Bernard Haitink (1929).

  • Professione: Direttore, violinista.
  • Residenze: Amsterdam, Lucerna, sud della Francia, Londra.
  • Relazione con Mahler: uno dei grandi direttori Mahler. Orchestra Royal Concertgebouw di Amsterdam (RCO)
  • Corrispondenza con Mahler: No.
  • Nato: 04-03-1929 Amsterdam, Paesi Bassi.
  • Morto: 21-10-2021 Londra, Inghilterra.

Bernard Johan Herman Haitink è un direttore d'orchestra olandese ed ex violinista. Haitink ha cinque figli dal suo primo matrimonio con Marjolein Snijder. Lui e la sua quarta moglie, Patricia Bloomfield, avvocato e ex violista nell'orchestra del Covent Garden Opera, vivono a Londra.

Haitink è nato ad Amsterdam, il figlio di Willem Haitink, un funzionario pubblico che sarebbe diventato direttore del consiglio olandese per l'elettricità, e Anna Clara Verschaffelt, che ha lavorato per Alliance Française. Ha studiato violino e direzione d'orchestra al Conservatorium van Amsterdam. Ha suonato il violino in orchestre prima di seguire corsi di direzione d'orchestra con Ferdinand Leitner nel 1954 e nel 1955.

Haitink diresse il suo primo concerto il 19 luglio 1954 con la Netherlands Radio Union Orchestra (in seguito la Orchestra Filarmonica della Radio Hilversum (RPO)). Divenne secondo direttore dell'orchestra nel 1955 e direttore principale dell'orchestra nel 1957. Il suo debutto alla direzione con Orchestra Royal Concertgebouw di Amsterdam (RCO) era il 07-11-1956 e l'08-11-1956, in sostituzione di Carlo Maria Giulini. Programma Vivaldi e Cherubini.

Dopo la morte improvvisa di Eduard van Beinum (1900-1959), Haitink è stato nominato primo direttore del Orchestra Royal Concertgebouw di Amsterdam (RCO) il 1 ° settembre 1959. Divenne direttore principale nel 1961 e condivise quella posizione insieme a Eugen Jochum fino al 1963, quando Haitink divenne l'unico direttore principale.

1971 Bernard Haitink (1929)Concertgebouw reale di AmsterdamEduard van Beinum (1900-1959)Leonard Bernstein (1918-1990).

Con la Concertgebouw Orchestra, Haitink ha fatto molte registrazioni per l'etichetta Philips, e successivamente Decca ed EMI Classics, e ha fatto molte tournée con l'orchestra.

Bernard Haitink (1929).

All'inizio degli anni '1980, Haitink minacciò di dimettersi dal suo incarico al Concertgebouw per protestare contro la minacciata riduzione del suo sussidio da parte del governo olandese, che avrebbe potuto portare al licenziamento di 23 musicisti dall'orchestra. Alla fine la situazione finanziaria fu risolta e Haitink rimase come direttore principale fino al 1988.

Nel 1999 è stato nominato direttore onorario della Royal Concertgebouw Orchestra. Nel dicembre 2012, in seguito alla sua difesa della RFO sulla scia dei tagli di budget proposti all'orchestra e alla musica olandese in generale, Haitink ha accettato il titolo di mecenate della RFO.

Marzo 2014 Haitink ha dichiarato al quotidiano olandese Het Parool di voler rinunciare al titolo di direttore d'orchestra RCO e non più a dirigere come ospite dell'orchestra, in segno di protesta contro l'attuale gestione amministrativa dell'orchestra. Nel settembre 2015, la Royal Concertgebouw Orchestra ha annunciato un riavvicinamento con Haitink, con un impegno di direzione ospite in programma con l'orchestra nella stagione 2016-2017.

Al di fuori dei Paesi Bassi, Haitink è stato direttore principale della London Philharmonic Orchestra dal 1967 al 1979. Haitink è stato anche direttore musicale della Glyndebourne Opera dal 1978 al 1988. È stato direttore musicale della Royal Opera House, Covent Garden dal 1987 al 2002, dove è stato elogiato per la sua musicalità, ma ha ricevuto critiche per il suo grado di attaccamento all'intera organizzazione.

Dal 2002 al 2004, Haitink è stato direttore principale del Staatskapelle di Dresda (SKD). Il suo contratto originale con Dresda era fino al 2006, ma Haitink si è dimesso nel 2004 per controversie con l'intendente della Staatskapelle, Gerd Uecker, sulla scelta del successore dell'orchestra.

Bernard Haitink (1929).

Haitink è stato il principale direttore ospite del Orchestra Sinfonica di Boston (BSO) dal 1995 al 2004, anno in cui ha assunto il nuovo titolo di direttore d'orchestra emerito. Inoltre, è apparso con l'Orchestre National de France e la London Symphony Orchestra. All'inizio degli anni 2000, ha registrato i cicli sinfonici completi di Beethoven e Brahms con la London Symphony Orchestra (LSO) per l'etichetta LSO Live. Haitink è un membro onorario della Filarmonica di Berlino.

Nell'aprile 2006, dopo un acclamato impegno di due settimane nel marzo 2006 con il Orchestra Sinfonica di Chicago (CSO), il CSO ha nominato Haitink nella nuova posizione di direttore principale, a partire dalla stagione 2006-2007. La durata del contratto era di quattro anni. Haitink aveva rifiutato un'offerta del CSO di diventare direttore musicale, citando la sua età. In relazione a questo contratto, Haitink ha dichiarato che "ogni conduttore, me compreso, ha una data di scadenza". Ha concluso la sua direzione principale a Chicago nel giugno 2010 con una serie di concerti delle sinfonie complete di Beethoven e ha ricevuto il Theodore Thomas Medallion dall'orchestra.

Haitink ha diretto e registrato un'ampia varietà di repertorio, con le sinfonie complete di Beethoven, Brahms, Schumann, Tchaikovsky, Bruckner, Mahler, Shostakovich e Vaughan Williams, e i concerti per pianoforte completi di Beethoven e Brahms con Claudio Arrau notevole tra le sue registrazioni. Haitink ha realizzato molte registrazioni per diverse etichette, tra cui Philips Records, EMI Classics, Columbia Records, LSO Live, RCO Live e CSO Resound. Altre registrazioni includono le opere orchestrali complete di Debussy, le due sinfonie di Elgar, le tre opere di Mozart / Da Ponte e il ciclo completo dell'opera di Wagner Der Ring des Nibelungen e l'opera Tannhäuser.

Haitink ha formalmente dichiarato in un articolo del 2004 che non avrebbe più diretto l'opera, ma ha fatto delle eccezioni nel 2007, dirigendo tre spettacoli di Parsifal a Zurigo in marzo e aprile e cinque di Pelléas et Mélisande a Parigi (Théâtre des Champs-Élysées) a giugno . Ha dichiarato nel 2004 che non aveva intenzione di dirigere di nuovo alla Royal Opera, Covent Garden. Tuttavia, un annuncio dell'aprile 2007 affermava che Haitink sarebbe tornato alla Royal Opera nel dicembre 2007, con la stessa produzione zurighese di Parsifal, e ha adempiuto a questo impegno.

Bernard Haitink (1929).

Più di recente, Haitink ha tenuto per diversi anni corsi di perfezionamento in direzione d'orchestra per giovani direttori a Lucerna. Nel giugno 2015, l'Orchestra Giovanile dell'Unione Europea ha annunciato la nomina di Haitink come suo direttore d'orchestra vincitore, con effetto immediato. 

17-02-2017: Bernard Haitink (1929) e Amsterdam Royal Concertgebouw Orchestra (RCO / KCO) riuniti ad Amsterdam (video clip).

Le persone suonano Mahler troppo forte

Sul tavolo, accanto al suo iPhone (Haitink è un fanatico dei gadget, secondo sua moglie Patricia), c'è la colonna sonora di Mahler's Song of the Earth. "Le persone giocano a Mahler fin troppo", dice, sorprendentemente. "La mia preoccupazione è che Mahler venga eseguito sempre più forte per avere successo." Questo è l'opposto del ponderato approccio architettonico di Haitink. “Quando ero molto giovane e ho iniziato a suonare Mahler a Londra, le sale erano semivuote. Ora ha questa enorme popolarità. Ogni orchestra che vuole un successo va in tour con una sinfonia di Mahler. Mahler ha detto: "Arriverà il mio momento". Ma non sono sicuro di quanto sarebbe stato contento. "

“Tutta la sua vita è stata una lotta contro tutto e tutti. Mahler aveva il talento per soffrire! " 

Premi e riconoscimenti

  • Cavaliere Onorario Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico (Regno Unito, 1977).
  • Gramophone Awards per le sue registrazioni nel 1980 (opere orchestrali di Debussy), 1985 (Don Giovanni di Mozart), 1986 e 1990 (sinfonie di Vaughan Williams).
  • Premio Erasmus, (Paesi Bassi, 1991).
  • Laurence Olivier Award for Outstanding Achievement in Opera, (Regno Unito, 1996 e 2002).
  • Medaglia onoraria per le arti e la scienza dell'Ordine della Casa d'Orange (Paesi Bassi, 2000).
  • Honorary Companion of Honor (Regno Unito, 2002).
  • Premio Vereniging van Schouwburg- en Concertgebouwdirecties (Paesi Bassi, 2007).
  • Musical America "Musician of the Year" (USA, 2007).
  • Grammy Awards (USA, 2003 e 2008).
  • Gramophone Awards Lifetime Achievement Award (Regno Unito, 2015).
  • Dutch Classical Edison Oeuvre Award 2016. Secondo la giuria quest'anno il prezzo può essere assegnato solo a Haitink. "Le riunioni dell'opera sono state brevi quest'anno." L'87enne Haitink è attivo come direttore d'orchestra da oltre 50 anni. Ha diretto orchestre di fama mondiale come il Orchestra Filarmonica di Berlino (BPO), Orchestra Sinfonica di Chicago (CSO) e Orchestra Sinfonica di Chicago (CSO). Haitink ritorna nel febbraio 2017 come direttore del Amsterdam Royal Concertgebouw Orchestra (RCO / KCO). È stato il direttore principale della RCO tra il 1961 e il 1988 (Paesi Bassi, 21-11-2016).

Discografia selezionata 

Amsterdam Royal Concertgebouw Orchestra (RCO / KCO):

  • Mahler: Sinfonie 1-9 (Philips).
  • Mahler: Sinfonia n. 2 "Resurrection". Elly Ameling, Aafje Heynis, coro della radio olandese, (Philips 1968).

Orchestra Sinfonica di Chicago (CSO):

  • Mahler: Sinfonia n. 2 (2009).
  • Mahler: Sinfonia n. 3 (2007).
  • Mahler: Sinfonia n. 6 (2008).

Sinfonia n. 7Bernard Haitink (1929) e  Amsterdam Royal Concertgebouw Orchestra (RCO / KCO).

Bernard Haitink possiede un'edizione speciale in facsimile di "Das Lied von der Erde“. Questo punteggio di Willem Mengelberg (1871-1951) è pieno di note per le esibizioni del 1912 ad Amsterdam. Sul frontespizio Willem Mengelberg (1871-1951) scrive che lo stesso Gustav Mahler si sentì "Das Lied von der Erde"È stato il suo lavoro più difficile da eseguire. Nell'ultima pagina della partitura, come "Das Lied von der Erde"Immagini fisse, Willem Mengelberg (1871-1951) ha scritto più volte, per ricordare a se stesso: soft, soft, pianississimo.

Bernard Haitink (1929).

Fine alla carriera

12-06-2019 Londra: Bernard Haitink (1929), 27 anni capo della Orchestra Royal Concertgebouw di Amsterdam (RCO), pone fine alla sua carriera dopo 65 anni. La sua ultima esibizione ad Amsterdam (Bruckner Symphony No.7) è il 15-06-2019 nel Concertgebouw reale di Amsterdam con il Orchestra Royal Concertgebouw di Amsterdam (RCO). Sarà il suo 1510 ° concerto con la RCO dal suo debutto nel 1956. Il 06-09-2019, a Lucerna, Svizzera, dirige per l'ultima volta.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: