Hector Berlioz (1803-1869).

  • Professione: Compositore.
  • Residenze: Grenoble, Parigi.
  • Relazione con Mahler: 
  • Corrispondenza con Mahler: 
  • Nato: 11-12-1803 Grenoble. Francia.
  • Morto: 08-03-1869 Parigi, Francia.
  • Sepolto: 11-03-1869 Cimitero di Montmartre, Parigi, Francia.

Hector Berlioz era un compositore romantico francese, meglio conosciuto per le sue composizioni Symphonie fantastique e Grande messe des morts (Requiem). Berlioz ha dato un contributo significativo all'orchestra moderna con il suo Trattato sull'orchestrazione. Ha specificato enormi forze orchestrali per alcune delle sue opere e ha condotto diversi concerti con più di 1,000 musicisti. Ha anche composto circa 50 canzoni. La sua influenza fu fondamentale per l'ulteriore sviluppo del romanticismo, specialmente in compositori come Richard Wagner, Nikolai Rimsky-Korsakov, Franz Liszt, Richard Strauss, Gustav Mahler e molti altri.

Nel 1828 Berlioz ascoltò la terza e la quinta sinfonie di Beethoven eseguite al Conservatorio di Parigi, un'esperienza che trovò travolgente. Lesse anche per la prima volta il Faust di Johann Wolfgang von Goethe (in traduzione francese), che sarebbe diventato l'ispirazione per Huit scènes de Faust (il suo Opus 1), molto più tardi rielaborato come La damnation de Faust.

Venne anche in contatto con i quartetti d'archi e le sonate per pianoforte di Beethoven e ne riconobbe immediatamente l'importanza. Iniziò a studiare l'inglese in modo da poter leggere Shakespeare. Nello stesso periodo ha anche iniziato a scrivere critiche musicali. Iniziò e terminò la composizione della Symphonie fantastique nel 1830, un'opera che avrebbe portato a Berlioz molta fama e notorietà. Iniziò una relazione con - e successivamente si fidanzò - Marie Moke, nonostante la sinfonia fosse ispirata dall'ossessione di Berlioz per Harriet Smithson. Mentre la sua quarta cantata per la presentazione al Prix de Rome si avvicinava al completamento, iniziò la rivoluzione di luglio. "Stavo finendo la mia cantata quando è scoppiata la rivoluzione", ha registrato nelle sue Mémoires.

“Ho buttato giù le ultime pagine della mia partitura orchestrale al suono di proiettili vaganti che provenivano dai tetti e picchiavano sul muro fuori dalla mia finestra. Il 29 avevo finito ed ero libero di uscire e vagare per Parigi fino al mattino, pistola in mano ". Alla fine ha vinto il premio con la cantata Sardanapale. Ha anche arrangiato l'inno nazionale francese La Marseillaise e ha composto un'ouverture per La tempesta di Shakespeare, che è stata la prima delle sue opere a suonare all'Opéra di Parigi. Un'ora prima dello spettacolo, un temporale improvviso ha creato la peggiore pioggia a Parigi degli ultimi 50 anni, il che significa che lo spettacolo era quasi deserto.

Berlioz ha incontrato Franz Liszt, anche lui presente al concerto. Questo si è rivelato l'inizio di una lunga amicizia. Liszt avrebbe successivamente trascritto l'intera Symphonie fantastique per pianoforte per consentire a più persone di ascoltarla. L'8 marzo 1869 Berlioz morì nella sua casa di Parigi, al n. 4 di rue de Calais, mezz'ora dopo mezzogiorno. All'epoca era circondato da amici. Il suo funerale si è tenuto presso l'Église de la Trinité recentemente completata l'30 marzo, ed è stato sepolto nel cimitero di Montmartre con le sue due mogli, che sono state riesumate e seppellite di nuovo accanto a lui. Le sue ultime parole erano note come "Enfin, on va jouer ma musique" ("Finalmente suoneranno la mia musica").

 

Hector Berlioz (1803-1869).

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: