1895 Principe Rodolfo del Liechtenstein (1838-1908).

  • Professione: monarca, funzionario del tribunale (Obersthofmeister) a Vienna.
  • Relazione con Mahler: datore di lavoro di August Plappart von Leenheer (1836-1907)
  • Corrispondenza con Mahler: 
  • Nato: 18-04-1838 Vienna
  • Morto: 05/12/1908 Kromau moravo nella Moravia meridionale
  • Sepolto: 

Rudolph (come l'ortografia del suo nome nel manuale di corte e di stato fino al 1903) era il secondo figlio del principe Carlo del Liechtenstein (1790-1865) e della principessa Franziska, nata contessa di Wrbna-Freudenthal (1799-1863). Aveva otto fratelli principeschi: sette sorelle e Karl (* 1827), che dal 1865 era a capo del Sekundogenitur della Casa del Liechtenstein intitolato Fürst. Con la morte di Karl il 16 gennaio 1899 Rudolf ha assunto questa posizione.

Rudolf, che si era arruolato nell'esercito dopo gli esami di maturità, ha avuto una rapida carriera da ufficiale presso l'imperatore per il momento. Nel 1892 fu insignito da Francesco Giuseppe I dell'Ordine del Toson d'Oro, il più alto Ordine dell'Impero e Ordine della Casa della dinastia Asburgo-Lorena, e nel 1896 ricevette da lui il ku Ordine di Santo Stefano, l'ordine di rango più alto del Regno d'Ungheria per merito civile.

La posizione di Obersthofmeister era in Francesco Giuseppe I. di gran lunga la più alta della più alta Hofchargen della corte; il titolare di questa funzione era di rango superiore a qualsiasi altra alta nobiltà della monarchia non appartenente alla Casa d'Austria, ed era nominato nel Manuale di Corte e di Stato immediatamente dopo la famiglia imperiale. Non era solo un titolo onorifico, ma una posizione di leadership impegnativa all'interfaccia tra il monarca e la sua famiglia, i funzionari politici, i funzionari di corte nelle residenze del monarca e molte personalità dell'aristocrazia, della cultura, dell'economia e della società del doppia monarchia.

Rodolfo, che fu eletto personalmente e nominato dal monarca nel 1896 come successore del defunto principe Costantino zu Hohenlohe-Schilling, godette della speciale fiducia dell'imperatore e dell'imperatrice Elisabetta. A lui si deve l'amministrazione dei castelli imperiali (compresi i lavori di costruzione) e dei due teatri di corte viennesi, il kk Hofoper e il kk Hofburgtheater, responsabili e alla nomina dei direttori (come Gustav Mahler 1897) significativamente coinvolti. Uno degli eventi eccezionali che dovette affrontare nel 1897 furono le rivolte di Badeni a Vienna per la disputa linguistica tra cechi e tedeschi in Boemia, l'assassinio dell'Imperatrice Elisabetta il 1898 settembre 10 e il 50 ° anniversario del trono dell'imperatore il 2 dicembre, 1900, la crisi familiare per il matrimonio morganatico dell'arciduca Francesco Ferdinando con il suo giuramento di rinuncia alla Hofburg di Vienna il 28 giugno e 1903 le visite di stato del re Edoardo VII (31 agosto-3 settembre), l'imperatore tedesco Guglielmo II (18- 20 settembre) e dello zar Nicola II (30 settembre-3 ottobre) a Vienna.

Negli ultimi anni Rudolf era spesso ammalato a causa di una malattia. Era rappresentato da Furst Alfred von Montenuevo (1854-1927) come Secondo Maestro della Corte Suprema; Dopo la morte di Rudolf, Montenuovo ha seguito l'esempio.

Rudolf si mise in musica come testi del compositore di Walther von der Vogelweide e Heinrich Heine. Per l'imperatrice Elisabetta era presumibilmente il bellissimo principe.

La rispettata famiglia del Liechtenstein non viveva a quel tempo nel sovrano ma piccolo principato del Liechtenstein, ma soprattutto a Vienna e in Moravia, dove possedeva castelli e vaste proprietà.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: