finale, poiché questo accordo diminuisce per gli oboi che affermano arrogantemente tutte le cose, il trio tema landler, come se fosse una frase di sventura. i corni balzano fuori la nota di grazia una scala discendente dal passaggio precedente del ponte qui in cromaticità contro un'altra scala cromatica discendente, questa in 30 secondi, suonata staccato da archi e flauti di lingua svolazzanti. Questo spaventoso scoppio è profetico della tragedia a venire.

Timpani e grancassa riprendono silenziosamente il ritmo della marcia mentre la coda inizia con la musica del trio. Ora suona ancora più inquietante, in un ambiente simile a una camera. Un triste corale sul motivo cordale del destino suona tristemente nelle trombe contro i temi del trio in clarinetto, oboe e violino solo. Nella moda tipicamente mahleriana, la musica del trio si disintegra in frammenti sparsi per l'orchestra. E 'una figura cliché stesa da vari strumenti che cadono gradualmente nella base. Quando il contrabbasso suona l'ultimo frammento del tema del sentiero, motiva il motivo per cui il tempio rallenta a passo d'uomo, e solo il terzo ascendente e discendente di quel motivo può essere ascoltato piano e lentamente sui timpani e sulla base che termina il movimento nell'ombra del mistero.

Con queste note finali, Mefistofele mette fine a questa diabolica parodia del falso personaggio eroico. Nel movimento che segue assisteremo alla reazione introspettiva dell'eroe.


Di Lew Smoley

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: