Arthur Schnitzler (1862-1931), ca. 1878.

  • Professione: dottore in medicina, scrittore e drammaturgo.
  • Residenze: Vienna.
  • Relazione con Mahler:
  • Corrispondenza con Mahler:
  • Nato: 15-05-1862 Vienna, Austria.
  • Indirizzo 1910-1931: Villa Schnitzler, Sternwartestrasse 71, Vienna, Austria.
  • Morto: 21-10-1931 Vienna, Austria. 68 anni.
  • Sepolto: 00-00-0000 Cimitero centrale, Vecchio Cimitero Ebraico, Vienna, Austria. Tomba 6-0-4.

Arthur Schnitzler era un autore e drammaturgo austriaco. Arthur Schnitzler, figlio di un eminente laringoiatra ungherese Johann Schnitzler (1835-1893) e Luise Markbreiter (1838-1911), figlia del medico viennese Philipp Markbreiter, nacque a Praterstrasse 16, Leopoldstadt, Vienna, capitale dell'Impero austriaco (come del 1867, parte della doppia monarchia austro-ungarica). I suoi genitori provenivano entrambi da famiglie ebree. Nel 1879 Schnitzler iniziò a studiare medicina all'Università di Vienna e nel 1885 ottenne il dottorato in medicina. Ha iniziato a lavorare all'Ospedale Generale di Vienna (tedesco: Allgemeines Krankenhaus der Stadt Wien), ma alla fine ha abbandonato la pratica della medicina a favore della scrittura.

Il 26 agosto 1903, Schnitzler sposò Olga Gussmann (1882-1970), un'aspirante attrice e cantante di 21 anni proveniente da una famiglia ebrea della classe media. Ebbero un figlio, Heinrich (1902-1982), nato il 9 agosto 1902. Nel 1909 ebbero una figlia, Lili, che si suicidò nel 1928. Gli Schnitzlers si separarono nel 1921. Schnitzler morì il 21 ottobre 1931, a Vienna, di un'emorragia cerebrale. Nel 1938, al seguito dell'Anschluss, Heinrich andò negli Stati Uniti e non tornò in Austria fino al 1959. Divenne padre del musicista ed ecologo austriaco Michael Schnitzler, nato nel 1944 a Berkeley, in California, trasferitosi a Vienna con i suoi genitori nel 1959.

Arthur Schnitzler (1862-1931).

Le opere di Schnitzler sono state spesso controverse, sia per la loro franca descrizione della sessualità (in una lettera a Schnitzler Sigmund Freud ha confessato "Ho avuto l'impressione che tu abbia appreso per intuizione - sebbene in realtà come risultato di una sensibile introspezione - tutto ciò che ho dovuto dissotterrare da un laborioso lavoro su altre persone ") e per la loro forte presa di posizione contro l'antisemitismo, rappresentata da opere come la sua commedia Professor Bernhardi e il suo romanzo Der Weg ins Freie. Tuttavia, sebbene Schnitzler fosse egli stesso ebreo, il professor Bernhardi e Fräulein Else sono tra i pochi protagonisti ebrei chiaramente identificati nel suo lavoro.

Schnitzler è stato bollato come pornografo dopo l'uscita della sua commedia Reigen, in cui vengono mostrate dieci coppie di personaggi prima e dopo l'atto sessuale, che conducono e finiscono con una prostituta. Il furore dopo questa commedia fu espresso nei termini più forti antisemiti. Reigen è stato trasformato in un film in lingua francese nel 1950 dal regista tedesco Max Ophüls nel ruolo di La Ronde. Il film ha ottenuto un notevole successo nel mondo di lingua inglese, con il risultato che l'opera di Schnitzler è meglio conosciuta lì con il suo titolo francese. Anche il film Circle of Love (1964) di Roger Vadim e Der Reigen (1973) di Otto Schenk sono basati sull'opera. Più recentemente, nel film 360 di Fernando Meirelles, il dramma di Schnitzler è stato dotato di una nuova versione, come è avvenuto per molte altre produzioni televisive e cinematografiche.

Nella novella Fräulein Else (1924) Schnitzler potrebbe confutare una controversa critica al personaggio ebraico di Otto Weininger (1903) posizionando la sessualità della giovane protagonista ebrea. La storia, un flusso di coscienza in prima persona narrato da una giovane donna aristocratica, rivela un dilemma morale che finisce in tragedia.

In risposta a un intervistatore che ha chiesto a Schnitzler cosa ne pensasse dell'opinione critica secondo cui le sue opere sembravano trattare tutti gli stessi argomenti, ha risposto: “Scrivo di amore e di morte. Quali altri soggetti ci sono? " Nonostante la sua serietà di intenti, Schnitzler si avvicina spesso alla farsa in camera da letto nelle sue opere teatrali (e ha avuto una relazione con una delle sue attrici, Adele Sandrock). Il professor Bernhardi, un'opera teatrale su un medico ebreo che allontana un prete cattolico per risparmiare a un paziente la consapevolezza di essere in punto di morte, è la sua unica grande opera drammatica senza un tema sessuale.

Membro del gruppo avant-garde Young Vienna (Jung Wien), Schnitzler giocava con convenzioni formali e sociali. Con il suo racconto del 1900, il tenente Gustl, fu il primo a scrivere narrativa tedesca nella narrazione flusso di coscienza. La storia è un ritratto poco lusinghiero del suo protagonista e dell'ossessivo codice d'onore formale dell'esercito. Ha fatto sì che Schnitzler venisse privato del suo incarico di ufficiale di riserva nel corpo medico - qualcosa che dovrebbe essere visto contro la crescente ondata di antisemitismo del tempo.

Arthur Schnitzler (1862-1931) Anatol.

Si è specializzato in opere più brevi come novelle e opere in un atto. E nei suoi racconti come “The Green Tie” (“Die grüne Krawatte”) si è mostrato uno dei primi maestri della microfiction. Tuttavia scrisse anche due romanzi a figura intera: Der Weg ins Freie su un giovane compositore talentuoso ma non molto motivato, una brillante descrizione di un segmento della società viennese prima della prima guerra mondiale; e Therese artisticamente meno soddisfacente.

Oltre alle sue opere teatrali e alla narrativa, Schnitzler ha tenuto meticolosamente un diario dall'età di 17 anni fino a due giorni prima della sua morte. Il manoscritto, che copre quasi 8,000 pagine, è particolarmente degno di nota per le descrizioni casuali delle conquiste sessuali di Schnitzler: spesso era in relazione con più donne contemporaneamente e per un periodo di alcuni anni ha tenuto un registro di ogni orgasmo. Sono state pubblicate anche raccolte di lettere di Schnitzler.

Villa Schnitzler (Sternwartestrasse 71)

Sternwartestrasse, XVIII, Vienna, Austria.

Villa Schnitzler, Sternwartestrasse 71, Vienna. Arthur Schnitzler (1862-1931) con la figlia Lili (1909-1928, sposò il fascista Arnoldo Cappellini e suicida a 19 anni a Venezia) al balcone. Nel giardino sua moglie Olga Schnitzler-Gussmann (1882-1970, 20 anni più giovane del marito) con il figlio Heinrich (1902-1982).

Le opere di Schnitzler furono chiamate "sporcizia ebraica" da Adolf Hitler e furono bandite dai nazisti in Austria e Germania. Nel 1933, quando Joseph Goebbels organizzò roghi di libri a Berlino e in altre città, le opere di Schnitzler furono gettate nel fuoco insieme a quelle di altri ebrei, tra cui Einstein, Marx, Kafka, Freud e Stefan Zweig. La sua novella Fräulein Else è stata adattata diverse volte, tra cui il film muto tedesco Fräulein Else (1929), con Elisabeth Bergner, e un film argentino del 1946, The Naked Angel, con Olga Zubarry.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: