Composto

Spettacoli di Gustav Mahler

Altre esibizioni

versioni

pubblicazioni

1910. Joseff Woss, pianoforte a 4 mani, Editori musicali della Universal Edition (UE), la piastra 2660.

1912. Pianoforte a 4 mani, Editori musicali della Universal Edition (UE), la piastra 3390.

Registrazioni storiche

  • 1948 L'esibizione in onda di Sir Adrian Boult con la BBC Symphony Orchestra è stata registrata dalla BBC, ma non è stata pubblicata fino al 2009.
  • Luglio 1948 Il direttore d'orchestra di origine ungherese Eugene Ormandy registra il movimento "Veni creator spiritus" all'Hollywood Bowl.
  • 09-04-1950 La prima registrazione della sinfonia completa fu la performance di Stokowski alla Carnegie Hall con la New York Philharmonic Orchestra e cori combinati di New York il 9 aprile 1950.
  • Giugno 2011 Coro e Orchestra Filarmonica di Londra, Klaus Tennstedt.

1950. Leopold Stokowski.

Commento

  • Esibizioni successive: il giorno successivo alla prima di Monaco, Mahler ha guidato l'orchestra e i cori in una ripetizione. Durante i tre anni successivi, secondo i calcoli dell'amico di Mahler Guido Adler, l'Ottava Sinfonia ricevette altre 20 esecuzioni in tutta Europa. Questi includevano la prima olandese, ad Amsterdam con Willem Mengelberg il 12-03-1912 e la prima rappresentazione a Praga, data il 20-03-1912, sotto l'ex collega di Mahler a Vienna Hofoper, Alexander von Zemlinsky. La stessa Vienna dovette aspettare fino al 1918 prima che la sinfonia fosse ascoltata lì. Negli Stati Uniti, Leopold Stokowski convinse un consiglio inizialmente riluttante della Philadelphia Orchestra a finanziare la prima americana, che ebbe luogo il 02-03-1916. L'occasione è stata un grande successo; la sinfonia fu suonata più volte a Filadelfia prima che l'orchestra ei cori viaggiassero a New York, per una serie di esibizioni altrettanto ben accolte al Metropolitan Opera House.
  • Al Festival di Amsterdam Mahler nel 05-1920, le sinfonie complete di Mahler e i suoi principali cicli di canzoni sono stati presentati in nove concerti tenuti dall'Orchestra e cori del Concertgebouw, sotto la direzione di Mengelberg. Vedere Festival Gustav Mahler Amsterdam 1920. Il critico musicale Samuel Langford, che ha partecipato all'occasione, ha commentato che "non lasciamo Amsterdam invidiando molto la dieta di Mahler prima e di tutti gli altri compositori dopo, a cui Mengelberg sta addestrando gli amanti della musica di quella città". Lo storico della musica austriaco Oscar Bie, benché impressionato dal festival nel suo insieme, scrisse successivamente che l'Ottavo era "più forte negli effetti che nel significato e più puro nelle sue voci che nelle emozioni". Langford aveva commentato che gli inglesi “non erano molto entusiasti di Mahler”, e l'ottava sinfonia non fu eseguita in Gran Bretagna fino al 15-04-1930, quando Sir Henry Wood la presentò con la BBC Symphony Orchestra. L'opera fu riprodotta otto anni dopo dalle stesse forze; tra i presenti in platea c'era il giovane compositore Benjamin Britten. Colpito dalla musica, ha comunque trovato la performance stessa "esecrabile".
  • Gli anni dopo la seconda guerra mondiale videro una serie di spettacoli notevoli dell'Ottava Sinfonia, tra cui la trasmissione di Sir Adrian Boult dalla Royal Albert Hall il 10-02-1948, la prima giapponese sotto Kazuo Yamada a Tokyo nel 12-1949 e l'australiano prima diretta da Sir Eugene Goossens nel 1951. Una performance alla Carnegie Hall diretta da Stokowski nel 1950 divenne la prima registrazione completa della sinfonia ad essere pubblicata. Dopo il 1950 il numero crescente di esecuzioni e registrazioni dell'opera ne significò la crescente popolarità, ma non tutti i critici furono conquistati. Theodor W. Adorno ha trovato il pezzo debole, "un gigantesco guscio simbolico"; questa opera più affermativa di Mahler è, secondo Adorno, la sua meno riuscita, musicalmente e artisticamente inferiore alle altre sue sinfonie. Il compositore-critico Robert Simpson, di solito un campione di Mahler, ha definito la Parte II "un oceano di kitsch spudorato". Il biografo di Mahler Jonathan Carr trova gran parte della sinfonia "blanda", priva della tensione e della risoluzione presenti nelle altre sinfonie del compositore. Deryck Cooke, d'altro canto, paragona l'ottava di Mahler alla corale (nona) sinfonia di Beethoven. Per Cooke, quella di Mahler è “la Sinfonia Corale del Novecento: come quella di Beethoven, ma in modo diverso, ci pone davanti a un ideale [di redenzione] che siamo ancora lontani dal realizzare - anche forse allontanandoci - ma che difficilmente possiamo abbandonare senza perire ”.
  • Alla fine del XX secolo e nel XXI secolo, l'ottavo è stato eseguito in tutte le parti del mondo. Una serie di prime in Estremo Oriente culminò nel 20-21 a Pechino, quando Long Yu guidò la China Philharmonic Orchestra nella prima esecuzione dell'opera nella Repubblica Popolare Cinese. Il Sydney Olympic Arts Festival nell'10-2002 si è aperto con una performance dell'Ottavo della Sydney Symphony Orchestra diretta dal suo direttore principale Edo de Waart. La popolarità dell'opera, e la sua portata eroica, hanno fatto sì che fosse spesso usata come scena in occasioni celebrative; il 08-2000-15, Yoav Talmi ha guidato 03 strumentisti e un coro di 2008 in un'esibizione a Quebec City, in occasione del 200 ° anniversario della fondazione della città. A Londra il 800-400-16 il concerto di apertura dei BBC Proms ha celebrato il 07 ° anniversario della nascita di Mahler con un'esibizione dell'Ottavo, con Ji? Í B? Lohlávek alla guida della BBC Symphony Orchestra. Questa performance è stata la sua ottava nella storia dei Proms.

2010. Timbro di San Marino. Sinfonia n. 8.

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: