Henri Vieuxtemps (1820-1881).

  • Professione: violinista, compositore.
  • Residenze: Parigi, Algeria.
  • Relazione con Mahler:
  • Corrispondenza con Mahler:
  • Nato: 17-02-1820 Verviers, Belgio.
  • Morto: 06-06-1881 Mustapha, Algeria.
  • Sepolto: Verviers, Belgio.

Henri François Joseph Vieuxtemps è stato un compositore e violinista belga. Occupa un posto importante nella storia del violino come esponente di spicco della scuola violinistica franco-belga durante la metà del XIX secolo. È anche noto per suonare su quello che oggi è noto come Vieuxtemps Guarneri del Gesù, un violino di fattura superiore.

Vieuxtemps è nato a Verviers, in Belgio (allora parte dei Paesi Bassi), figlio di un tessitore e violinista dilettante e liutaio. Ha ricevuto la sua prima istruzione di violino da suo padre e un insegnante locale e ha dato la sua prima esibizione pubblica all'età di sei anni, suonando un concerto di Pierre Rode. Presto tenne concerti in varie città circostanti, tra cui Liegi e Bruxelles dove incontrò il violinista Charles Auguste de Bériot, con il quale iniziò gli studi. Nel 1829, Bériot lo portò a Parigi dove debuttò in un concerto di successo, sempre con un concerto di Rode, ma dovette tornare l'anno successivo a causa della Rivoluzione di luglio e del matrimonio di Bériot con la sua amante Maria Malibran e della partenza per un tour di concerti. Tornato a Bruxelles, Vieuxtemps ha continuato a sviluppare la sua tecnica di violino da solo, la sua abilità musicale è stata approfondita suonando con il mezzo-soprano profondamente musicale Pauline Viardot, la sorella di Malibran. Un tour della Germania nel 1833 portò amicizia con Louis Spohr e con Robert Schumann, che paragonò il ragazzo a Niccolò Paganini. Nel decennio successivo visitò varie città europee, impressionando con il suo virtuosismo non solo il pubblico ma anche musicisti famosi come Hector Berlioz e lo stesso Paganini, che incontrò al suo debutto a Londra nel 1834.

Ma aspirava anche a diventare un compositore e, avendo già preso lezioni con il rispettato Simon Sechter a Vienna, trascorse l'inverno 1835-1836 studiando composizione con Anton Reicha a Parigi. Il suo primo concerto per violino, poi pubblicato come Concerto n. 2, risale a questo periodo.

Il Concerto per violino n. 1 di Vieuxtemps fu acclamato quando lo suonò a San Pietroburgo alla sua seconda visita nel 1840 ea Parigi l'anno successivo; Berlioz l'ha trovata "una magnifica sinfonia per violino e orchestra". Con sede a Parigi, Vieuxtemps ha continuato a comporre con grande successo e ad esibirsi in tutta Europa. Con il pianista Sigismond Thalberg, ha concertato negli Stati Uniti. Fu particolarmente ammirato in Russia, dove risiedette stabilmente tra il 1846 e il 1851 come musicista di corte dello zar Nicola I e solista nel Teatro Imperiale. Ha fondato la scuola di violino del Conservatorio di San Pietroburgo e ha guidato la formazione di una "scuola russa" di violinisti. Nel 1871, tornò nel suo paese natale per accettare una cattedra al Conservatorio di Bruxelles, dove il suo allievo più illustre fu Eugène Ysaÿe.

Un ictus paralitico gli ha reso invalido il braccio destro due anni dopo e si è trasferito di nuovo a Parigi, dove Henryk Wieniawski ha ripreso il corso di violino. Anche se sembrava che si stesse gradualmente riprendendo dal suo ictus, un altro nel 1879 pose fine definitivamente alla sua carriera di violinista. Ha trascorso i suoi ultimi anni in un sanatorio a Mustapha Supérieur, in Algeria, dove sua figlia e suo marito si erano stabiliti, e ha continuato a comporre, anche se frustrato dalla sua incapacità di suonare o, lontano dai centri musicali d'Europa, persino ascoltare la sua musica suonata dagli altri.

La maggior parte delle composizioni di Vieuxtemps erano per il suo strumento, inclusi sette concerti e una varietà di brevi brani da salotto, anche se verso la fine della sua vita, quando dovette rinunciare al violino, si rivolse spesso ad altri strumenti, scrivendo due concerti per violoncello , una sonata per viola e tre quartetti d'archi tra le altre cose. È a causa dei suoi sette concerti per violino, tuttavia, che Vieuxtemps è generalmente noto al pubblico e ai musicisti di tutto il mondo. Attraverso i suoi concerti e la sua difesa dei concerti di Beethoven (suonò anche le sonate e i quartetti d'archi di Beethoven) e Mendelssohn, aggiunse una dimensione più classica al repertorio violinistico che aveva teso a variazioni e fantasie tecnicamente brillanti ma spesso superficiali sull'opera popolare. temi. Vieuxtemps non si è mai lasciato andare al virtuosismo fine a se stesso, come alcuni dei suoi predecessori. Eugène Ysaÿe lo cita dicendo: "Non corre per amore delle corse - canta, canta!" 

Henri Vieuxtemps (1820-1881).

Vieuxtemps del Gesu

Henri Vieuxtemps è noto anche per possedere e suonare quello che oggi viene chiamato il Vieuxtemps Guarneri del Gesù, un violino, costruito nel 1741, che è considerato uno dei migliori esempi della maestria di Giuseppe Guarneri e che è considerato privo di difetti nonostante il suo uso continuato per molti anni. Il 'del Gesù' (letteralmente 'di Gesù') si riferisce alla manifattura di Bartolomeo Giuseppe Guarneri che incorporò la nomina sacra, IHS (iota-eta-sigma) e una croce romana nelle etichette che appose alla sua opera. Al funerale di Vieuxtemps il violino veniva trasportato su un cuscino dietro il carro funebre che trasportava il corpo. Lo strumento è stato successivamente suonato da noti maestri di violino come Yehudi Menuhin, Itzhak Perlman e Pinchas Zukerman. Nel gennaio del 2012 lo strumento è stato acquistato, da un collezionista privato, per una somma non divulgata e l'uso a vita di esso è stato lasciato in eredità alla violinista Anne Akiko Meyers.

Henri Vieuxtemps (1820-1881).

Henri Vieuxtemps (1820-1881).

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: