Alban Berg (1885-1935).

  • Professione: compositore, pedagogo.
  • Residenze: Vienna.
  • Relazione con Mahler: seconda scuola viennese. Nel 1935 Alban Berg (1885-1935) ha scritto un concerto per violino "Dem Andenken eines Engels" in memoria di Manon Gropius (1916-1935). Prima esecuzione 19-04-1936 a Barcellona del violinista russo-americano Louis Krasner. Dopo la morte di Bergs.
  • Corrispondenza con Mahler: 
  • Nato: 09-02-1885, Vienna, Austria.
  • Morto: 24-12-1935, Vienna, Austria. 50 anni. Avvelenamento del sangue causato da una puntura di vespa alla schiena.
  • Sepolto: 28-12-1935 Cimitero di Hietzing, Vienna, Austria. Tomba 49-24F.

Alban Maria Johannes Berg è stato un compositore austriaco. Era un membro della seconda scuola viennese con Arnold Schoenberg e Anton Webern, e ha prodotto composizioni che combinavano il romanticismo mahleriano con un adattamento personale della tecnica dei dodici toni di Schoenberg. Berg è nato a Vienna, il terzo di quattro figli di Johanna e Conrad Berg. La sua famiglia ha vissuto comodamente fino alla morte di suo padre nel 1900.

Attività Educativa

Da bambino si interessava più alla letteratura che alla musica e iniziò a comporre solo all'età di quindici anni, quando iniziò ad insegnare musica da solo. Alla fine di febbraio o all'inizio di marzo 1902 generò un figlio con Marie Scheuchl, una serva della famiglia Berg. Sua figlia Albine è nata il 4 dicembre 1902.

Berg aveva una scarsa educazione musicale formale prima di diventare uno studente di Arnold Schoenberg nell'ottobre 1904. Con Schoenberg studiò contrappunto, teoria musicale e armonia. Nel 1906 studiava musica a tempo pieno; nel 1907 iniziò le lezioni di composizione. Le sue composizioni studentesche includevano cinque bozze per sonate per pianoforte. Ha anche scritto canzoni, tra cui le sue Sette prime canzoni (Sieben Frühe Lieder), tre delle quali sono state la prima opera di Berg eseguita pubblicamente in un concerto che ha caratterizzato la musica degli alunni di Schoenberg a Vienna quell'anno.

I primi schizzi della sonata culminarono infine nella Sonata per pianoforte di Berg op. 1 (1907–1908); è una delle “prime” opere più formidabili mai scritte. Berg studiò con Schoenberg per sei anni fino al 1911. Berg lo ammirava come compositore e mentore, e rimasero amici stretti per tutta la vita.

Tra gli insegnamenti di Schoenberg c'era l'idea che l'unità di una composizione musicale dipenda dal fatto che tutti i suoi aspetti derivano da un'unica idea di base; questa idea fu in seguito nota come variazione in via di sviluppo. Berg lo trasmise ai suoi studenti, uno dei quali, Theodor W. Adorno, affermò: "Il principio principale che trasmetteva era quello della variazione: tutto doveva svilupparsi da qualcos'altro e tuttavia essere intrinsecamente diverso". La Sonata per pianoforte è un esempio: l'intera composizione è derivata dal gesto quartale di apertura dell'opera e dalla sua frase di apertura.

Innovazione

Berg faceva parte dell'élite culturale di Vienna durante l'inebriante periodo di fin de siècle. La sua cerchia comprendeva i musicisti Alexander von Zemlinsky e Franz Schreker (1878-1934), il pittore Gustav Klimt, lo scrittore e satirico Karl Kraus, l'architetto Adolf Loos e il poeta Peter Altenberg. Nel 1906 Berg conobbe la cantante Helene Nahowski, figlia di una famiglia benestante (detta da alcuni in realtà figlia illegittima dell'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria dal suo legame con Anna Nahowski); nonostante l'ostilità esteriore della sua famiglia, i due si sono sposati il ​​03-05-1911.

Nel 1913, due dei Cinque canti su cartolina di Berg, testi di Peter Altenberg (1912) furono presentati in prima assoluta a Vienna, diretti da Schoenberg nel famigerato Skandalkonzert. Ambientazioni di enunciati poetici aforistici, le canzoni sono accompagnate da una grandissima orchestra. Lo spettacolo provocò una rivolta e dovette essere interrotto. Questo è stato un duro colpo per la fiducia in se stesso di Berg: ha effettivamente ritirato il lavoro, che è sicuramente [ricerca originale?] Una delle prime composizioni orchestrali più innovative e sicure della letteratura, e non è stato eseguito per intero fino al 1952. Il la partitura è rimasta inedita fino al 1966.

Dal 1915 al 1918, Berg prestò servizio nell'esercito austro-ungarico e durante un periodo di congedo nel 1917 accelerò i lavori alla sua prima opera, Wozzeck. Dopo la fine della prima guerra mondiale, si stabilì di nuovo a Vienna dove insegnò agli alunni privati. Ha anche aiutato Schoenberg a gestire la sua Society for Private Musical Performances, che ha cercato di creare l'ambiente ideale per l'esplorazione e l'apprezzamento di nuova musica sconosciuta per mezzo di prove aperte, esibizioni ripetute e l'esclusione di critici professionisti.

Berg aveva un particolare interesse per il numero 23, utilizzandolo per strutturare diverse opere. Sono stati fatti vari suggerimenti sul motivo di questo interesse: che l'ha preso dalla teoria dei bioritmi di Wilhelm Fliess, in cui un ciclo di 23 giorni è considerato significativo, o perché ha subito un attacco d'asma il 23 del mese.

Successo di Wozzeck

Tre estratti di Wozzeck furono eseguiti nel 1924, e questo portò a Berg il suo primo successo di pubblico. L'opera, che Berg completò nel 1922, fu rappresentata per la prima volta il 14 dicembre 1925, quando Erich Kleiber diresse la prima rappresentazione a Berlino. Oggi Wozzeck è considerato una delle opere più importanti del secolo. Berg ha completato l'orchestrazione solo dei primi due atti della sua successiva opera in tre atti Lulu, prima di morire.

I primi due atti furono eseguiti con successo in prima assoluta a Zurigo nel 1937, ma per motivi personali Helene Berg successivamente impose il divieto di qualsiasi tentativo di "completare" l'atto finale, che Berg aveva di fatto completato in particolare (partitura breve). Un'orchestrazione fu quindi commissionata in segreto a Friedrich Cerha e debuttata a Parigi (con Pierre Boulez) solo nel 1979, subito dopo la morte di Helene Berg. L'opera completa è entrata rapidamente nel repertorio come uno dei punti di riferimento della musica contemporanea e, come Wozzeck, rimane un'attrazione costante del pubblico.

Berg aveva interrotto l'orchestrazione di Lulu a causa di una commissione inaspettata (e finanziariamente molto necessaria) dal violinista russo-americano Louis Krasner per un concerto per violino (1935). Questa opera profondamente elegiaca, composta con una velocità insolita e postuma in prima mondiale, è diventata la composizione più conosciuta e amata di Berg.

Come gran parte del suo lavoro maturo, utilizza un adattamento idiosincratico della tecnica a dodici toni di Schoenberg che consente al compositore di produrre passaggi che evocano apertamente tonalità, comprese citazioni di musica tonale storica, come un corale di Bach e una canzone popolare della Carinzia. Il Concerto per violino è stato dedicato “alla memoria di un Angelo”, Manon Gropius, figlia defunta dell'architetto Walter Gropius e Alma Mahler.

Altre composizioni ben note di Berg includono la Lyric Suite (1926), che in seguito fu dimostrato di impiegare elaborati cifrari per documentare una storia d'amore segreta; i Tre pezzi per orchestra post-Mahleriani (completati nel 1915 ma eseguiti solo dopo Wozzeck); e il Concerto da camera (Kammerkonzert, 1923–25) per violino, pianoforte e tredici strumenti a fiato: quest'ultimo è scritto in modo così coscienzioso che Pierre Boulez l'ha definito "la composizione più rigorosa di Berg" e anch'esso è permeato di cifrari e divulgato postumo programmi nascosti. Berg morì a Vienna, la vigilia di Natale del 13, per avvelenamento del sangue apparentemente causato da un carbonchio indotto da una puntura d'insetto sulla schiena. Aveva 1935 anni.

Eredità

Berg è ricordato come uno dei compositori più importanti del XX secolo e ad oggi è il compositore d'opera più interpretato della Seconda Scuola Viennese. Si ritiene che abbia portato più valori umani al sistema a dodici toni, le sue opere sono viste come più emozionanti di quelle di Schoenberg. Criticamente si vede che ha conservato la tradizione viennese nella sua musica.

La sua popolarità si è assicurata più facilmente di molti altri modernisti poiché ha plausibilmente combinato idiomi romantici ed espressionisti. Sebbene il romanticismo di Berg un tempo sembrasse uno svantaggio per alcuni compositori più modernisti, lo studioso di Berg Douglas Jarman scrive nel New Grove: "Mentre il XX secolo si chiudeva, il Berg 'che guarda indietro' improvvisamente è arrivato, come ha osservato George Perle, il suo compositore più lungimirante. "

Alban Berg (1885-1935) by Arnold Schönberg (1874-1951) in 1910.

  • Molte opere composte.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: