Claude Debussy (1862-1918) (nel 1908).

  • Professione: Compositore.
  • Residenze: Parigi.
  • Relazione con Mahler: 
  • Corrispondenza con Mahler: 
  • Nato: 22-08-1862 Saint-Germain-en-Laye, Francia.
  • Morto: 25-03-1918 Parigi, Francia.
  • Sepolto: 00-00-0000 cimitero di Passy, ​​Parigi, Francia.

Achille-Claude Debussy era un compositore francese. Insieme a Maurice Ravel, era una delle figure più importanti associate alla musica impressionista, sebbene a lui stesso non piacesse il termine quando applicato alle sue composizioni. Fu nominato Cavaliere della Legion d'Onore nella sua nativa Francia nel 1903, Debussy fu tra i compositori più influenti della fine del XIX e dell'inizio del XX secolo e il suo uso di scale e cromatismi non tradizionali influenzò molti compositori che seguirono. La musica di Debussy è nota per il suo contenuto sensoriale e per l'uso frequente dell'atonalità. L'importante stile letterario francese del suo periodo era noto come simbolismo, e questo movimento ha ispirato direttamente Debussy sia come compositore che come partecipante culturale attivo

vita in anticipo

Claude Debussy era il maggiore di cinque figli. Suo padre, Manuel-Achille Debussy, possedeva un negozio di porcellane lì; sua madre, Victorine Manoury Debussy, era una sarta. La famiglia si trasferì a Parigi nel 1867, ma nel 1870 la madre incinta di Debussy fuggì con Claude a casa di sua zia paterna a Cannes per sfuggire alla guerra franco-prussiana. Debussy iniziò lì lezioni di pianoforte all'età di sette anni con un violinista italiano sui 40 di nome Cerutti; sua zia ha pagato per le sue lezioni. Nel 1871 attirò l'attenzione di Marie Mauté de Fleurville, che sosteneva di essere stata allieva di Frédéric Chopin.

Debussy le ha sempre creduto, sebbene non ci siano prove indipendenti a sostegno della sua affermazione. Il suo talento divenne presto evidente e nel 1872, all'età di dieci anni, Debussy entrò al Conservatorio di Parigi, dove trascorse i successivi 11 anni. Durante il periodo trascorso lì ha studiato composizione con Ernest Guiraud, storia / teoria della musica con Louis-Albert Bourgault- Ducoudray, armonia con Émile Durand, pianoforte con Antoine François Marmontel, organo con César Franck e solfeggio con Albert Lavignac, così come altri significati figure dell'epoca. È anche diventato un amico per tutta la vita del compagno di studi e illustre pianista Isidor Philipp. Dopo la morte di Debussy, molti pianisti hanno chiesto consiglio a Philipp per suonare le sue opere.

Sviluppo musicale

Debussy è stata polemica e sperimentale fin dall'inizio, anche se chiaramente talentuosa. Ha sfidato il rigido insegnamento dell'Accademia, privilegiando invece dissonanze e intervalli che erano disapprovati. Come Georges Bizet, era un brillante pianista e un eccezionale lettore a prima vista, che avrebbe potuto avere una carriera professionale se lo avesse desiderato. I pezzi che suonava in pubblico in quel periodo includevano movimenti sonati di Beethoven, Schumann e Weber, e la Ballata n. 2 di Chopin, un movimento del Concerto per pianoforte n. 1 e l'Allegro de concert. Durante le estati del 1880, 1881 e 1882, Debussy accompagnò Nadezhda von Meck, la ricca patrona di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, mentre viaggiava con la sua famiglia in Europa.

Le numerose attività musicali della giovane compositrice durante queste vacanze includevano suonare pezzi a quattro mani con von Meck al pianoforte, dare lezioni di musica ai suoi figli e esibirsi in concerti privati ​​con alcuni dei suoi amici musicisti. Nonostante la vicinanza di von Meck a Tchaikovsky, il russo master sembra aver avuto un effetto minimo su Debussy. Nel settembre 1880 inviò Danse bohémienne di Debussy per l'esame di Tchaikovsky. Un mese dopo Čajkovskij le scrisse: “È un pezzo molto carino, ma è troppo corto. Non una singola idea è espressa completamente, la forma è terribilmente avvizzita e manca di unità ". Debussy non pubblicò il pezzo e il manoscritto rimase alla famiglia von Meck; alla fine è stato venduto a Editori musicali Schott a Mainz e pubblicato da loro nel 1932. 

Una maggiore influenza è stata la stretta amicizia di Debussy con Marie-Blanche Vasnier, una cantante che ha incontrato quando ha iniziato a lavorare come accompagnatore per guadagnare un po 'di soldi, intraprendendo una relazione di otto anni insieme. Lei e suo marito, il funzionario statale parigino Henri, hanno fornito a Debussy sostegno emotivo e professionale. Henri Vasnier lo introdusse agli scritti di influenti scrittori francesi dell'epoca, che diedero origine alle sue prime canzoni, ambientazioni di poesie di Paul Verlaine (il genero della sua ex insegnante Mme. Mauté de Fleurville). 

Vincitore del Prix de Rome del 1884 con la sua composizione L'enfant prodigue, Debussy ricevette una borsa di studio all'Académie des Beaux-Arts, che comprendeva una residenza di quattro anni a Villa Medici, l'Accademia di Francia a Roma, per promuovere la sua studi (1885–1887). Secondo le lettere a Marie-Blanche Vasnier, forse in parte destinate a guadagnarsi la sua simpatia, trovò l'atmosfera artistica soffocante, la compagnia rozza, il cibo cattivo e gli alloggi monastici “abominevoli”. Né si dilettava nell'opera italiana, come trovava le opere di Donizetti e Verdi non di suo gusto.

Debussy era spesso depresso e incapace di comporre, ma fu ispirato da Franz Liszt, di cui trovò ammirevole la padronanza della tastiera. Nel giugno 1885, Debussy scrisse del suo desiderio di seguire la sua strada, dicendo: “Sono certo che l'Istituto non approverebbe, perché, naturalmente, considera la strada che ordina come l'unica giusta. Ma non c'è aiuto per questo! Sono troppo innamorato della mia libertà, troppo appassionato delle mie idee! "

 

Claude Debussy a Villa Medici a Roma al centro in giacca bianca (1885).

Debussy compose infine quattro brani che furono inviati all'Accademia: l'ode sinfonica Zuleima (basata su un testo di Heinrich Heine); il pezzo orchestrale Printemps; la cantata La damoiselle élue (1887–1888) (criticata dall'Accademia come “bizzarra”, sebbene sia il primo brano in cui cominciarono ad emergere i caratteri stilistici dello stile successivo di Debussy); e la Fantaisie per pianoforte e orchestra, che era fortemente basata sulla musica di César Franck e quindi alla fine ritirata da Debussy. L'Accademia lo rimproverò di "corteggiare l'insolito" e sperava in qualcosa di meglio dallo studente dotato. Anche se le opere di Debussy hanno mostrato l'influenza di Jules Massenet, Massenet ha concluso: "È un enigma". 

Durante le sue visite a Bayreuth nel 1888-9, Debussy fu esposto all'opera wagneriana, che avrebbe avuto un impatto duraturo sul suo lavoro. Debussy, come molti giovani musicisti dell'epoca, ha risposto positivamente alla sensualità, alla padronanza della forma e alle sorprendenti armonie di Richard Wagner. L'estroverso emotività di Wagner non doveva essere il modo di Debussy, ma l'influenza del compositore tedesco è evidente in La damoiselle élue e il pezzo del 1889 Cinq poèmes de Charles Baudelaire. Altre canzoni del periodo, in particolare le ambientazioni di Verlaine - Ariettes oubliées, Trois mélodies e Fêtes galantes - sono tutte in uno stile più capriccioso.

In questo periodo, Debussy incontrò Erik Satie, che si dimostrò uno spirito affine nel suo approccio sperimentale alla composizione e alla denominazione dei suoi pezzi. Entrambi i musicisti erano bohémien durante questo periodo, godendo della stessa società di caffè e lottando per rimanere a galla finanziariamente. Nel 1889, all'Exposition Universelle di Parigi, Debussy ascoltò per la prima volta la musica gamelan giavanese. Ha incorporato scale gamelan, melodie, ritmi e trame d'insieme in alcune delle sue composizioni, in particolare le Pagode della sua collezione di pianoforti Estampes.

Vita personale

La vita privata di Debussy era spesso turbolenta. All'età di 18 anni iniziò una relazione di otto anni con Marie-Blanche Vasnier, la moglie del funzionario parigino Henri. Il rapporto alla fine vacillò dopo la sua vincita del Prix de Rome nel 1884 e la residenza obbligatoria a Roma.

Al suo ritorno permanente a Parigi e a casa dei suoi genitori in avenue de Berlin (ora rue de Liège) iniziò una relazione tempestosa con Gabrielle ('Gaby') Dupont, la figlia di un sarto di Lisieux, che presto conviveva con lei in rue de Londra, e più tardi la rue Gustave Doré. Durante questo periodo ha avuto anche una relazione con la cantante Thérèse Roger, con la quale è stato brevemente fidanzato. Tale comportamento sprezzante fu ampiamente condannato e fece precipitare la fine della sua lunga amicizia con Ernest Chausson.

Claude Debussy al pianoforte, davanti al compositore Amedeo-Ernest Chausson (1855-1899) in 1893.

Alla fine lasciò Dupont per la sua amica Rosalie ('Lilly') Texier, una modella che sposò nel 1899, dopo aver minacciato il suicidio se lei lo avesse rifiutato.Tuttavia, sebbene Texier fosse affettuoso, pratico, schietto e benvoluto dagli amici di Debussy e soci, sarebbe diventato sempre più irritato dai suoi limiti intellettuali e dalla mancanza di sensibilità musicale. Inoltre, il suo aspetto era invecchiato prematuramente e non era in grado di avere figli.

Nel 1904 Debussy fu presentata a Emma Bardac, moglie del banchiere parigino Sigismond Bardac, da suo figlio Raoul, che era uno dei suoi studenti. A differenza di Texier, Bardac era un sofisticato, un brillante conversatore e un cantante affermato. Dopo aver spedito Lilly a casa di suo padre a Bichain a Villeneuve-la-Guyard il 15 luglio 1904, Debussy portò segretamente Bardac a Jersey per una vacanza. Al loro ritorno in Francia, l'11 agosto Debussy ha scritto a Texier da Dieppe, informandola che il loro matrimonio era finito, ma senza menzionare Bardac.

Debussy si trasferì brevemente in un appartamento al 10 di avenue Alphand. Il 14 ottobre, cinque giorni prima del quinto anniversario di matrimonio, Texier ha tentato il suicidio, sparandosi al petto con una rivoltella mentre si trovava in Place de la Concorde; è sopravvissuta, anche se il proiettile è rimasto conficcato nelle sue vertebre per il resto della sua vita. Lo scandalo che ne seguì fu quello di allontanare Debussy da molti dei suoi amici, mentre Bardac fu ripudiato dalla sua famiglia.

Nella primavera del 1905, trovando intollerabile l'ostilità nei loro confronti, Debussy e Bardac (ora incinte) fuggirono in Inghilterra, passando per Jersey, il divorzio di Bardac fu finalizzato a maggio. , dove Debussy doveva correggere le prove alla sua suite sinfonica La mer, celebrando il suo divorzio da Texier il 24 agosto.

Dopo una breve visita a Londra, la coppia è tornata a Parigi a settembre, comprando una casa in un complesso residenziale al largo dell'Avenue du Bois de Boulogne (ora Avenue Foch) dove Debussy avrebbe risieduto per il resto della sua vita. La loro figlia (unica figlia del compositore) Claude-Emma è nata lì il 30 ottobre. I suoi genitori si sposarono infine nel 1908, la loro travagliata unione durò fino alla morte di Debussy nel 1918. Claude-Emma, ​​più affettuosamente conosciuta come "Chouchou", fu una grande ispirazione musicale per Debussy (era la dedicataria della sua suite Children's Corner); ha osservato verso la fine della sua vita, quando era gravemente malato, se non fosse stato per lei, avrebbe potuto suicidarsi. Claude-Emma sopravvisse a suo padre di appena un anno, soccombendo all'epidemia di difterite del 1919 dopo che il suo medico le somministrò il trattamento sbagliato.

Mary Garden, che interpretava la parte di Melisande nella produzione originale di Pelléas et Mélisande nel 1902, scrisse di lui: “Onestamente non so se Debussy abbia mai amato davvero qualcuno. Amava la sua musica - e forse se stesso. Penso che fosse avvolto dal suo genio ... Era un uomo molto, molto strano. "

Morte

Debussy morì di cancro del retto nella sua casa di Parigi il 25 marzo 1918, all'età di 55 anni. Gli era stato diagnosticato il cancro nel 1909 dopo aver avuto un'emorragia, e nel dicembre 1915 fu sottoposto a uno dei primi interventi di colostomia mai eseguiti. L'operazione ottenne solo una tregua temporanea, e gli diede una notevole frustrazione (avrebbe paragonato il vestirsi al mattino a “tutte le fatiche di Ercole in una”).

La sua morte è avvenuta nel bel mezzo del bombardamento aereo e di artiglieria di Parigi durante l'offensiva tedesca di primavera della prima guerra mondiale. Il corteo funebre si fece strada attraverso strade deserte per Cimitero Pere Lachaise mentre i cannoni tedeschi bombardavano la città. La situazione militare in Francia era critica e non consentiva l'onore di un funerale pubblico con orazioni cerimoniose sulla tomba. Il corpo di Debussy fu reinterrato l'anno successivo nel piccolo Cimitero di Passy sequestrato dietro il Trocadéro, esaudendo il suo desiderio di riposare "tra gli alberi e gli uccelli"; sua moglie e sua figlia sono sepolte con lui. 

Se hai trovato un errore di ortografia, ti preghiamo di avvisarci selezionando quel testo e rubinetto sul testo selezionato.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: