Manon Gropius (1916-1935). 1931, Berlino, Germania.

In relazione a Gustav Mahler (1860-1911): Un figlio dal secondo matrimonio di sua moglie

  1. Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907).
  2. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).
  1. Martin Carl Johannes Werfel (1918-1919) 

Più

  • Prende il nome da sua nonna Manon Gropius-Scharnweber.
  • Soprannome: Mutzi.
  • in 1935 Alban Berg (1885-1935) ha scritto un concerto per violino "Dem Andenken eines Engels" in memoria di Manon Gropius (1916-1935). Prima esecuzione 19-04-1936 a Barcellona del violinista russo-americano Louis Krasner. Dopo la morte di Bergs.

Alma Manon Gropius era la figlia dell'architetto Walter Gropius (1883-1969) e il compositore e diarista Alma Mahler (1879-1964) e la figliastra del romanziere e poeta Franz Werfel (1890-1945). È una Randfigur (persona periferica) la cui importanza risiede nelle sue relazioni chiave con le figure principali: una musa che ha ispirato il compositore Alban Berg (1885-1935) così come Werfel e lo scrittore premio Nobel Elias Canetti. Manon Gropius è spesso citato come l '"angelo" e dedicatario del Concerto per violino di Berg (1935).

Manon Gropius nacque a Vienna durante il pieno della prima guerra mondiale, il 5 ottobre 1916, terzo figlio di Alma Mahler, vedova del compositore e direttore d'orchestra Gustav Mahler, e moglie dell'architetto e fondatore del Bauhaus Walter Gropius. I suoi genitori si separarono subito dopo che Gropius scoprì la relazione di Alma con lo scrittore Franz Werfel nell'estate del 1918 e la vera paternità del suo quarto figlio, Martin Johannes Gropius.

Come altri figli del suo background e dei suoi genitori, Manon, chiamata "Mutzi" da famiglia e amici (era amica d'infanzia di Maria Altmann, ironicamente chiamata anche "Mutzi" più tardi nella vita), è stata cresciuta dalla sua tata, un ex austro- Infermiera dell'esercito ungherese, Agnese Ida Gebauer (1895-1977) (che Manon chiamava "Schulli"), I suoi primi anni di vita furono trascorsi viaggiando con la madre tra le tre case di Alma a Vienna, Breitenstein am Semmering e Venezia, nonché a Weimar, sede della prima scuola Bauhaus.

I suoi viaggi includevano anche molte città tedesche, tra cui Lipsia, dove nel 1921 fu presentata per la prima volta l'opera teatrale di Franz Werfel Spiegelmensch (Mirror Man). Lì, la precoce bambina di cinque anni vide le prove e iniziò a "recitare" i ruoli dell'eroina oltre che declamare le righe. Da quel momento in poi, sua madre, Werfel e altri nel loro ambiente coltivarono l'interesse della ragazza per il teatro.

Durante i primi anni '1920, Walter Gropius diede ad Alma i motivi legali per divorziare da lui per infedeltà, facendo in modo di essere scoperto in flagrante delicto con una prostituta. La sua collaborazione è arrivata con la consapevolezza che Manon sarebbe stato autorizzato a stare con lui e la sua nuova moglie, Ise Gropius, a Dessau, dove il Bauhaus si era trasferito. Fu solo nel novembre 1927 che Alma accettò finalmente una visita prolungata. Da quel momento, Gropius e sua figlia iniziarono a scambiarsi lettere e regali, incluso un set di mobili, libri e riviste progettati da Gropius in cui Gropius nascondeva comunicazioni private in modo da evitare l'intercettazione da parte dell'eccessivamente possessiva Alma. Walter Gropius godette di una sola visita più estesa nel 1932.

Manon è stato educato a casa da Schulli e da vari tutor. Come la sua sorellastra maggiore, Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988), ha ricevuto lezioni di piano ma non si è distinta come musicista. Ha frequentato la stessa scuola per ragazze progressiste frequentata da sua madre, l'Institut Hanausek, nel primo distretto di Vienna. Tuttavia, il comportamento irascibile di Manon, dovuto in gran parte allo spirito libero della prima infanzia, Alma l'avrebbe lasciata andare in giro nuda ("spogliata") il più possibile, Manon alla fine lasciò il suo collegio e la sua educazione continuò a casa. Anche se voleva fare l'attrice, sua madre voleva che anche lei avesse un'istruzione pratica, e Manon, che era diventata fluente in francese e italiano, si preparò per l'esame di stato austriaco come insegnante di lingue e traduttrice.

Negli anni Trenta divenne più docile, persino serena. Aveva un modo con gli animali ed era spesso seguita da cani e gatti. Poteva avvicinarsi e nutrire i caprioli selvatici e si interessava particolarmente ai serpenti. Werfel, che aveva sposato sua madre nel 1930 e non aveva più bisogno di essere chiamata con l'eufemismo "Onkel", essendo ben versata nella religione comparata, non mancò di notare la Potnia Theron, sia come associazioni che come attributi di un cristiano santo come San Francesco d'Assisi. Manon, che era stata battezzata protestante, si convertì al cattolicesimo nel 1929 e cadde sotto l'influenza dell'ammiratrice di sua madre, Johannes Hollnsteiner (1895-1971).

Fu in questo periodo che Elias Canetti la vide e, come il compositore Ernst Krenek (1900-1991) e altri nella cerchia di Alma, scrissero delle sue impressioni su Manon nelle sue memorie. Canetti suggerisce che Alma considerava Manon solo un altro trofeo, alla pari dei suoi tre mariti e di molti beni:

Appena un momento dopo una gazzella entrò inciampando nella stanza, una creatura dai piedi leggeri e dai capelli castani travestita da fanciulla, non toccata dallo splendore in cui era stata evocata, più giovane nella sua innocenza dei suoi probabili sedici anni. Irradiava timidezza anche più della bellezza, una gazzella angelica, non dall'arca ma dal cielo. Balzai in piedi, pensando di impedirle di entrare in quell'alcova del vizio o almeno di non farle vedere l'avvelenatore sul muro, ma Lucrezia, che non aveva mai smesso di recitare la sua parte, aveva prontamente preso la parola:

“Bella, non è vero? Questa è mia figlia Manon. Di Gropius. In una classe da sola. Non ti dispiace che lo dica, vero, Annerl [diminutivo di Anna Mahler]? Cosa c'è di sbagliato nell'avere una bella sorella? Tale padre tale figlia. Hai mai visto Gropius? Un uomo grande e bello. Il vero tipo ariano. L'unico uomo razzialmente adatto a me. Tutti gli altri che si sono innamorati di me erano piccoli ebrei. Come Mahler. Il fatto è che scelgo entrambi i tipi. Puoi correre adesso, micio. Aspetta, vai a vedere se Franzl [diminutivo di Franz Werfel] scrive poesie. Se lo è, non disturbarlo. Se non lo è, digli che lo voglio ".

Con questo incarico Manon, il terzo trofeo, scivolò fuori dalla stanza, intatta com'era venuta; la sua commissione non sembrava disturbarla. Ero molto sollevato al pensiero che nulla potesse toccarla, che sarebbe rimasta sempre com'era e non sarebbe mai diventata come sua madre, l'avvelenatrice sul muro, la vecchia vitrea e grassa sul divano.

L'adolescente Manon era usata dalla sua anziana madre per attirare quel tipo di sensuale attenzione maschile che aveva prontamente goduto per se stessa in gioventù. Tuttavia, ora trovava quella gioia indirettamente nell'abbinare sua figlia con un uomo più anziano, il politico austrofascista Anton Rintelen che sarebbe stato poi arrestato per il suo ruolo nel fallito nazista Putsch di luglio del 1935.

Manon non aveva mai lasciato andare il suo desiderio di agire. Aveva persino scritto il famoso Burgtheater l'attore Raoul Aslan una lettera e una poesia in cui esprimeva il suo desiderio di recitare un giorno sullo stesso palco. Con i suoi lunghi capelli scuri e la sua bellezza, ha così impressionato il regista teatrale Max Reinhardt (1873-1943), che ha offerto la parte di Primo Angelo in un revival dei suoi e Hugo von Hofmannsthal (1874-1929) adattamento de Il grande teatro del mondo di Calderón per il Festival di Salisburgo del 1934. Werfel, tuttavia, non pensava che Manon avesse la formazione per un ruolo così importante, avendo recitato solo in alcune produzioni teatrali che si era diretto per intrattenere sua madre ei loro amici sul lungo portico sul retro dell'Haus Mahler a Breitenstein (un portico progettato da suo padre nel 1916). Quindi, come suo patrigno, Werfel ha rifiutato di concedere a Manon l'opportunità.

Nel marzo 1934, Manon e sua madre si recarono a Venezia per le vacanze di Pasqua. Lì, Manon ha contratto la poliomielite, che l'ha lasciata completamente paralizzata. Tornò a Vienna, dove recuperò un po 'di uso delle braccia e delle mani. Ancora determinati ad agire, gli insegnanti del famoso Seminario Reinhardt fecero visite a domicilio. Alma ha anche incoraggiato i visitatori, tra cui un giovane austrofascista, un burocrate di nome Erich Cyhlar, a corteggiare Manon nella speranza che le nozze in sospeso l'avrebbero costretta a camminare di nuovo.

A metà aprile, Manon ha dato a sua madre e al patrigno uno spettacolo privato a casa loro. Poi, durante la Settimana Santa, ha sofferto di problemi respiratori e insufficienza d'organo. (Aveva ricevuto una forma aggressiva di diatermia che utilizzava macchine a raggi X, che possono indurre complicazioni iatrogene.).

Manon Gropius morì il lunedì di Pasqua, il 22 aprile 1935 e fu sepolta nel cimitero di Grinzing in una cerimonia che è descritta anche da Canetti in modo molto dettagliato. per aver attraversato il confine con l'Austria.

1917 Manon Gropius (1916-1935).

1917 Manon Gropius (1916-1935) (al centro) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) (destra).

1918 Manon Gropius (1916-1935)Walter Gropius (1883-1969) e Alma Mahler (1879-1964).

1919 Alma Mahler (1879-1964) e Manon Gropius (1916-1935).

1920 Manon Gropius (1916-1935).

1920 Manon Gropius (1916-1935) e Alma Mahler (1879-1964).

1922 c. Manon Gropius (1916-1935). Vestito alla maniera di un Velázquez. Sognava di fare l'attore.

1922 c. Manon Gropius (1916-1935)Anna Sofie Moll-Schindler-Bergen (1857-1938) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Casa Mahler, Venezia, Italia.

1922 c. Manon Gropius (1916-1935)Anna Sofie Moll-Schindler-Bergen (1857-1938) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Casa Mahler, Venezia, Italia.

1924 Franz Werfel (1890-1945)Alma Mahler (1879-1964) e Manon Gropius (1916-1935). Venezia, Italia.

1927 Manon Gropius (1916-1935) e Walter Gropius (1883-1969). Dessau, Germania.

1927 Walter Gropius (1883-1969) e Manon Gropius (1916-1935). Dessau, Germania.

1928 Manon Gropius (1916-1935). Casa Mahler, Venezia, Italia.

1930 c. Manon Gropius (1916-1935).

1931 Walter Gropius (1883-1969) e Manon Gropius (1916-1935). Berlino, Germania.

1933 Manon Gropius (1916-1935)Johannes Hollnsteiner (1895-1971) e Alma Mahler (1879-1964).

1933 Manon Gropius (1916-1935)Casa Alma Mahler Vienna 1931-1945 - Steinfeldgasse n. 2.

1933. giugno. Manon Gropius (1916-1935). Foto di Erich Rietenauer (1924-2014). All'età di 82 anni ha iniziato a scrivere i suoi ricordi.

1933 Manon Gropius (1916-1935). In giardino Casa Alma Mahler Vienna 1931-1945 - Steinfeldgasse n. 2 (Hohe Warte) con uno dei due caprioli.

1934 Manon Gropius (1916-1935), Ernst Lothar, Alma Mahler (1879-1964) e Franz Werfel (1890-1945). Venezia, Italia.

1935. Tomba Manon Gropius (1916-1935)Cimitero di Grinzing, Vienna, Austria.

1935. Tomba Manon Gropius (1916-1935)Cimitero di Grinzing, Vienna, Austria.

Aldilà: musica, finzione e scultura

Nelle settimane dopo il suo funerale, due partecipanti, Franz Werfel (1890-1945) e Alban Berg (1885-1935) entrambi pensavano di onorare la memoria di Manon e di consolare sua madre Alma, che non aveva partecipato lei stessa al funerale. Berg aveva già iniziato il suo Concerto per violino prima della morte di Manon. Tuttavia, lui, così come sua moglie Helene, considerava Manon una figlia (Helene Berg, senza figli, teneva una fotografia di Manon accanto al suo letto).

Berg presto adattò e terminò il concerto, che includeva allusioni programmatiche a Manon e, secondo alcuni musicologi, alla figlia illegittima di Berg, Albina, più o meno allo stesso modo in cui la Lyric Suite di Berg (1926) allude alla sua dedicataria, Hanna Fuchs-Robettin (Franz Werfel's sorella, con la quale Berg ebbe una relazione negli anni '1920).

Werfel progettò un romanzo sulla vita di un santo cattolico immaginario alla fine del XVII secolo a Venezia intitolato Legends, con vari sottotitoli: The Intercessoress of Animals, of Snakes, and of the Dead. Gran parte della ricerca per questo libro avrebbe alla fine informato The Song of Bernadette (1942), un romanzo che ha dedicato a Manon ma presenta anche elementi del suo carattere e aspetto sia nel personaggio Bernadette che nell'apparizione della Beata Vergine, che lei chiama la Lady in White oltre ad essere un termine pagano legato alla Weisse Frauen del folklore tedesco.

Werfel ha anche scritto una necrologia sulla vita di Manon per la rivista cattolica Commonweal per spiegare il significato della sua dedica, cosa che non ha mai fatto per altri libri. Altri romanzi di Werfel presentano anche personaggi modellati su Manon, in particolare la futura sposa egiziana del profeta Geremia in Hearken unto the Voice (1937) e la sposa nell'ultimo romanzo di Werfel, Star of the Unborn (1946). (Manon Gropius è anche un personaggio minore nel romanzo del 2001 The Artist's Wife di Max Phillips, che è basato sulla vita di Alma Mahler.)

La sorellastra di Manon, lo scultore Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) ha prodotto un segno per la sua tomba, una giovane donna con in mano una clessidra, ma l'Anschluss ha impedito che venisse installata. La statua è stata successivamente distrutta in un raid aereo. La tomba di Manon non aveva un segno indelebile fino agli anni '1950, quando Walter Gropius (1883-1969) ha progettato il marker piatto e triangolare e il paesaggio.

Foto 1930. Manon Gropius (1916-1935). “Alla memoria di un angelo” di Alban Berg (1885-1935).

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: