Ernst von Schuch (1846-1914).

  • Professione: Direttore.
  • Residenze: Dresda.
  • Relazione con Mahler:
  • Corrispondenza con Mahler: Sì.
  • Nato: 23-11-1846 Graz, Austria.
  • Morto: 10-05-1914 Niederlößnitz (ora Radebeul), vicino a Dresda, in Germania.
  • Sepolto: 14-05-1914 cimitero di Kötzschenbroda, vicino a Dresda, in Germania. Con grande partecipazione di pubblico, al suono della marcia funebre di Wagner dall'opera “Götterdämmerung”. Eccolo insieme a sua moglie Clementina Schuch-Prosska (1850-1932). Nelle vicinanze si trova anche la tomba della figlia Liesel.

Ernst Edler von Schuch, al secolo Ernst Gottfried Schuch, era un direttore d'orchestra austriaco divenuto famoso grazie alle sue collaborazioni di lavoro con Richard Strauss all'Opera di Corte di Dresda. Schuch studiò prima legge, ma poi si dedicò alla musica, formatosi inizialmente da E. Stolz. Studiò a Graz e successivamente a Vienna, brevemente con Felix Otto Dessoff, e iniziò la sua carriera di direttore nel 1867 come Kapellmeister al Lobe's Theatre di Breslavia, mentre l'Opera di Breslavia era fuori servizio a causa di un incendio.

Per coincidenza, un padre e un figlio con lo stesso nome di famiglia Schuch avevano costruito e gestito il primo teatro d'opera a Breslavia 120 anni prima.

Seguirono impegni a Würzburg (1868-1870), Graz (1870/1871) e Basilea, fino a quando fu impiegato nel 1872 dall'Opera italiana di Pollini per Dresda. Lì nel 1872 divenne direttore musicale dell'Opera di Corte, dal 1873 Royal Kapellmeister con Julius Rietz, poi con Franz Wüllner. Nel 1878 fu nominato Royal Professor.

Nel 1882 assunse la direzione dell'Opera di Corte con il titolo di consigliere privato, e nel 1889 ne divenne il direttore generale della musica. Dal 1882 in poi, visse a Niederlößnitz nella Weintraubenstraße (nel 1883 ribattezzata su suo suggerimento come Schuchstraße 15/17). Nel 1898 fu nobilitato dall'imperatore austriaco e nel 1899 fu nominato membro del Consiglio privato confidenziale sassone. Il suo periodo di influenza è noto come l'era Schuch nella storia della recitazione operistica.

A parte tournée come direttore ospite a Berlino, Monaco, Vienna e Parigi, rimase impegnato a Dresda fino al 1914, e lì fece del suo teatro dell'opera uno dei principali palcoscenici musicali d'Europa. Ha creato un ensemble eccezionale e ha ampliato l'orchestra per renderla una delle più grandi al mondo. Specializzato in drammi musicali di Wagner, ha anche diretto le produzioni originali delle opere di Richard Strauss Feuersnot (1901), Salome (1905), Elektra (1909) e Der Rosenkavalier (1911), nonché le prime produzioni tedesche di opere di Puccini e Mascagni. Molto apprezzato anche come direttore non operistico, era particolarmente noto nella sala da concerto per le sue interpretazioni delle opere orchestrali di Felix Draeseke e Strauss.

Sposò il soprano di coloratura Clementine von Schuch-Proska (Klementine Procházka) (1850-1932), che divenne membro onorario della Compagnia del Teatro Reale di Dresda. La loro figlia Liesel von Schuch cantò a Dresda (dal 1914 in poi) e Vienna.

Ernst Edler von Schuch dirige Der Rosenkavalier di Richard Strauss, 1912. Dipinto a olio di Robert Sterl (Old National Gallery, Berlino).

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: