Il primo movimento abbraccia una forma sonata sciolta. Le aree chiave forniscono una continuazione della giustapposizione tonale mostrata nei lavori precedenti (in particolare le Sinfonie n. 6 e n. 7). Il lavoro si apre con un motivo ritmico esitante e sincopato (che Leonard Bernstein (1918-1990) suggerito è una rappresentazione del battito cardiaco irregolare di Mahler, che si sente durante il movimento).

La breve introduzione presenta anche altre due idee: un motivo a tre note annunciato dall'arpa che fornisce gran parte della base musicale per il resto del movimento e una fanfara di corno smorzato che si sente anche più tardi. Il tema principale cita il motivo di apertura di Ludwig van Beethoven (1770-1827)Sonata per pianoforte n. 26 "Les Adieux", op. 81a, che casualmente ha segnato un punto di svolta nella prima carriera musicale di Mahler quando ha eseguito "Les Adieux" durante il suo recital di laurea al college.

Questo è il secondo FE discendente che viene risolto solo alla fine del movimento. Nello sviluppo, si sente nelle corna e nei clarinetti in Ludwig van Beethoven (1770-1827)è la forma originale, con una terza che scende in una quinta. Al culmine dello sviluppo, i tromboni annunciano il motivo ritmico del “battito cardiaco”, segnato all'interno della partitura “Mit höchster Gewalt” (con la massima forza). Questo è stato interpretato come un'improvvisa intrusione di "morte in mezzo alla vita", e conduce a una solenne marcia funebre, contrassegnata "Wie ein Kondukt" (come una processione), su un timpano ostinato del motivo a tre note dell'arpa . Le campane basse si sentono qui per la prima e unica volta nella sinfonia, accompagnando i timpani nel motivo a tre note. Verso la fine del movimento c'è un notevole esempio della polifonia lineare di Mahler, in cui ottavino, flauto, oboe e violino solo imitano i richiami degli uccelli.

Alban Berg (1885-1935) ha affermato che questa sezione era una "visione dell'aldilà". Il direttore d'orchestra inglese Sir Roger Norrington ha sottolineato nella sua intervista con il collega direttore Charles Hazlewood che è stata trasmessa dalla BBC il 25 luglio 2011 prima della sua esecuzione della Nona Sinfonia di Mahler con l'Orchestra Sinfonica della Radio di Stoccarda, che Mahler ha citato cinque volte Johan Jr. Strauss (1825-1899)E 'il valzer per il ballo di apertura di Gesellschaft der Musikfreunde (Musikverein, Musikvereinsplatz n. 1) a Vienna, intitolato "Freut euch des Lebens" (1870), o "Goditi la vita". Mahler studiò al Musikverein cinque anni dopo la sua costruzione e Norrington affermò che Mahler associava il valzer alla sua giovinezza.

Prima pagina del manoscritto. Movimento 1: Andante comodo.

Sinfonia n. 9, Movimento 1: Andante comodo.

Nel primo movimento, la musica emerge inizialmente appena percettibile. A un tono di violoncello in pianissimo risponde un motivo di arpa, da cui si sviluppa un motivo di sospiro, che ha un significato tematico maggiore in tutto il movimento. Mahler ha scritto questo motivo originale con le parole Leb (lebe wohl, Addio!). Gli accordi di pesatura delle corde cantano il motivo. Su questa struttura di base si sviluppa un dialogo contrappuntistico tra il secondo violino e il corno. Quest'ultimo è spesso sinonimo di ricordi malinconici e di desiderio in Mahler. Un drammatico Tuttischlag cambia lo stato d'animo riposante e porta a un passaggio oscuro. Questo è determinato dai tromboni, dai timpani e dagli strumenti bassi e rappresenta, per così dire, la controparte pesante del motivo di vita autonomo. Il cambiamento dei due mondi sonori contrastanti è spesso causato nel corso del movimento da un improvviso segnale di tromba.

I frammenti tematici ei motivi vagano tra le diverse parti orchestrali. Sebbene le sezioni cupe stiano sempre più prendendo il sopravvento sul corso della frase, il corno riesce ancora e ancora nella connessione del motivo originale. L'evento conduce infine a una sezione Morendo dove un fortissimo in avanti porta al crollo della musica. Da questo, un nuovo inizio del motivo originale, che crolla rapidamente, si sviluppa solo con difficoltà. Un po 'più tardi, inizia un'altra ondata di aumento su larga scala del triplo pianoforte e fluisce dopo un grande aumento "con la massima forza" in una marcia funebre ("come una conduzione pesante").

Il motivo originale dell'arpa è qui violentemente intonato da timpani e tromboni e serve come base per un lamento di corno e tromba. Il motivo originale sta diventando sempre più evidente in tutti gli strumenti, ma è spesso minacciosamente distorto e alterato. Una sezione Misterioso immediatamente successiva e dall'aspetto insolitamente alieno introduce la fine della frase. Un dialogo tra corno e flauto agisce come una cadenza orchestrale. Un ritorno magnificamente accresciuto del motivo originale nell'intera orchestra conduce a una sezione finale, in cui la frase sembra cessare di essere stranamente rapita. Nel clarinetto, il motivo originale riappare in modo delicato. A questo punto Mahler ha scritto l '"arrivederci" alle note. Il motivo scompare in un processo di dissoluzione, in cui la frase travolgente svanisce in una trasfigurazione suprema.

  • L'ultima parola Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) scrisse alla moglie a Baden conteneva un'allusione a questo terzet: "Die Stunde schlagt - leb wohl - wir sehen uns wieder". Il flauto magico - lebe wohl! (Addio!).

Movimento 1: Andante comodo. Note sulla copertina di Willem Mengelberg (1871-1951).

Movimento 1: Andante comodo. Note sulla prima pagina di Willem Mengelberg (1871-1951).


Guida all'ascolto

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: