Gustav Klimt (1862-1918).

  • Professione: Pittore. Secessione (membro).
  • Residenze: Vienna.
  • Relazione con Mahler: storia d'amore con Alma Schindler.
  • Corrispondenza con Mahler: 
  • Nato: 14-07-1862 Baumgarten, Austria.
  • Morto: 06-02-1918 Vienna, Austria. 55 anni.
  • Sepolto: 09-02-1918 Cimitero di Hietzing, Vienna, Austria. Tomba 5-194.

Gustav Klimt era un pittore simbolista austriaco e uno dei membri più importanti della Vienna Secessione (associazione). Klimt è noto per i suoi dipinti, murales, schizzi e altri oggetti d'arte. Il soggetto principale di Klimt era il corpo femminile e le sue opere sono caratterizzate da un schietto erotismo. Oltre alle sue opere figurative, che includono allegorie e ritratti, ha dipinto paesaggi. Tra gli artisti della Secessione viennese, Klimt è stato il più influenzato dall'arte giapponese e dai suoi metodi. 

All'inizio della sua carriera artistica è stato un pittore di successo di decorazioni architettoniche in modo convenzionale. Man mano che sviluppava uno stile più personale, il suo lavoro fu oggetto di controversie che culminarono quando i dipinti che completò intorno al 1900 per il soffitto della Sala Grande dell'Università di Vienna furono criticati come pornografici.

Anno 1901. Gustav Klimt (1862-1918). Judith e il capo di Oloferne. Galerie Belvedere, Vienna.

Successivamente non accettò più commissioni pubbliche, ma ottenne un nuovo successo con i dipinti della sua "fase d'oro", molti dei quali includono la foglia d'oro. Il lavoro di Klimt ha avuto un'influenza importante sul suo giovane contemporaneo Egon Schiele (1890-1918).

Fregio di Beethoven

Nel 1901 Gustav Klimt dipinse il fregio di Beethoven per la XIV Vienna Secessione (associazione) per celebrare il compositore, e presentava una monumentale scultura policroma di Max Klinger (1857-1920). Destinato solo alla mostra, il fregio è stato dipinto direttamente sulle pareti con materiali leggeri.

Dopo la mostra il dipinto è stato conservato, anche se non è stato nuovamente esposto fino al 1986. Il Fregio di Beethoven è in mostra permanente a Vienna Secessione (edificio) in locale seminterrato appositamente realizzato e climatizzato.

Il fregio illustra il desiderio umano di felicità in un mondo sofferente e tempestoso in cui si contende non solo le forze del male esterne ma anche le debolezze interne.

Lo spettatore segue questo viaggio di scoperta in modo visuale e lineare sbalorditivo. Inizia dolcemente con la femmina fluttuante Genii che cerca la Terra, ma presto segue il gigante oscuro e sinistro del vento di tempesta, Typhoeus, le sue tre figlie Gorgon e le immagini che rappresentano la malattia, la follia, la morte, la lussuria e la sfrenatezza in alto e a destra.

Da lì appare il cavaliere in armatura scintillante che offre speranza grazie alla sua ambizione e simpatia per gli umani imploranti e sofferenti. Il viaggio si conclude con la scoperta della gioia per mezzo delle arti e la contentezza è rappresentata nell'abbraccio stretto di un bacio. Pertanto, il fregio espone il desiderio psicologico umano, in definitiva soddisfatto attraverso la ricerca individuale e comunitaria e la bellezza delle arti unita all'amore e alla compagnia.

Il volto del ritratto di Beethoven somigliava al compositore e direttore dell'Opera di Corte di Vienna Gustav Mahler, con il quale Klimt aveva un rapporto rispettoso. (28-04-2011. "Klimt saccheggiato - le connessioni Mahler". Diario artistico. Estratto il 06-06-2012). Il fregio è grande, alto 7 piedi con una larghezza di 112 piedi. L'intera opera pesa quattro tonnellate.

Anno 1901Gustav Klimt (1862-1918). Il fregio del cavaliere del Beethoven di Gustav Klimt, che si dice sia un ritratto di Gustav Mahler (1860-1911).

 

Anno 1901Gustav Klimt (1862-1918). Il fregio del cavaliere del Beethoven di Gustav Klimt (particolare), si dice che sia un ritratto di Gustav Mahler (1860-1911).

Anno 1909Gustav Klimt (1862-1918). Water Chateau (Chateau Kammer Attersee I, Schloss Kammer sul lago Attersee I). Olio su tela. Lago Attersee. Klimt era qui con Emilie Louise Floge (1874-1952). Dipinto mostrato per la prima volta all'Internationale Kunstschau 1909 di Vienna insieme a molti altri paesaggi, questa è la prima di 4 variazioni successive su questo tema.

Klimt è molto interessato ai dettagli architettonici del castello. Il castello fu costruito nel XIII secolo e sembra crescere dal terreno come un albero. Il dipinto è stato completato dalla rimessa delle barche di Villa Oleander a Kammer sul lago Attersee utilizzando binocolo e telescopio.

Schloss Kammer è un castello con fossato a Schörfling am Attersee in Alta Austria. Situato su una penisola, originariamente su un'isola nell'Attersee settentrionale. Il castello è un massiccio edificio rettangolare a tre piani con due ali laterali basse che circondano un cortile. Il castello e i suoi dintorni furono presentati da Gustav Klimt in numerosi dipinti all'inizio del XX secolo. 

Anno 1909Gustav Klimt (1862-1918). Water Chateau (Chateau Kammer Attersee I, Schloss Kammer sul lago Attersee I). Firma.

  • 1901: Judith e il capo di Oloferne
  • 1901: fregio di Beethoven
  • 1907: Adele Bloch-Bauer
  • 1908: Il bacio
  • 1909: Salome (Giuditta II)

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: