Nikolai Rimskij-Korsakov (1844-1908).

Nikolai Andreyevich Rimsky-Korsakov (russo: ???????? ?????????? ???????? - ?????????) era un compositore russo, e un membro del gruppo di compositori noto come The Five. Era un maestro dell'orchestrazione. Le sue composizioni orchestrali più note - Capriccio Espagnol, l'Ouverture del Festival di Pasqua russo e la suite sinfonica Scheherazade - sono i capisaldi del repertorio di musica classica, insieme a suite ed estratti da alcune delle sue 15 opere. Scheherazade è un esempio del suo uso frequente di fiabe e soggetti popolari.

Rimsky-Korsakov credeva, così come la collega compositrice Mily Balakirev e il critico Vladimir Stasov, nello sviluppo di uno stile nazionalistico di musica classica. Questo stile utilizzava canzoni e tradizioni popolari russe insieme a elementi armonici, melodici e ritmici esotici in una pratica nota come orientalismo musicale, ed evitava i metodi compositivi occidentali tradizionali. Tuttavia, Rimsky-Korsakov apprezzò le tecniche musicali occidentali dopo essere diventato professore di composizione musicale, armonia e orchestrazione al Conservatorio di San Pietroburgo nel 1871. Ha intrapreso un rigoroso programma triennale di autoeducazione ed è diventato un maestro dei metodi occidentali, incorporando loro accanto alle influenze di Mikhail Glinka e altri membri dei Cinque. Le sue tecniche di composizione e orchestrazione furono ulteriormente arricchite dalla sua esposizione alle opere di Richard Wagner.

Per gran parte della sua vita, Rimsky-Korsakov ha combinato la sua composizione e il suo insegnamento con una carriera nell'esercito russo, prima come ufficiale della Marina imperiale russa, poi come ispettore civile delle bande navali. Ha scritto che ha sviluppato una passione per l'oceano durante l'infanzia leggendo libri e ascoltando le imprese del fratello maggiore in marina. Questo amore per il mare potrebbe averlo influenzato a scrivere due delle sue opere orchestrali più note, il tableau musicale Sadko (da non confondere con la sua opera successiva con lo stesso nome) e Scheherazade. Attraverso il suo servizio come ispettore delle bande navali, Rimsky-Korsakov ha ampliato la sua conoscenza del suono dei legni e degli ottoni, il che ha migliorato le sue capacità di orchestrazione. Ha trasmesso questa conoscenza ai suoi studenti, e anche postumo attraverso un libro di testo sull'orchestrazione che è stato completato da suo genero, Maximilian Steinberg.

Rimsky-Korsakov ha lasciato una considerevole quantità di composizioni nazionaliste russe originali. Ha preparato opere di The Five per la performance, che le ha introdotte nel repertorio classico attivo (sebbene vi siano controversie sul suo montaggio delle opere di Modest Mussorgsky) e ha plasmato una generazione di compositori e musicisti più giovani durante i suoi decenni come educatore. Rimsky-Korsakov è quindi considerato “il principale artefice” di quello che il pubblico della musica classica considera lo stile compositivo russo. La sua influenza sui compositori più giovani fu particolarmente importante, poiché servì come figura di transizione tra l'autodidattismo che esemplificava Glinka e The Five e compositori di formazione professionale che sarebbero diventati la norma in Russia negli ultimi anni del 19 ° secolo. Sebbene lo stile di Rimsky-Korsakov fosse basato su quelli di Glinka, Balakirev, Hector Berlioz e Franz Liszt, egli "trasmise questo stile direttamente a due generazioni di compositori russi" e influenzò compositori non russi tra cui Maurice Ravel, Claude Debussy, Paul Dukas e Ottorino Respighi.

Rimsky-Korsakov nacque a Tikhvin, 200 chilometri (120 miglia) a est di San Pietroburgo, in una famiglia aristocratica con una lunga linea di servizio militare e navale: suo fratello maggiore Voin, di 22 anni più anziano di lui, divenne un noto navigatore e esploratore. In seguito ha ricordato che sua madre suonava un po 'il piano e suo padre poteva suonare alcune canzoni al pianoforte a orecchio. A partire dalle sei, ha preso lezioni di piano da insegnanti locali e ha mostrato un talento per le abilità uditive, ma ha mostrato una mancanza di interesse, suonando, come scrisse in seguito, "male, con noncuranza, ... povero nel tenere il tempo". Sebbene abbia iniziato a comporre all'età di 10 anni, Rimsky-Korsakov preferiva la letteratura alla musica. In seguito scrisse che dalle sue letture e dai racconti delle imprese di suo fratello, sviluppò un amore poetico per il mare "senza averlo mai visto". Questo amore, e spinto da Voin, ha incoraggiato il dodicenne a unirsi alla Marina imperiale russa. Studiò alla Scuola di Scienze Matematiche e della Navigazione a San Pietroburgo e, a 12 anni, sostenne l'esame finale nell'aprile 18

Mentre era a scuola, Rimsky-Korsakov prese lezioni di piano da un uomo di nome Ulikh. Queste lezioni sono state autorizzate da Voin, che ora era il direttore della scuola, perché sperava che aiutassero i giovani a sviluppare abilità sociali e superare la sua timidezza. Rimsky-Korsakov ha scritto che, pur “indifferente” alle lezioni, ha sviluppato un amore per la musica, favorito dalle visite all'opera e, successivamente, dai concerti orchestrali. Ulikh percepì di avere un talento musicale serio e raccomandò un altro insegnante, Feodor A. Kanille (Théodore Canillé). A partire dall'autunno del 1859, Rimsky-Korsakov prese lezioni di pianoforte e composizione da Kanille, che in seguito accreditò come l'ispirazione per dedicare la sua vita alla composizione musicale. Attraverso Kanille, è stato esposto a una grande quantità di nuova musica, tra cui Mikhail Glinka e Robert Schumann.

Nonostante Rimsky-Korsakov ora apprezzi le sue lezioni di musica, Voin le cancellò quando Rimsky-Korsakov aveva 17 anni, poiché sentiva che non servivano più a un'esigenza pratica. Kanille disse a Rimsky-Korsakov di continuare a venire da lui ogni domenica, non per lezioni formali ma per suonare duetti e discutere di musica. Nel novembre 1861 Kanille presentò a Mily Balakirev il diciottenne Rimsky-Korsakov. Balakirev a sua volta lo presentò a César Cui e Modest Mussorgsky; tutti e tre erano conosciuti come compositori, nonostante avessero solo vent'anni. Rimsky-Korsakov scrisse in seguito: “Con quale gioia ho ascoltato le vere discussioni di affari (l'enfasi di Rimsky-Korsakov) sull'orchestrazione, la scrittura parziale, ecc. E poi, quanto si parlava di argomenti musicali attuali! All'improvviso ero stato immerso in un nuovo mondo, a me sconosciuto, di cui prima si sentiva parlare solo nella società dei miei amici dilettanti. È stata davvero una forte impressione. "

Balakirev incoraggiò Rimsky-Korsakov a comporre e gli insegnò i rudimenti quando non era in mare. Balakirev lo spinse anche ad arricchirsi di storia, letteratura e critica. Quando ha mostrato a Balakirev l'inizio di una sinfonia in mi bemolle minore che aveva scritto, Balakirev ha insistito per continuare a lavorarci nonostante la sua mancanza di formazione musicale formale. Quando Rimsky-Korsakov salpò per una crociera di due anni e otto mesi a bordo del clipper Almaz alla fine del 1862, aveva completato e orchestrato tre movimenti della sinfonia. Ha composto il movimento lento durante una sosta in Inghilterra e ha spedito la colonna sonora a Balakirev prima di tornare in mare. All'inizio, il suo lavoro sulla sinfonia tenne occupato Rimsky-Korsakov durante la sua crociera. Acquistava spartiti in ogni porto di scalo, insieme a un pianoforte su cui suonarli, e riempiva le sue ore di ozio studiando il Trattato di orchestrazione di Berlioz. Ha trovato il tempo per leggere le opere di Omero, William Shakespeare, Friedrich Schiller e Johann Wolfgang von Goethe; ha visto Londra, le cascate del Niagara e Rio de Janeiro durante le sue soste in porto. Alla fine, la mancanza di stimoli musicali esterni attenuò la fame di apprendimento del giovane guardiamarina. Scrisse a Balakirev che dopo due anni in mare aveva trascurato per mesi le sue lezioni di musica. "Il pensiero di diventare un musicista e compositore gradualmente mi lasciò del tutto", ha ricordato in seguito; "Terre lontane cominciarono ad allettarmi, in qualche modo, anche se, propriamente parlando, il servizio navale non mi è mai piaciuto molto e non si adattava affatto al mio carattere."

Mentorato da Balakirev; tempo con The Five

Una volta tornato a San Pietroburgo nel maggio 1865, i compiti a terra di Rimsky-Korsakov consistevano in un paio d'ore di servizio di segreteria ogni giorno, ma ricordò che il suo desiderio di comporre "era stato soffocato ... non mi occupavo affatto della musica". Scrisse che il contatto con Balakirev nel settembre 1865 lo incoraggiò "ad abituarsi alla musica e più tardi ad immergersi in essa". Su suggerimento di Balakirev, scrisse un trio per lo scherzo della sinfonia minore in mi bemolle, che fino a quel momento gli era mancata, e riorchestrò l'intera sinfonia. La sua prima esibizione è avvenuta nel dicembre dello stesso anno sotto la direzione di Balakirev a San Pietroburgo. Una seconda rappresentazione seguì nel marzo 1866 sotto la direzione di Konstantin Lyadov (padre del compositore Anatoly Lyadov)

La corrispondenza tra Rimsky-Korsakov e Balakirev mostra chiaramente che alcune idee per la sinfonia sono nate con Balakirev. Raramente Balakirev si limitava a correggere semplicemente un brano musicale e spesso lo ricomponeva al pianoforte. Rimsky-Korsakov ha ricordato,

Un allievo come me doveva presentare a Balakirev una proposta di composizione nel suo embrione, diciamo, anche le prime quattro o otto battute. Balakirev apporterebbe immediatamente delle correzioni, indicando come rifondere un tale embrione; lo criticava, elogiava ed esaltava le prime due battute, ma censurava le due successive, le ridicolizzava e si sforzava di far disgustare l'autore. La vivacità della composizione e la fertilità non erano affatto favorevoli, era richiesta una frequente rifusione e la composizione era estesa per un lungo periodo di tempo sotto il freddo controllo dell'autocritica

Rimsky-Korsakov ha ricordato che “Balakirev non ha avuto difficoltà ad andare d'accordo con me. Su suo suggerimento ho riscritto prontamente i movimenti sinfonici da me composti e li ho portati a compimento con l'aiuto dei suoi consigli e delle sue improvvisazioni ”. Sebbene Rimsky-Korsakov in seguito trovò soffocante l'influenza di Balakirev e se ne liberò, questo non gli impedì nelle sue memorie di esaltare i talenti del compositore più anziano come critico e improvvisatore. Sotto la guida di Balakirev, Rimsky-Korsakov si è rivolto ad altre composizioni. Iniziò una sinfonia in si minore, ma sentì che seguiva troppo da vicino la nona sinfonia di Beethoven e la abbandonò. Ha completato un'Ouverture su tre temi russi, basata sulle aperture di canti popolari di Balakirev, così come una Fantasia su temi serbi che è stata eseguita in un concerto dato per i delegati del Congresso slavo nel 1867. Nella sua recensione di questo concerto, il critico nazionalista Vladimir Stasov ha coniato la frase Moguchaya kuchka per il circolo Balakirev (Moguchaya kuchka è solitamente tradotto come "The Mighty Handful" o "The Five"). Rimsky-Korsakov ha anche composto le versioni iniziali di Sadko e Antar, che hanno consolidato la sua reputazione di scrittore di opere orchestrali.

Rimsky-Korsakov ha socializzato e discusso la musica con gli altri membri dei Cinque; si criticavano reciprocamente i lavori in corso e collaboravano a nuovi pezzi. Diventa amico di Alexander Borodin, la cui musica lo “stupisce”. Trascorreva sempre più tempo con Mussorgsky. Balakirev e Mussorgsky suonavano musica per pianoforte a quattro mani, Mussorgsky cantava e discutevano spesso di opere di altri compositori, con gusti preferiti che correvano "verso Glinka, Schumann e gli ultimi quartetti di Beethoven". Mendelssohn non era considerato molto, Mozart e Haydn "erano considerati antiquati e ingenui", e JS Bach semplicemente matematici e insensibili. Berlioz “era molto stimato”, Liszt “paralizzato e pervertito dal punto di vista musicale… anche caricaturale”, e Wagner discusse poco. Rimsky-Korsakov “ha ascoltato con avidità queste opinioni e ha assorbito i gusti di Balakirev, Cui e Mussorgsky senza ragionamenti o esami”. Spesso le opere musicali in questione “venivano suonate davanti a me solo in frammenti, e non avevo idea dell'intera opera”. Questo, ha scritto, non gli ha impedito di accettare questi giudizi alla lettera e di ripeterli “come se fossi pienamente convinto della loro verità”.

Rimsky-Korsakov è diventato particolarmente apprezzato all'interno dei Cinque, e tra coloro che hanno visitato il circolo, per il suo talento come orchestratore. Gli fu chiesto da Balakirev di orchestrare una marcia di Schubert per un concerto nel maggio 1868, da Cui per orchestrare il coro di apertura della sua opera William Ratcliff e da Alexander Dargomyzhsky, le cui opere furono molto apprezzate dai Cinque e che era vicino alla morte, a orchestra la sua opera The Stone Guest

Nell'autunno del 1871, Rimsky-Korsakov si trasferì nell'ex appartamento di Voin e invitò Mussorgsky a essere suo compagno di stanza. L'accordo di lavoro su cui concordarono era che Mussorgsky usasse il pianoforte al mattino mentre Rimsky-Korsakov lavorava alla copia o all'orchestrazione. Quando Mussorgsky partì per il suo lavoro di servizio civile a mezzogiorno, Rimsky-Korsakov usò il pianoforte. Il tempo la sera era assegnato di comune accordo. “Quell'autunno e quell'inverno noi due abbiamo fatto un buon affare”, ha scritto Rimsky-Korsakov, “con uno scambio costante di idee e progetti. Mussorgsky ha composto e orchestrato l'atto polacco di Boris Godunov e la scena folk "Near Kromy". Ho orchestrato e finito la mia Maid of Pskov. "

Nel 1871, il 27enne Rimsky-Korsakov divenne professore di composizione pratica e orchestrazione (orchestrazione) al Conservatorio di San Pietroburgo, nonché leader della classe dell'orchestra. Ha mantenuto la sua posizione nel servizio navale attivo e ha insegnato le sue classi in uniforme (gli ufficiali militari in Russia erano tenuti a indossare le loro uniformi ogni giorno, poiché erano considerati sempre in servizio).

Rimsky-Korsakov ha spiegato nelle sue memorie che Mikhaíl Azanchevsky aveva assunto quell'anno come direttore del Conservatorio, e volendo nuovo sangue per rinfrescare l'insegnamento in quelle materie, si era offerto di pagare generosamente per i servizi di Rimsky-Korsakov. Il biografo Mikhail Zetlin suggerisce che le motivazioni di Azanchevsky avrebbero potuto essere duplici. In primo luogo, Rimsky-Korsakov era il membro dei Cinque meno criticato dai suoi oppositori, e invitarlo a insegnare al Conservatorio potrebbe essere stato considerato un modo sicuro per dimostrare che tutti i musicisti seri erano i benvenuti lì. In secondo luogo, l'offerta potrebbe essere stata calcolata per esporlo a un clima accademico in cui avrebbe scritto in uno stile più conservatore e occidentale. Balakirev si era opposto alla formazione accademica in musica con enorme vigore, ma lo ha incoraggiato ad accettare l'incarico per convincere altri a unirsi alla causa musicale nazionalista.

La reputazione di Rimsky-Korsakov in quel momento era come un maestro dell'orchestrazione, basata su Sadko e Antar. Tuttavia, aveva scritto queste opere principalmente per intuizione. La sua conoscenza della teoria musicale era elementare; non aveva mai scritto alcun contrappunto, non sapeva armonizzare un semplice corale, né conosceva i nomi o gli intervalli degli accordi musicali. Non aveva mai diretto un'orchestra ed era stato scoraggiato dal farlo dalla marina, che non approvava la sua apparizione sul podio in uniforme. Consapevole dei suoi difetti tecnici, Rimskij-Korsakov consultò Pyotr Ilyich Tchaikovsky, con il quale lui e gli altri dei Cinque avevano avuto contatti occasionali. Čajkovskij, a differenza dei Cinque, aveva ricevuto una formazione accademica in composizione al Conservatorio di San Pietroburgo e prestava servizio come Professore di Teoria musicale al Conservatorio di Mosca. Čajkovskij gli consigliò di studiare.

Rimsky-Korsakov ha scritto che mentre insegnava al Conservatorio divenne presto "forse il suo miglior allievo (enfasi di Rimsky-Korsakov), a giudicare dalla quantità e dal valore delle informazioni che mi dava!" Per prepararsi e per stare almeno un passo avanti rispetto ai suoi studenti, si è preso un anno sabbatico di tre anni dalla composizione di opere originali, e ha studiato assiduamente a casa mentre teneva lezioni al Conservatorio. Ha imparato da solo sui libri di testo e ha seguito un rigido regime di composizione di esercizi di contrappunto, fughe, corali e cori a cappella.

Rimsky-Korsakov alla fine divenne un eccellente insegnante e un fervente sostenitore della formazione accademica. Ha rivisto tutto ciò che aveva composto prima del 1874, persino opere acclamate come Sadko e Antar, alla ricerca della perfezione che sarebbe rimasta con lui per il resto della sua vita. Assegnato a provare la classe dell'orchestra, ha imparato l'arte della direzione. Avere a che fare con le trame orchestrali come direttore e fare arrangiamenti adeguati di opere musicali per la Classe Orchestra, ha portato a un crescente interesse per l'arte dell'orchestrazione, un'area in cui avrebbe ulteriormente approfondito i suoi studi come ispettore delle bande della marina. La partitura della sua Terza Sinfonia, scritta subito dopo aver completato il suo programma triennale di miglioramento personale, riflette la sua esperienza pratica con l'orchestra.

La cattedra ha portato Rimsky-Korsakov sicurezza finanziaria, che lo ha incoraggiato a stabilirsi e ad avviare una famiglia. Nel dicembre 1871 propose a Nadezhda Purgold, con la quale aveva sviluppato uno stretto rapporto durante le riunioni settimanali dei Cinque a casa Purgold. Si sposarono nel luglio 1872, con Mussorgsky che fungeva da testimone. I Rimsky-Korsakov avevano sette figli. Uno dei loro figli, Andrei, divenne musicologo, sposò il compositore Yuliya Veysberg e scrisse uno studio in più volumi sulla vita e l'opera di suo padre.

Nadezhda è diventata una partner musicale e domestica con suo marito, proprio come Clara Schumann era stata con suo marito Robert. Era bella, capace, volitiva e molto meglio addestrata musicalmente di suo marito all'epoca in cui si sposarono: aveva frequentato il Conservatorio di San Pietroburgo a metà degli anni 1860, studiando pianoforte con Anton Gerke (uno dei cui studenti privati ​​era Mussorgsky ) e teoria musicale con Nikolai Zaremba, che ha anche insegnato Ciajkovskij. Nadezhda si è rivelata una critica eccellente e molto esigente del lavoro di suo marito; la sua influenza su di lui in materia musicale era abbastanza forte da indurre Balakirev e Stasov a chiedersi se lei lo stesse sviando dalle loro preferenze musicali. Il musicologo Lyle Neff ha scritto che mentre Nadezhda ha rinunciato alla sua carriera compositiva quando ha sposato Rimsky-Korsakov, “ha avuto un'influenza considerevole sulla creazione delle prime tre opere (di Rimsky-Korsakov). Ha viaggiato con suo marito, ha assistito a prove e composizioni arrangiate da lui e da altri ”per pianoforte a quattro mani, che ha suonato con suo marito. "I suoi ultimi anni sono stati dedicati al rilascio dell'eredità letteraria e musicale postuma di suo marito, al mantenimento degli standard per l'esecuzione delle sue opere ... e alla preparazione del materiale per un museo a suo nome."

Nella primavera del 1873, la marina creò il posto civile di ispettore delle bande navali, con un grado di assessore collegiale, e nominò Rimsky-Korsakov. Questo lo ha tenuto sul libro paga della Marina ed è stato inserito nell'elenco della Cancelleria del Dipartimento della Marina, ma gli ha permesso di dimettersi dalla sua commissione. Il compositore ha commentato: "Mi sono separato con gioia sia dal mio status militare che dalla mia uniforme da ufficiale", scrisse in seguito. "D'ora in poi ero un musicista ufficialmente e incontestabilmente." In qualità di ispettore, Rimskij-Korsakov si è applicato con zelo ai suoi doveri. Ha visitato bande navali in tutta la Russia, ha supervisionato i maestri della banda e le loro nomine, ha esaminato il repertorio delle bande e ha ispezionato la qualità dei loro strumenti. Ha scritto un programma di studio per un complemento di studenti di musica che hanno tenuto borse di studio della marina al Conservatorio e ha agito come intermediario tra il Conservatorio e la marina. Ha anche assecondato un desiderio di lunga data di familiarizzare con la costruzione e la tecnica di esecuzione degli strumenti orchestrali. Questi studi lo hanno spinto a scrivere un libro di testo sull'orchestrazione. Ha usato i privilegi del rango per esercitare ed espandere la sua conoscenza. Ha discusso gli arrangiamenti di opere musicali per banda militare con i maestri della banda, incoraggiato e rivisto i loro sforzi, tenuto concerti in cui poteva ascoltare questi pezzi e orchestrato opere originali e opere di altri compositori per bande militari.

Nel marzo 1884, un Ordine Imperiale abolì l'ufficio navale dell'ispettore delle bande e Rimsky-Korsakov fu sollevato dai suoi doveri. Ha lavorato sotto Balakirev nella Cappella di Corte come deputato fino al 1894, cosa che gli ha permesso di studiare musica sacra ortodossa russa. Ha anche insegnato lezioni alla Cappella e ha scritto il suo libro di testo sull'armonia per l'uso lì e al Conservatorio.

Contraccolpo e notte di maggio

Gli studi di Rimsky-Korsakov e il suo cambiamento di atteggiamento nei confronti dell'educazione musicale gli hanno portato il disprezzo dei suoi compagni nazionalisti, che pensavano che stesse buttando via la sua eredità russa per comporre fughe e sonate. Dopo essersi sforzato di "inserire quanto più contrappunto possibile" nella sua Terza Sinfonia, ha scritto opere da camera aderendo strettamente ai modelli classici, tra cui un sestetto d'archi, un quartetto d'archi in fa minore e un quintetto per flauto, clarinetto, corno, fagotto e pianoforte. Riguardo al quartetto e alla sinfonia, Čajkovskij scrisse alla sua protettrice, Nadezhda von Meck, che "erano pieni di una miriade di cose intelligenti ma ... (erano) intrisi di un carattere seccamente pedante". Borodin ha commentato che quando ha ascoltato la sinfonia, ha continuato a "sentire che questo è il lavoro di un professore tedesco che si è messo gli occhiali e sta per scrivere Eine grosse Symphonie in C".

Secondo Rimsky-Korsakov, gli altri membri dei Cinque hanno mostrato poco entusiasmo per la sinfonia, e meno ancora per il quartetto. Né fu il suo debutto pubblico come direttore, in un concerto di beneficenza del 1874 dove guidò l'orchestra nella nuova sinfonia, considerata favorevolmente dai suoi compatrioti. In seguito scrisse che "cominciarono, infatti, a guardarmi dall'alto in basso come uno sulla via discendente". Peggio ancora per Rimskij-Korsakov fu il debole elogio dato da Anton Rubinstein, un compositore contrario alla musica e alla filosofia dei nazionalisti. Rimsky-Korsakov ha scritto che dopo che Rubinstein ha ascoltato il quartetto, ha commentato che ora Rimsky-Korsakov "potrebbe equivalere a qualcosa" come compositore. Ha scritto che Čajkovskij ha continuato a sostenerlo moralmente, dicendogli che applaudeva pienamente quello che stava facendo Rimsky-Korsakov e ammirava sia la sua modestia artistica che la sua forza di carattere. In privato, Čajkovskij ha confidato a Nadezhda von Meck: "Apparentemente (Rimsky-Korsakov) sta attraversando questa crisi, e come andrà a finire sarà difficile da prevedere. O uscirà da lui un grande maestro, o finirà per impantanarsi in trucchi contrappuntistici ”.

Due progetti hanno aiutato Rimsky-Korsakov a concentrarsi sulla produzione musicale meno accademica. La prima fu la creazione di due raccolte di canzoni popolari nel 1874. Rimsky-Korsakov trascrisse 40 canzoni russe per voce e pianoforte dalle esibizioni del cantante folk Tvorty Filippov, che lo avvicinò su suggerimento di Balakirev. Questa raccolta è stata seguita da una seconda contenente 100 canzoni, fornite da amici e domestici, o tratte da collezioni rare e fuori catalogo. Rimsky-Korsakov in seguito ha accreditato questo lavoro come una grande influenza su di lui come compositore; forniva anche una grande quantità di materiale musicale da cui poteva attingere per progetti futuri, sia per citazione diretta che come modelli per la composizione di passaggi fachelorici. Il secondo progetto è stato il montaggio di partiture orchestrali del pioniere del compositore russo Mikhail Glinka (1804-1857) in collaborazione con Balakirev e Anatoly Lyadov. La sorella di Glinka, Lyudmila Ivanovna Shestakova, voleva preservare l'eredità musicale di suo fratello sulla stampa e ha pagato i costi del progetto di tasca propria. Nessun progetto simile era stato tentato prima nella musica russa e le linee guida per l'editing musicale accademico dovevano essere stabilite e concordate. Mentre Balakirev preferiva apportare modifiche alla musica di Glinka per "correggere" quelli che considerava difetti di composizione, Rimsky-Korsakov preferiva un approccio meno invadente. Alla fine, Rimsky-Korsakov ha avuto la meglio. "Lavorare sulle partiture di Glinka è stata una scuola inaspettata per me", scrisse in seguito. “Anche prima di questo avevo conosciuto e adorato le sue opere; ma come redattore delle partiture in stampa ho dovuto passare attraverso lo stile e l'orchestrazione di Glinka fino alla loro ultima piccola nota ... E questa è stata una disciplina benefica per me, portandomi come ha fatto sul sentiero della musica moderna, dopo le mie vicissitudini con contrappunto e stile rigoroso ”.

Nell'estate del 1877, Rimsky-Korsakov pensò sempre più al racconto May Night di Nikolai Gogol. La storia era stata a lungo una delle sue preferite, e sua moglie Nadezhda lo aveva incoraggiato a scrivere un'opera basata su di essa dal giorno del loro fidanzamento, quando l'avevano letta insieme. Mentre le idee musicali per un'opera del genere erano precedenti al 1877, ora sono arrivate con maggiore persistenza. Entro l'inverno May Night attirò una quantità crescente della sua attenzione; nel febbraio 1878 iniziò a scrivere sul serio e finì l'opera all'inizio di novembre.

Rimsky-Korsakov ha scritto che la Notte di maggio è stata di grande importanza perché, nonostante l'opera contenesse una buona dose di musica contrappuntistica, ha comunque “liberato le catene del contrappunto (enfasi Rimsky-Korsakov)”. Ha scritto l'opera in un idioma melodico simile al folk, e l'ha incisa in modo trasparente, molto nello stile di Glinka. Tuttavia, nonostante la facilità di scrivere quest'opera e la successiva, The Snow Maiden, di tanto in tanto soffrì di paralisi creativa tra il 1881 e il 1888. Si tenne impegnato durante questo periodo modificando le opere di Mussorgsky e completando il principe Igor di Borodin (Mussorgsky morì nel 1881, Borodin nel 1887).

Cerchio di Belyayev

Rimsky-Korsakov scrisse di aver conosciuto il mecenate in erba Mitrofan Belyayev (MP Belaieff) a Mosca nel 1882. Belyayev faceva parte di una cerchia crescente di industriali russi noveau-ricchi che divennero mecenati delle arti tra la metà e la fine del XIX secolo Russia; il loro numero includeva il magnate delle ferrovie Savva Mamontov e il produttore di tessuti Pavel Tretyakov. Belyayev, Mamontov e Tretyakov “volevano contribuire in modo cospicuo alla vita pubblica”. Si erano fatti strada verso la ricchezza e, essendo slavofili nella loro visione nazionale, credevano nella più grande gloria della Russia. A causa di questa convinzione, erano più propensi dell'aristocrazia a sostenere i talenti nativi ed erano più inclini a sostenere gli artisti nazionalisti rispetto a quelli cosmopoliti. Questa preferenza è stata parallela a un aumento generale del nazionalismo e della russofilia che sono diventati prevalenti nell'arte e nella società russe tradizionali

Nell'inverno del 1883 Rimsky-Korsakov era diventato un assiduo frequentatore del settimanale “quartet Fridays” (“Les Vendredis”) tenuto a casa di Belyayev a San Pietroburgo. Belyayev, che aveva già preso un vivo interesse per il futuro musicale dell'adolescente Alexander Glazunov, affittò una sala e assunse un'orchestra nel 1884 per suonare la Prima Sinfonia di Glazunov più una suite orchestrale che Glazunov aveva appena composto. Questo concerto e una prova dell'anno precedente hanno dato a Rimsky-Korsakov l'idea di offrire concerti con composizioni russe, una prospettiva alla quale Belyayev era favorevole. I concerti sinfonici russi furono inaugurati durante la stagione 1886-87, con Rimsky-Korsakov che condivideva i compiti di direzione con Anatoly Lyadov. Ha terminato la sua revisione di Mussorgsky's Night on Bald Mountain e l'ha diretta al concerto di apertura. I concerti lo hanno anche convinto a uscire dalla sua siccità creativa; scrisse appositamente per loro Scheherazade, Capriccio Espagnol e l'Ouverture pasquale russa. Ha notato che queste tre opere "mostrano un notevole declino nell'uso dei dispositivi contrappuntistici ... (sostituito) da uno sviluppo forte e virtuoso di ogni tipo di figurazione che sostiene l'interesse tecnico delle mie composizioni".

Rimsky-Korsakov è stato chiesto consiglio e guida non solo sui concerti sinfonici russi, ma su altri progetti attraverso i quali Belyayev ha aiutato i compositori russi. "Per forza di cose puramente musicali sono risultato essere il capo del circolo di Belyayev", ha scritto. “Come mi considerava anche il capo Belyayev, consultandomi su tutto e riferendomi a tutti come capo”. Nel 1884 Belyayev istituì un premio annuale Glinka e nel 1885 fondò la sua casa editrice musicale, attraverso la quale pubblicò opere di Borodin, Glazunov, Lyadov e Rimsky-Korsakov a proprie spese. Per selezionare quali compositori aiutare con denaro, pubblicazioni o esibizioni tra i tanti che ora chiedevano aiuto, Belyayev istituì un consiglio consultivo composto da Glazunov, Lyadov e Rimsky-Korsakov. Avrebbero esaminato le composizioni e gli appelli presentati e avrebbero suggerito quali compositori meritavano il patrocinio e l'attenzione del pubblico.

Il gruppo di compositori che ora si riuniva con Glazunov, Lyadov e Rimsky-Korsakov divenne noto come il circolo Belyayev, dal nome del loro benefattore finanziario. Questi compositori erano nazionalisti nella loro visione musicale, come lo erano stati i Cinque prima di loro. Come i Five, credevano in uno stile di musica classica unicamente russo che utilizzava musica folk ed elementi melodici, armonici e ritmici esotici, come esemplificato dalla musica di Balakirev, Borodin e Rimsky-Korsakov. A differenza dei Cinque, questi compositori credevano anche nella necessità di un background compositivo accademico e occidentale, che Rimsky-Korsakov aveva instillato nei suoi anni al Conservatorio di San Pietroburgo. Rispetto ai compositori "rivoluzionari" nella cerchia di Balakirev, Rimsky-Korsakov ha trovato quelli nella cerchia di Belyayev come "progressisti ... attaccando in quanto ha grande importanza alla perfezione tecnica, ma ... ha anche aperto nuove strade, anche se in modo più sicuro, anche se meno rapidamente ... "

Aumento del contatto con Ciajkovskij

Nel novembre 1887, Čajkovskij arrivò a San Pietroburgo in tempo per ascoltare molti dei concerti sinfonici russi. Uno di loro includeva la prima esecuzione completa della sua Prima Sinfonia, sottotitolata Winter Daydreams, nella sua versione finale. Un altro concerto ha visto la prima della Terza Sinfonia di Rimsky-Korsakov nella sua versione rivista. Rimsky-Korsakov e Čajkovskij corrispondevano considerevolmente prima della visita e trascorsero molto tempo insieme, insieme a Glazunov e Lyadov. Sebbene Čajkovskij fosse stato un visitatore abituale della casa di Rimsky-Korsakov dal 1876, e ad un certo punto si fosse offerto di organizzare la nomina di Rimsky-Korsakov a direttore del Conservatorio di Mosca, questo fu l'inizio di relazioni più strette tra i due. Nel giro di un paio d'anni, scrisse Rimskij-Korsakov, le visite di Ciajkovskij divennero più frequenti

Durante queste visite e soprattutto in pubblico, Rimsky-Korsakov indossava una maschera di genialità. In privato, ha trovato la situazione emotivamente complessa e ha confessato le sue paure al suo amico, il critico di Mosca Semyon Kruglikov. I ricordi persistevano della tensione tra Čajkovskij e i Cinque per le differenze nelle loro filosofie musicali - tensione abbastanza acuta da far sì che il fratello di Čajkovskij, Modest, paragonasse le loro relazioni in quel momento a "quelle tra due stati vicini amichevoli ... cautamente preparati a incontrarsi su un terreno comune, ma custodendo gelosamente i propri interessi separati ”. Rimsky-Korsakov ha osservato, non senza fastidio, come Čajkovskij sia diventato sempre più popolare tra i seguaci di Rimskij-Korsakov. Questa gelosia personale fu aggravata da una professionale, poiché la musica di Čajkovskij divenne sempre più popolare tra i compositori del circolo di Belyayev e rimase nel complesso più famosa della sua. Anche così, quando Čajkovskij partecipò alla festa dell'onomastico di Rimskij-Korsakov nel maggio 1893, Rimskij-Korsakov chiese personalmente a Čajkovskij se avrebbe diretto quattro concerti della Società Musicale Russa a San Pietroburgo la stagione successiva. Dopo esitazione, Čajkovskij acconsentì. Mentre la sua morte improvvisa alla fine del 1893 gli ha impedito di adempiere completamente a questo impegno, l'elenco delle opere che aveva pianificato di dirigere includeva la Terza Sinfonia di Rimsky-Korsakov.

Crescente conservatorismo; seconda siccità creativa

Nel marzo 1889, il "Teatro Richard Wagner" itinerante di Angelo Neumann visitò San Pietroburgo, dando quattro cicli di Der Ring des Nibelungen lì sotto la direzione di Karl Muck (1859-1940). I Cinque avevano ignorato la musica di Wagner, ma The Ring ha impressionato Rimsky-Korsakov: è rimasto sbalordito dalla maestria orchestrale di Wagner. Ha assistito alle prove con Glazunov e ha seguito la partitura. Dopo aver ascoltato queste esibizioni, Rimsky-Korsakov si dedicò quasi esclusivamente alla composizione di opere per il resto della sua vita creativa. L'uso dell'orchestra da parte di Wagner influenzò l'orchestrazione di Rimsky-Korsakov, a cominciare dall'arrangiamento della polonaise di Boris Godunov di Mussorgsky che realizzò per i concerti nel 1889.

Verso la musica più avventurosa di quella di Wagner, specialmente quella di Richard Strauss e poi di Claude Debussy, la mente di Rimsky-Korsakov rimase chiusa. Sarebbe andato a male per giorni dopo quando ha sentito il pianista Felix Blumenfeld suonare gli Estampes di Debussy e scrivere nel suo diario su di loro: “Poveri e avari all'ennesima potenza; non c'è tecnica, tantomeno immaginazione. " Questo faceva parte di un crescente conservatorismo musicale da parte sua (la sua “coscienza musicale”, come la diceva lui), sotto la quale ora scrutava la sua musica e anche quella degli altri. Le composizioni dei suoi ex compatrioti in The Five non erano immuni. Mentre lavorava alla sua prima revisione di Boris Godunov di Mussorgsky, nel 1895 disse al suo amanuense, Vasily Yastrebtsev, "È incredibile che questa musica mi sia mai piaciuta eppure sembra che ci sia stato un tempo simile". Nel 1901 scrisse di essere sempre più "indignato per tutti gli errori d'orecchio di Wagner", più o meno la stessa musica che attirò la sua attenzione nel 1889.

Nel 1892 Rimsky-Korsakov subì una seconda siccità creativa, provocata da attacchi di depressione e sintomi fisici allarmanti. Afflussi di sangue alla testa, confusione, perdita di memoria e spiacevoli ossessioni hanno portato a una diagnosi medica di nevrastenia. Le crisi nella famiglia Rimsky-Korsakov potrebbero essere state un fattore: le gravi malattie di difterite di sua moglie e di uno dei suoi figli nel 1890, la morte di sua madre e del figlio più piccolo, nonché l'inizio della malattia prolungata, in ultima analisi fatale. del suo secondo figlio più piccolo. Si è dimesso dai concerti sinfonici russi e dalla cappella di corte e ha considerato di rinunciare definitivamente alla composizione. Dopo aver realizzato le terze versioni del tableau musicale Sadko e dell'opera The Maid of Pskov, ha chiuso il suo racconto musicale con il passato; non aveva lasciato nessuna delle sue opere principali prima di May Night nella loro forma originale.

Un'altra morte ha determinato un rinnovamento creativo. La scomparsa di Čajkovskij ha rappresentato una duplice opportunità: scrivere per i teatri imperiali e comporre un'opera basata sul racconto della vigilia di Natale di Nikolai Gogol, un'opera su cui Čajkovskij aveva basato la sua opera Vakula the Smith. Il successo della vigilia di Natale di Rimsky-Korsakov lo ha incoraggiato a completare un'opera circa ogni 18 mesi tra il 1893 e il 1908, per un totale di 11 durante questo periodo. Iniziò e abbandonò anche un'altra bozza del suo trattato sull'orchestrazione, ma fece un terzo tentativo e quasi lo finì negli ultimi quattro anni della sua vita. (Suo genero Maximilian Steinberg completò il libro nel 1912.) Il trattamento scientifico dell'orchestrazione di Rimsky-Korsakov, illustrato con più di 300 esempi dal suo lavoro, stabilì un nuovo standard per testi di questo genere.

Rivoluzione 1905

Nel 1905, nel Conservatorio di San Pietroburgo ebbero luogo manifestazioni come parte della rivoluzione del 1905; questi, ha scritto Rimsky-Korsakov, sono stati innescati da disordini simili all'Università statale di San Pietroburgo, in cui gli studenti hanno chiesto riforme politiche e l'istituzione di una monarchia costituzionale in Russia. "Sono stato scelto come membro del comitato per aggiustare le differenze con alunni agitati", ha ricordato; tuttavia, quasi subito dopo la formazione del comitato, "furono raccomandate misure di ogni genere per espellere i capobanda, per squartare la polizia del Conservatorio, per chiudere completamente il Conservatorio".

Politicamente liberale per tutta la vita, Rimsky-Korsakov ha scritto che sentiva che qualcuno doveva proteggere i diritti degli studenti a manifestare, soprattutto perché le controversie e le dispute tra studenti e autorità stavano diventando sempre più violente. In una lettera aperta, si è schierato con gli studenti contro quella che considerava un'interferenza ingiustificata da parte dei dirigenti del Conservatorio e della Russian Musical Society. Una seconda lettera, questa volta firmata da un certo numero di docenti tra cui Rimsky-Korsakov, chiedeva le dimissioni del capo del Conservatorio. In parte a causa di queste due lettere che scrisse, circa 100 studenti del Conservatorio furono espulsi e fu rimosso dalla sua cattedra. Poco prima che il licenziamento fosse emanato, Rimsky-Korsakov ha ricevuto una lettera da uno dei membri della direzione della scuola, in cui si suggeriva di assumere la direzione nell'interesse di calmare i disordini degli studenti. "Probabilmente il membro della Direzione aveva un'opinione di minoranza, ma ha comunque firmato la risoluzione", ha scritto. "Ho inviato una risposta negativa." In parte a dispetto del suo licenziamento, Rimsky-Korsakov ha continuato a insegnare ai suoi studenti da casa sua.

Non molto tempo dopo il licenziamento di Rimsky-Korsakov, una produzione studentesca della sua opera Kashchey the Deathless è stata seguita non con il concerto in programma ma con una manifestazione politica, che ha portato al divieto della polizia sul lavoro di Rimsky-Korsakov. In parte a causa dell'ampia copertura mediatica di questi eventi, un'ondata immediata di indignazione contro il divieto si è manifestata in tutta la Russia e all'estero; liberali e intellettuali hanno sommerso la residenza del compositore con lettere di simpatia, e persino i contadini che non avevano sentito una nota della musica di Rimsky-Korsakov hanno inviato piccole donazioni in denaro. Diversi membri della facoltà del Conservatorio di San Pietroburgo si sono dimessi per protesta, tra cui Glazunov e Lyadov. Alla fine, oltre 300 studenti uscirono dal Conservatorio in solidarietà con Rimsky-Korsakov. A dicembre era stato reintegrato sotto un nuovo direttore, Glazunov; Rimsky-Korsakov si ritirò dal Conservatorio nel 1906. La controversia politica continuò con la sua opera The Golden Cockerel. La sua implicita critica alla monarchia, all'imperialismo russo e alla guerra russo-giapponese gli dava poche possibilità di passare la censura. La prima fu ritardata fino al 1909, dopo la morte di Rimsky-Korsakov, e anche allora fu eseguita in una versione adattata.

Nell'aprile 1907, Rimsky-Korsakov diresse un paio di concerti a Parigi, ospitati dall'impresario Sergei Diaghilev, che presentavano musica della scuola nazionalista russa. I concerti hanno avuto un enorme successo nel divulgare la musica classica russa di questo tipo in Europa, in particolare quella di Rimsky-Korsakov. L'anno successivo, la sua opera Sadko è stata prodotta all'Opéra di Parigi e The Snow Maiden all'Opéra-Comique. Ha anche avuto l'opportunità di ascoltare musica più recente di compositori europei. Sibilò sfacciatamente quando ascoltò l'opera Salome di Richard Strauss e disse a Diaghilev dopo aver ascoltato l'opera Pelléas et Mélisande di Claude Debussy: "Non farmi ascoltare tutti questi orrori o finirò per piacergli!" L'ascolto di queste opere lo ha portato ad apprezzare il suo posto nel mondo della musica classica. Ha ammesso di essere un "kuchkist convinto" (dopo kuchka, il termine russo abbreviato per The Five) e che le sue opere appartenevano a un'epoca che le tendenze musicali si erano lasciate alle spalle.

Morte

A partire dal 1890 circa, Rimsky-Korsakov soffrì di angina. Mentre questo disturbo inizialmente lo logorava gradualmente, gli stress concomitanti con la rivoluzione del 1905 e le sue conseguenze ne accelerarono notevolmente il progresso. Dopo il dicembre 1907, la sua malattia divenne grave e non poteva lavorare. Nel 1908 morì nella sua tenuta di Lubensk vicino a Luga (l'attuale distretto di Plyussky nell'oblast di Pskov) e fu sepolto nel cimitero di Tikhvin presso il monastero di Alexander Nevsky a San Pietroburgo, accanto a Borodin, Glinka, Mussorgsky e Stasov.

Se hai trovato un errore di ortografia, ti preghiamo di avvisarci selezionando quel testo e rubinetto sul testo selezionato.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: