Adrian Boult (1889-1983) e Arnold Josef Rose (1863-1946).

  • Professione: Direttore
  • Residenze: Londra
  • Relazione con Mahler: 
  • Corrispondenza con Mahler: 
  • Nato: 08-04-1889 Chester, Inghilterra
  • Sposato: 1933 Ann
  • Ripreso: 1981
  • Morto: 22-02-1983 In una casa di cura nel Kent, in Inghilterra. 93 anni.
  • Sepolto: quando Boult morì, non ci furono funerali poiché aveva voluto il suo corpo alla scienza. Ma la BBC Symphony Orchestra ha tenuto un concerto commemorativo e nel 1984 una lapide commemorativa è stata collocata nell'abbazia di Westminster vicino alle tombe di Henry Purcell, Handel e Vaughan Williams. 

Sir Adrian Cedric Boult era un direttore d'orchestra inglese. Cresciuto in una prospera famiglia di mercantili, ha seguito studi musicali in Inghilterra ea Lipsia, in Germania, con i primi lavori di direzione a Londra per la Royal Opera House e la compagnia di balletto di Sergei Diaghilev. Il suo primo incarico di rilievo fu direttore della City of Birmingham Orchestra nel 1924. Quando la British Broadcasting Corporation lo nominò direttore della musica nel 1930, fondò la BBC Symphony Orchestra e ne divenne il direttore principale. L'orchestra stabilì standard di eccellenza che in Gran Bretagna furono rivali solo dalla London Philharmonic Orchestra (LPO), fondata due anni dopo.

Costretto a lasciare la BBC nel 1950 al raggiungimento dell'età pensionabile, Boult ha assunto la direzione principale della LPO. L'orchestra era diminuita rispetto al suo apice degli anni '1930, ma sotto la sua guida le sue fortune furono riprese. Si ritirò come direttore principale nel 1957 e in seguito accettò la carica di presidente. Sebbene nell'ultima parte della sua carriera abbia lavorato con altre orchestre, tra cui la London Symphony Orchestra, la Philharmonia Orchestra, la Royal Philharmonic Orchestra e la sua ex orchestra, la BBC Symphony, era la LPO con la quale era principalmente associato, dirigendo in concerti e registrazioni fino al 1978, in quella che fu ampiamente chiamata la sua “Indian Summer”.

Boult era noto per la sua difesa della musica britannica. Ha tenuto la prima esecuzione di The Planets del suo amico Gustav Holst e ha introdotto nuovi lavori di, tra gli altri, Elgar, Bliss, Britten, Delius, Tippett, Vaughan Williams e Walton. Negli anni della BBC ha introdotto opere di compositori stranieri, tra cui Bartók, Berg, Stravinsky, Schoenberg e Webern. Un uomo modesto che non amava le luci della ribalta, Boult si sentiva a suo agio nello studio di registrazione come sulla piattaforma del concerto, registrando durante la sua carriera. Dalla metà degli anni '1960 fino al suo ritiro dopo le sue ultime sessioni nel 1978 registrò ampiamente per la EMI. Oltre a una serie di registrazioni che sono rimaste nel catalogo per tre o quattro decenni, l'eredità di Boult include la sua influenza su importanti direttori delle generazioni successive, tra cui Colin Davis e Vernon Handley.

vita in anticipo

Boult è nato a Chester, Cheshire, nel nord ovest dell'Inghilterra, secondo figlio e unico figlio di Cedric Randal Boult (1853-1950), e sua moglie Katharine Florence nata Barman (nata nel 1927). Cedric Boult era un giudice di pace e un uomo d'affari di successo legato alla navigazione di Liverpool e al commercio di petrolio; Cedric e la sua famiglia avevano "una visione unitaria liberale degli affari pubblici" con una storia di filantropia. Quando Boult aveva due anni la famiglia si trasferì a Blundellsands, dove gli fu data un'educazione musicale. Fin dalla tenera età ha assistito a concerti a Liverpool, diretti principalmente da Hans Richter. Ha studiato alla Westminster School di Londra, dove nel tempo libero ha assistito a concerti diretti, tra gli altri, da Sir Henry Wood, Claude Debussy, Arthur Nikisch, Fritz Steinbach e Richard Strauss. Il suo biografo, Michael Kennedy, scrive: "Pochi scolari possono aver assistito a tante esibizioni di grandi artisti quante ne sentì Boult tra il 1901 e l'ottobre 1908, quando andò a Christ Church, Oxford". Mentre era ancora uno scolaro, Boult ha incontrato il compositore Edward Elgar tramite Frank Schuster, un amico di famiglia.

Al Christ Church College di Oxford, dove era uno studente universitario dal 1908 al 1912, Boult studiò storia ma in seguito passò alla musica, in cui il suo mentore era l'accademico musicale e direttore d'orchestra Hugh Allen. Tra gli amici musicali che fece ad Oxford c'era Ralph Vaughan Williams, che divenne un amico per tutta la vita. Nel 1909 Boult presentò un documento a un gruppo musicale di Oxford, la Oriana Society, intitolato Some Notes on Performance, in cui stabilì tre precetti per un'esecuzione ideale: osservanza dei desideri del compositore, chiarezza attraverso l'enfasi sull'equilibrio e la struttura, e il effetto di musica realizzata senza apparente sforzo. Questi principi guida sono durati per tutta la sua carriera. Fu presidente dell'University Musical Club per l'anno 1910, ma i suoi interessi non erano del tutto limitati alla musica: era un vogatore appassionato, accarezzava la sua barca del college a Henley, e per tutta la vita rimase membro del Leander Club.

Boult si è laureato nel 1912, con una laurea di base. Ha continuato la sua formazione musicale al Conservatorio di Lipsia nel 1912-1913. Il musicista Hans Sitt era responsabile della classe di direzione, ma l'influenza principale di Boult era Nikisch. In seguito ha ricordato: "Sono andato a tutti i suoi (Arthur Nikisch (1855-1922)) prove e concerti nella Gewandhaus. … Aveva una tecnica di bacchetta sorprendente e una grande padronanza dell'orchestra: tutto era indicato con assoluta precisione. Ma c'erano altri che erano interpreti migliori ". Boult ammirava Nikisch" non tanto per la sua abilità musicale, ma per il suo incredibile potere di dire ciò che voleva con un po 'di legno. Ha parlato molto poco ”. Questo stile era in accordo con l'opinione di Boult che "tutti i direttori dovrebbero essere rivestiti in un invisibile Tarnhelm che rende possibile godersi la musica senza vedere nessuna delle buffonate che vanno avanti". Ha cantato in festival corali e al Festival di Leeds del 1913, dove ha visto dirigere Nikisch. Lì fece la conoscenza di George Butterworth e di altri compositori britannici. Nello stesso anno Boult è entrato a far parte dello staff musicale della Royal Opera House, Covent Garden, dove il suo lavoro più importante è stato quello di assistere la prima produzione britannica del Parsifal di Wagner, e fare "lavori strani con segnali luminosi" mentre Nikisch dirigeva il ciclo Ring.

Primo lavoro di conduzione

Boult ha debuttato come direttore professionale il 27 febbraio 1914 alla West Kirby Public Hall, con i membri della Liverpool Philharmonic Orchestra. Il suo programma comprendeva brani orchestrali di Bach, Butterworth, Mozart, Schumann, Wagner e Hugo Wolf, intervallati da arie di Mozart e Verdi cantate da Agnes Nicholls. Boult fu dichiarato non idoneo dal punto di vista medico per il servizio attivo durante la prima guerra mondiale e fino al 1916 prestò servizio come ufficiale ordinato in un'unità di riserva. È stato reclutato dal Ministero della Guerra come traduttore (parlava bene francese, tedesco e italiano). Nel tempo libero organizza e dirige concerti, alcuni dei quali sovvenzionati dal padre, con l'obiettivo di dare lavoro a musicisti orchestrali e portare la musica a un pubblico più vasto.

Poco prima dell'armistizio, Gustav Holst fece irruzione nel mio ufficio: "Adrian, la YMCA mi sta mandando a Salonicco molto presto e Balfour Gardiner, che benedica il suo cuore, mi ha fatto un regalo di addio costituito dalla Queen's Hall, piena della Queen's Hall Orchestra per tutta la domenica mattina. Quindi faremo The Planets e tu dovrai dirigere ".

Nel 1918 Boult diresse la London Symphony Orchestra in una serie di concerti che includevano importanti opere britanniche recenti. Tra questi c'era la prima di una versione rivista della A London Symphony di Vaughan Williams, una performance che è stata "piuttosto rovinata da un'incursione degli Zeppelin". La sua prima più nota di questo periodo fu The Planets di Holst. Boult condusse la prima rappresentazione il 29 settembre 1918 davanti a un pubblico di circa 250 invitati. Holst scrisse in seguito sulla sua copia della partitura: "Questa copia è di proprietà di Adrian Boult che per primo fece brillare in pubblico i pianeti e quindi si guadagnò la gratitudine di Gustav Holst. "

Elgar era un altro compositore che aveva motivo di essere grato a Boult. La sua seconda sinfonia, dalla sua prima nove anni prima, aveva ricevuto poche interpretazioni. Quando Boult lo diresse alla Queen's Hall nel marzo 1920 tra “grandi applausi” e “frenetico entusiasmo”, il compositore gli scrisse: “Con i suoni che mi risuonano nelle orecchie mando una parola di ringraziamento per la tua splendida direzione del Sym. ... Sento che la mia reputazione in futuro è al sicuro nelle tue mani. " L'amico e biografo di Elgar, il violinista WH Reed, ha scritto che l'esecuzione di Boult del lavoro trascurato di Elgar ha portato “la grandezza e la nobiltà dell'opera” all'attenzione del pubblico più ampia.

Adrian Boult (1889-1983).

Boult ha svolto un'ampia varietà di lavori negli anni successivi alla guerra. Nel 1919 successe a Ernest Ansermet come direttore musicale della compagnia di balletto di Sergei Diaghilev. Sebbene Ansermet avesse dato a Boult tutto l'aiuto possibile nella sua preparazione, c'erano quattordici balletti nel repertorio della compagnia, nessuno dei quali Boult sapeva. In un breve periodo, a Boult fu richiesto di padroneggiare colonne sonore come Petrushka, The Firebird, Scheherazade, La Boutique fantasque e The Good-Humored Ladies. Nel giugno 1921, Boult diresse per la settimana sperimentale Opera Intime di Theodore Komisarjevsky e Vladimir Rosing alla Aeolian Hall di Londra. Ha anche assunto un incarico accademico. Quando Hugh Allen succedette a Sir Hubert Parry come preside del Royal College of Music, invitò Boult a iniziare un corso di direzione sulla falsariga di Lipsia, il primo in Inghilterra. Boult tenne le lezioni dal 1919 al 1930. Nel 1921 ottenne un dottorato in musica.

Birmingham

Nel 1923 Boult diresse la prima stagione dei concerti di Robert Mayer per bambini, ma la sua partecipazione alla stagione successiva fu impedita dalla sua nomina nel 1924 a direttore della Birmingham Festival Choral Society. Ciò lo portò a diventare direttore musicale della City of Birmingham Orchestra, dove rimase in carica per sei anni, attirando l'attenzione diffusa con i suoi programmi avventurosi.

Il vantaggio del posto di Birmingham era che per la prima volta nella sua vita Boult aveva la sua orchestra e il controllo esclusivo della programmazione; l'unica volta nella sua vita, disse in seguito, quando fu così. Gli svantaggi erano che l'orchestra era finanziata in modo inadeguato, i locali disponibili (incluso il municipio) erano insoddisfacenti, il critico musicale del Birmingham Post, AJ Symons, era una costante spina nel fianco di Boult, e il pubblico locale dei concerti aveva gusti conservatori. Nonostante questo conservatorismo, Boult ha programmato tutta la musica innovativa che era pratica, comprese le opere di Gustav Mahler (1860-1911), Stravinsky e Bruckner. Tali deviazioni dal repertorio attese dai frequentatori abituali dei concerti deprimevano gli incassi al botteghino, richiedendo sussidi a benefattori privati, inclusa la famiglia di Boult.

Mentre era a Birmingham Boult ha avuto l'opportunità di dirigere una serie di opere, principalmente con la British National Opera Company, per la quale ha diretto Die Walküre e Otello. Ha anche diretto una vasta gamma di opere di compositori come Purcell, Mozart e Vaughan Williams. Nel 1928 succedette a Vaughan Williams come direttore del Bach Choir di Londra, posizione che mantenne fino al 1931.

BBC Symphony Orchestra

Le visite a Londra della Hallé Orchestra e in particolare della Filarmonica di Berlino diretta da Wilhelm Furtwängler nel 1929 avevano messo in luce gli standard relativamente poveri delle orchestre londinesi. Sir Thomas Beecham e il direttore generale della BBC Sir John Reith desideravano fondare un'orchestra sinfonica di prima classe e, in linea di principio, concordarono di farlo insieme. Solo un piccolo numero di attori principali è stato reclutato prima che i negoziati fallissero. Beecham si ritirò e con Malcolm Sargent fondò presto la rivale London Philharmonic Orchestra.

Nel 1930 Boult tornò a Londra per succedere a Percy Pitt come direttore della musica alla BBC. Dopo aver assunto l'incarico, Boult e il suo dipartimento hanno reclutato abbastanza musicisti per portare il complemento della nuova BBC Symphony Orchestra a 114. Un numero considerevole di questi musicisti si è esibito ai Promenade Concerts del 1930 sotto Sir Henry Wood, e l'intera BBC Symphony Orchestra ha dato il suo primo concerto il 22 ottobre 1930, diretto da Boult alla Queen's Hall. Il programma era composto da musiche di Wagner, Brahms, Saint-Saëns e Ravel. Dei 21 programmi nella prima stagione dell'orchestra, Boult ha diretto nove e Wood cinque.

Le recensioni della nuova orchestra sono state entusiaste. Il Times ha scritto del suo "virtuosismo" e della "superba" direzione di Boult. The Musical Times ha commentato: "Il vanto della BBC che intendeva mettere insieme un'orchestra di prima classe non era un inattivo" e ha parlato di "euforia" durante l'esecuzione. The Observer ha definito l'esecuzione "del tutto magnifica" e ha detto che Boult "merita uno strumento di questo calibro eccellente su cui lavorare, e l'orchestra merita un direttore della sua efficienza e intuizione". Dopo i concerti iniziali, i suoi consiglieri dissero a Reith che l'orchestra aveva suonato meglio per Boult di chiunque altro. Reith gli chiese se desiderava assumere la direzione principale e, in tal caso, se si sarebbe dimesso da direttore della musica o avrebbe occupato entrambi i posti contemporaneamente. Boult ha optato per quest'ultimo. In seguito ha detto che questa era una decisione avventata e che non avrebbe potuto sostenere i due ruoli contemporaneamente senza gli sforzi del suo staff nel dipartimento musicale, che includeva Edward Clark, Julian Herbage e Kenneth Wright.

Durante gli anni '1930 la BBC Symphony Orchestra divenne rinomata per il suo alto livello di esecuzione e per le capaci esibizioni di Boult di musica nuova e sconosciuta. Come Henry Wood prima di lui, Boult considerava suo dovere offrire le migliori esecuzioni possibili di un'ampia gamma di compositori, compresi quelli le cui opere non gli erano personalmente congeniali. Il suo biografo, Michael Kennedy, scrive che c'era un elenco molto breve di compositori le cui opere Boult si rifiutava di dirigere, "ma sarebbe difficile dedurre chi fossero". Il lavoro pionieristico di Boult con la BBC includeva una prima esecuzione delle Variazioni di Schoenberg, op. 31, prime britanniche, tra cui l'opera Wozzeck di Alban Berg e Three Movements from the Lyric Suite, e prime mondiali, tra cui la Sinfonia n. 4 in fa minore di Vaughan Williams e il Concerto per due pianoforti e orchestra di Bartók. Ha presentato Gustav Mahler (1860-1911) La Sinfonia n. 9 a Londra nel 1934 e il Concerto per orchestra di Bartók nel 1946. Boult invitò Anton Webern a dirigere otto concerti della BBC tra il 1931 e il 1936.

L'eccellenza dell'orchestra di Boult ha attratto i principali direttori d'orchestra internazionali. Nella sua seconda stagione sono stati inclusi i conduttori ospiti Richard Strauss (1864-1949), Felix von Weingartner (1863-1942) e Bruno Walter (1876-1962), seguito, nelle stagioni successive, da Serge Koussevitzky, Beecham e Willem Mengelberg (1871-1951)Arturo Toscanini (1867-1957), ampiamente considerato all'epoca come il principale direttore d'orchestra del mondo, diresse l'orchestra della BBC nel 1935 e disse che era la più bella che avesse mai diretto. Tornò a dirigere l'orchestra nel 1937, 1938 e 1939.

Durante questo periodo, Boult accettò alcuni direttori d'orchestra ospiti internazionali, apparendo con le orchestre della Filarmonica di Vienna, della Boston Symphony e della Filarmonica di New York. Nel 1936 e nel 1937 diresse tournée europee con la BBC Symphony Orchestra, dando concerti a Bruxelles, Parigi, Zurigo, Budapest e Vienna, dove furono particolarmente ben accolti. Durante i suoi anni alla BBC, Boult non perse completamente il contatto con il mondo dell'opera e le sue esibizioni di Die Walküre al Covent Garden nel 1931 e Fidelio al Sadler's Wells Theatre nel 1930 furono considerate eccezionali.

Per molti anni Boult era stato un amico intimo del tenore Steuart Wilson e di sua moglie Ann, nata Bowles. Quando, alla fine degli anni '1920, Wilson iniziò a maltrattare sua moglie, Boult prese le sue parti. Ha divorziato da Wilson nel 1931. Nel 1933, Boult ha stupito coloro che conoscevano la sua famigerata timidezza con le donne sposandola e diventando un patrigno molto amato dai suoi quattro figli; il matrimonio è durato per il resto della sua vita. L'inimicizia che provocò in Wilson ebbe ripercussioni sulla successiva carriera di Boult. Lo stigma legato al divorzio in Gran Bretagna negli anni '1930 influenzò la carriera di Wilson ma non quella di Boult: a Wilson fu impedito di esibirsi nelle cattedrali inglesi al Three Choirs Festival, ma Boult fu invitato a dirigere l'orchestra all'Abbazia di Westminster per l'incoronazione di Giorgio VI nel 1937.

Durante la seconda guerra mondiale la BBC Symphony Orchestra fu evacuata prima a Bristol, dove subì i bombardamenti, e successivamente a Bedford. Boult si è sforzato di mantenere gli standard e il morale mentre perdeva giocatori chiave. Tra il 1939 e la fine della guerra, quaranta giocatori partirono per il servizio attivo o altre attività. Nel 1942 Boult si dimise da direttore musicale della BBC, pur rimanendo direttore principale della BBC Symphony Orchestra. Questa mossa, fatta come favore al compositore Arthur Bliss per fornirgli un lavoro in tempo di guerra adatto, in seguito divenne la rovina di Boult alla BBC. Nel frattempo, ha registrato la Seconda Sinfonia di Elgar, The Planets di Holst e Job, A Masque for Dancing di Vaughan Williams. Alla fine della guerra Boult “ha trovato un mutato atteggiamento nei confronti dell'orchestra nelle alte sfere della BBC”. Reith non era più direttore generale e senza il suo sostegno Boult dovette lottare duramente per riportare l'orchestra al suo splendore prebellico.

Il 29 settembre 1946 Boult diresse il nuovo Festival Overture di Britten, per inaugurare il terzo programma della BBC. Per questo canale culturale innovativo, Boult si è occupato di iniziative pionieristiche tra cui la prima britannica di Gustav Mahler (1860-1911)La Sinfonia n. 3. Il Times successivamente disse di questo periodo: "Il Terzo Programma non avrebbe potuto avere lo scopo che lo ha reso musicalmente famoso in tutto il mondo senza Boult." Tuttavia, i giorni della BBC di Boult erano contati. Quando fu nominato nel 1930, Reith gli aveva informalmente promesso che sarebbe stato esentato dalla regola della BBC secondo cui il personale doveva andare in pensione all'età di 60 anni. Tuttavia, Reith aveva lasciato la BBC nel 1938 e la sua promessa non aveva alcun peso per i suoi successori. Nel 1948 Steuart Wilson fu nominato capo della musica alla BBC, la carica precedentemente occupata da Boult e Bliss. Ha chiarito dall'inizio della sua nomina che intendeva che Boult sarebbe stato sostituito come direttore principale, e ha usato la sua autorità per insistere sul ritiro forzato di Boult. Il direttore generale della BBC all'epoca, Sir William Haley, non era a conoscenza dell'animus di Wilson contro Boult e in seguito ammise, in una trasmissione in omaggio a Boult, di aver "ascoltato consigli mal giudicati nel ritirarlo". Al momento del suo ritiro nel 1950, Boult aveva fatto 1,536 trasmissioni.

Una registrazione pionieristica di Gustav Mahler (1860-1911)La Sinfonia n. 3 di Mahler viene registrata dal vivo nel 1947.

Filarmonica di Londra

Dopo che divenne chiaro che Boult avrebbe dovuto lasciare la BBC, Thomas Russell, amministratore delegato della London Philharmonic Orchestra (LPO), gli offrì il posto di direttore principale della LPO in successione a Eduard van Beinum (1900-1959). Negli anni '1930 l'LPO era fiorito, ma dalla partenza di Beecham nel 1940, aveva lottato per sopravvivere. Boult era ben noto all'orchestra, essendo stato tra i musicisti che vennero in suo aiuto nel 1940. Assunse l'incarico di direttore principale della LPO nel giugno 1950, subito dopo aver lasciato la BBC, e si gettò nel compito di ricostruirla. Nei primi anni della sua direzione, le finanze della LPO erano pericolose e Boult ha sovvenzionato l'orchestra con i propri fondi per qualche tempo. La necessità di guadagnare denaro obbligò l'orchestra a suonare molti più concerti dei suoi rivali. Nella stagione 1949-1950, la LPO ha tenuto 248 concerti, rispetto ai 55 della BBC Symphony Orchestra, ai 103 della London Symphony Orchestra e ai 32 a testa delle orchestre Philharmonia e Royal Philharmonic.

Sebbene avesse lavorato a lungo in studio per la BBC, Boult aveva, fino a quel momento, registrato solo una parte del suo vasto repertorio per grammofono. Con il LPO ha iniziato una serie di registrazioni commerciali che sono continuate a ritmo variabile per il resto della sua vita lavorativa. Le loro prime registrazioni insieme furono Falstaff di Elgar, Gustav Mahler (1860-1911)Lieder eines fahrenden Gesellen con il mezzo Blanche Thebom e la prima sinfonia di Beethoven. Il lavoro del nuovo team è stato accolto con approvazione dai revisori. Di Elgar, The Gramophone ha scritto: “Non ho sentito nessun altro direttore che si avvicina alla performance (di Boult). ... La sua orchestra di recente adozione risponde in modo ammirevole ”. In The Manchester Guardian, Neville Cardus ha scritto: "Nessuno è più capace di Sir Adrian Boult di esporre i contenuti sottilmente mescolati di questo capolavoro".

Nel gennaio 1951 Boult e la LPO fecero un tour in Germania, descritto da Kennedy come "estenuante", con 12 concerti in 12 giorni consecutivi. Le sinfonie che suonarono furono la Settima di Beethoven, la Londra di Haydn, la n. 104, la Prima di Brahms, la Quarta di Schumann e il Do maggiore di Schubert. Gli altri lavori erano Introduzione e Allegro di Elgar, musica per balletto The Perfect Fool di Holst, Don Juan di Richard Strauss e Firebird di Stravinsky.

Nel 1952 la LPO ha negoziato un contratto quinquennale con Decca Records, che è stato insolitamente gratificante per l'orchestra, dandole una commissione del 10% sulla maggior parte delle vendite. Inoltre, Boult ha sempre contribuito con la sua quota delle spese di registrazione ai fondi dell'orchestra. Nello stesso anno, l'LPO è sopravvissuto a una crisi quando Russell è stato licenziato come amministratore delegato. Era un membro dichiarato del partito comunista; Quando iniziò la guerra fredda, alcuni influenti membri della LPO sentirono che le affiliazioni politiche private di Russell compromettevano l'orchestra e insistettero per il suo licenziamento. Boult, in qualità di direttore principale dell'orchestra, si schierò dalla parte di Russell, ma quando le cose arrivarono al punto Boult smise di proteggerlo. Privato di quel supporto cruciale, Russell fu costretto a lasciare. Kennedy ipotizza che il cambiamento di opinione di Boult sia stato dovuto alla crescente convinzione che l'orchestra sarebbe stata "seriamente compromessa finanziariamente" se Russell fosse rimasto in carica. Uno scrittore successivo, Richard Witts, suggerisce che Boult abbia sacrificato Russell perché credeva che ciò avrebbe aumentato le possibilità della LPO di essere nominata orchestra residente alla Royal Festival Hall.

Adrian Boult (1889-1983).

Nel 1953 Boult prese nuovamente in carico la musica orchestrale durante un'incoronazione, dirigendo un ensemble tratto da orchestre britanniche all'incoronazione di Elisabetta II. Durante i lavori, ha diretto le prime esibizioni del Processional di Bliss e della marcia di Walton Orb and Sceptre. Nello stesso anno è tornato ai Proms dopo tre anni di assenza, dirigendo l'LPO. Gli avvisi sono stati contrastanti: The Times ha trovato una sinfonia di Brahms "piuttosto incolore, imprecisa e poco interessante", ma ha elogiato Boult e la performance dell'orchestra di The Planets. Nello stesso anno l'orchestra ha festeggiato il suo 21 ° compleanno, dando una serie di concerti al Festival Hall e alla Royal Albert Hall in cui Boult è stato raggiunto da direttori ospiti tra cui Paul Kletzki, Jean Martinon, Hans Schmidt-Isserstedt, Georg Solti, Walter Susskind e Vaughan Williams.

Nel 1956 Boult e l'LPO visitarono la Russia. Boult non aveva voluto fare il giro perché volare gli faceva male alle orecchie e lunghi viaggi via terra gli facevano male alla schiena. Le autorità sovietiche hanno minacciato di annullare il tour se non lo avesse guidato e si è sentito obbligato ad andare. La LPO ha tenuto nove concerti a Mosca e quattro a Leningrado. Gli assistenti alla direzione di Boult erano Anatole Fistoulari e George Hurst. I quattro programmi di Boult a Mosca includevano la quarta e la quinta sinfonie di Vaughan Williams, i pianeti di Holst, il concerto per violino di Walton (con Alfredo Campoli come solista) e la grande sinfonia in do maggiore di Schubert. Mentre erano a Mosca, Boult e sua moglie hanno visitato l'Opera Bolshoi e sono stati ospiti alla festa del 50 ° compleanno del compositore Dmitri Shostakovich.

Dopo il tour russo, Boult ha detto all'LPO che desiderava dimettersi dalla direzione principale. Ha continuato a essere il direttore principale dell'orchestra fino a quando il suo successore William Steinberg ha assunto l'incarico nel 1959. Dopo le improvvise dimissioni di Andrzej Panufnik dalla City of Birmingham Symphony Orchestra (CBSO), Boult tornò come direttore principale della CBSO per il 1959– 60 stagione. Quello fu il suo ultimo direttore d'orchestra, sebbene rimase strettamente associato all'LPO come presidente e direttore ospite fino al suo ritiro.

Anni dopo

Dopo essersi dimesso dalla direzione principale della LPO, Boult è stato, per alcuni anni, meno richiesto in studio di registrazione e in sala da concerto. Tuttavia, è stato invitato a dirigere a Vienna, Amsterdam e Boston. Nel 1964 non fece registrazioni, ma nel 1965 iniziò un'associazione con la Lyrita records, un'etichetta indipendente specializzata in musica britannica. Nello stesso anno ha ripreso a registrare per la EMI dopo una pausa di sei anni. Anche le celebrazioni per il suo ottantesimo compleanno nel 1969 hanno sollevato il suo profilo nel mondo musicale. Dopo la morte del suo collega Sir John Barbirolli nel 1970, Boult è stato visto come "l'unico sopravvissuto di una grande generazione" e un legame vivente con Elgar, Vaughan Williams e Holst. Nelle parole di The Guardian, "fu quando raggiunse la fine degli anni settanta che si sviluppò il periodo finale e più glorioso della sua carriera". Smise di accettare inviti all'estero, ma diresse nelle principali città britanniche, oltre che al Festival e all'Albert Halls e iniziò quella che viene spesso chiamata la sua "Indian Summer" nella sala da concerto e nello studio di registrazione. È apparso in un film del 1971 The Point of the Stick, in cui ha illustrato la sua tecnica di direzione con esempi musicali.

In una sessione di registrazione di riserva nell'agosto del 1970 Boult registrò la Terza Sinfonia di Brahms. Questo è stato ben accolto e ha portato a una serie di registrazioni di Brahms, Wagner, Schubert, Mozart e Beethoven. Il suo repertorio in generale era molto più ampio di quanto la sua discografia potesse suggerire. Fu una delusione per lui il fatto di essere stato invitato di rado a dirigere nel teatro dell'opera e apprezzò l'opportunità di registrare estesi estratti dalle opere di Wagner negli anni '1970. Dopo aver diretto diversi balletti al Covent Garden negli anni '1970, Boult ha tenuto la sua ultima esibizione pubblica dirigendo il balletto di Elgar The Sanguine Fan per il London Festival Ballet al London Coliseum il 24 giugno 1978. Il suo disco finale, completato nel dicembre 1978, era di musica di Hubert Parry.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: