Federico Ruckert (1788-1866).

  • Professione: poeta.
  • Residenze: Würzburg, Berlino.
  • Relazione con Mahler: Ruckert LiederKindertotenlieder.
  • Corrispondenza con Mahler: No.
  • Nato: 16-05-1788 Schweinfurt, Germania.
  • Morto: 31-01-1866 Neuses, Germania
  • Sepolto: cimitero di Neuses (ora parte di Coburg), Germania.

Friedrich Rückert (Ruckert) era un poeta tedesco, traduttore e professore di lingue orientali. Rückert è nato a Schweinfurt ed era il figlio maggiore di un avvocato. Ha studiato presso il locale Ginnasio e presso le università di Würzburg e Heidelberg. Dal 1816 al 1817 lavorò nella redazione del Morgenblatt a Stoccarda. Trascorse quasi tutto l'anno 1818 a Roma, e in seguito visse per diversi anni a Coburgo (1820-1826).

Coburg. Casa Federico Ruckert (1788-1866) (1820-1826). (Ora un museo delle bambole).

Fu nominato professore di lingue orientali all'Università di Erlangen nel 1826 e, nel 1841, fu chiamato a una posizione simile a Berlino, dove fu anche nominato consigliere privato. Nel 1849 si dimise dalla cattedra a Berlino e andò a vivere nella sua tenuta Neuses vicino a Coburgo.

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866). Pro-pronipote.

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Neuses (Coburg). Casa Federico Ruckert (1788-1866).

Quando Rückert iniziò la sua carriera letteraria, la Germania era impegnata nella sua lotta mortale con Napoleone; e nel suo primo volume, Deutsche Gedichte (Poesie tedesche), pubblicato nel 1814 con lo pseudonimo di Freimund Raimar, diede, in particolare nella potente Geharnischte Sonette (Sonnets in Arms / Harsh Words), un'espressione vigorosa al sentimento prevalente dei suoi connazionali.

Tra il 1815 e il 1818 apparve Napoleon, eine politische Komödie in drei Stücken (Napoleon, una commedia politica in tre parti) di cui furono pubblicate solo due parti; e nel 1817 Der Kranz der Zeit (La corona del tempo). Ha pubblicato una raccolta di poesie, Östliche Rosen (Rose orientali), nel 1822; e dal 1834 al 1838 le sue Gesammelte Gedichte (Collected Poems) furono pubblicate in sei volumi, una selezione che ha attraversato molte edizioni.

Rückert era maestro di trenta lingue e si lasciò il segno principalmente come traduttore di poesie orientali e come scrittore di poesie concepite nello spirito dei maestri orientali. Molta attenzione fu attratta da una traduzione del maqamat di Al-Hariri di Bassora (Hariris Makamen) nel 1826, Nal und Damajanti, un racconto indiano, nel 1828, Rostem und Suhrab, eine Heldengeschichte (Rostem and Suhrab, a Story of Heroes) nel 1830, e Hamasa, oder die ältesten arabischen Volkslieder (Hamasa, or the Oldest Arabian Folk Songs) nel 1846. Tra i suoi scritti originali che trattano argomenti orientali sono:

  • Morgenländische Sagen und Geschichten (Miti e poesie orientali) (1837).
  • Erbauliches und Beschauliches aus dem Morgenland (Stabilimenti e contemplazioni dall'Oriente) (1836-1838).
  • Brahmanische Erzählungen (Storie di bramini) (1839).

Il più elaborato dei suoi lavori è Die Weisheit des Brahmanen (The Wisdom of the Brahmins), pubblicato in sei volumi dal 1836 al 1839. Il primo e Liebesfrühling (Spring of Love) (1844), un ciclo di canti d'amore, sono il il più noto di tutte le produzioni di Rückert. Dal 1843 al 1845 pubblicò i drammi Saul und David (1843), Herodes der Große ("Erode il Grande") (1844), Kaiser Heinrich IV (1845) e Christofero Colombo (1845), tutti di gran lunga inferiori al opera a cui deve il suo posto nella letteratura tedesca.

Al tempo della guerra danese nel 1864 scrisse Ein Dutzend Kampflieder für Schleswig-Holstein (Una dozzina di canzoni di combattimento per lo Schleswig-Holstein), che, sebbene pubblicato in forma anonima, fece una notevole impressione sul pubblico. Rückert morì nel 1866 a Neuses, ora parte di Coburg.

Dopo la sua morte, tra le sue carte sono state trovate molte traduzioni poetiche e poesie originali e sono state pubblicate diverse raccolte. Rückert aveva uno splendore di immaginazione che gli rendeva congeniale la poesia orientale, ed è stato raramente superato in abilità ritmica e ingegnosità metrica.

Non ci sono quasi forme liriche che non siano rappresentate tra le sue opere, e in tutte ha scritto con uguale facilità e grazia. Continua ad esercitare una forte influenza sugli studi orientali in Germania (cfr Annemarie Schimmel). La poesia di Rückert è stata una potente ispirazione per i compositori e ci sono circa 121 ambientazioni del suo lavoro - solo dietro Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832), Heinrich Heine (1797-1856) e Rainer Maria Rilke (1875-1926) nel rispetto.

Tra i compositori che hanno messo in musica la sua poesia ci sono:

Un monumento a Rückert si trova nella Marktplatz a Schweinfurt. Il poeta e orientalista, la cui casa natale si trova nell'angolo sud-est del municipio, ha dominato l'attività nella vivace piazza centrale degli eventi civici di Schweinfurt dal 1890. Il monumento è stato creato da l'architetto Friedrich Ritter von Thiersch e lo scultore Wilhelm von Rühmann. Le figure allegoriche delle sue opere - "Geharnischte Sonette" ("Withering Sonnets") e "Weisheit des Brahmanen" ("La saggezza dei brahmani") - sono situate ai piedi del Rückert in bronzo.

Un'edizione completa ma non completa delle opere poetiche di Rückert apparve in 12 voll. nel 1868-1869. Le edizioni successive sono state curate da L. Laistner (1896), C. Beyer (1896), G. Ellinger (1897). Vedi B. Fortlage, F. Rückert und seine Werke (1867); C. Beyer, Friedrich Rückert, ein biographisches Denkmal (1868), Neue Mitteilungen über Rückert (1873) e Nachgelassene Gedichte Rückerts und neue Beiträge zu dessen Leben und Schriften (1877); R. Boxberger, Rückert-Studien (1878); P. de Lagarde, Erinnerungen an F. Rückert (1886); F. Muncker, Friedrich Rückert (1890); G. Voigt, Rückerts Gedankenlyrik (1891).

  • Hans Wollschläger e Rudolf Kreutner (a cura di): Historisch-kritische Ausgabe in Einzelbänden, Schweinfurt 1998ff .; finora 4 voll. in 5 parti (a partire da luglio 2004):
  1. Die Weisheit des Brahmanen, 2 voll., 1998.
  2. Gedichte von Rom, 2000.
  3. Liedertagebuch I / II, 1846-1847, 2001
  4. Liedertagebuch III / IV, 1848–1849, 2002.
  5. Liedertagebuch V / VI, 1850–1851, Erster Band, 2003.
  • Hans Wollschläger (a cura di): Kindertotenlieder [1993 anche come insel taschenbuch 1545].
  • Hartmut Bobzin (a cura di): Der Koran in der Übersetzung von Friedrich Rückert, 4a ed., Würzburg 2001.
  • Friedrich Rückert: Königsbuch (Schahname) di Firdosi, Saggio I – XIII. Aus dem Nachlaß herausgegeben von EA Bayer. 1890. Nachdruck: epubli GmbH, Berlino, 2010 ISBN 978-3-86931-356-6.
  • Friedrich Rückert: Königsbuch (Schahname) di Firdosi Sage XX – XXVI. Aus dem Nachlaß herausgegeben von EA Bayer. Nachdruck der Erstausgabe. epubli Berlin, 2010, ISBN 978-3-86931-555-3. (Dettagli)
  • Wolfgang von Keitz (Hrsg.): Oestliche Rosen. epubli, Berlino 2012, ISBN 978-3-8442-0415-5. (Dettagli)

Gustav Mahler

L'originale Kindertotenlieder erano un gruppo di 428 poesie scritte da Rückert nel 1833-1834 in reazione alla malattia (scarlattina) e alla morte di due dei suoi figli. Karen Painter, professore associato di musicologia presso l'Università del Minnesota, descrive le poesie così: “Le 428 poesie di Rückert sulla morte dei bambini divennero documenti singolari, quasi maniacali, dello sforzo psicologico di far fronte a tale perdita. In variazioni sempre nuove le poesie di Rückert tentano una poetica rianimazione dei bambini scandita da scoppi angosciati. Ma soprattutto le poesie mostrano una tranquilla acquiescenza al destino e ad un pacifico mondo di conforto ".

Queste poesie non erano destinate alla pubblicazione. Mahler scelse cinque delle poesie di Rückert da impostare come Lieder, che compose tra il 1901 e il 1904. Le canzoni sono scritte nel linguaggio tardo-romantico di Mahler e come i testi riflettono un misto di sentimenti: angoscia, fantasia resuscitata dei bambini, rassegnazione. Ruckert Lieder.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: