Gustav Mahler's Sinfonia n. 7 è stato scritto in Anno 1904 e Anno 1905, con ripetute revisioni del punteggio. Sebbene la sinfonia sia spesso descritta come nella tonalità di Mi minore, il suo schema tonale è più complicato. La sinfonia Movimento 1: Langsam (Adagio) - Allegro risoluto, ma non troppo si sposta da Si minore (introduzione) a Mi minore. Il lavoro finisce con Movimento 5: Rondo-Finale in do maggiore.

Questa sinfonia conclude il trio di sinfonie strumentali "medie" di Mahlers (n. 5, n. 6 e n. 7).

In Anno 1904 Gustav Mahler ebbe successo internazionale come direttore d'orchestra e divenne noto come compositore. La sua seconda figlia, Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988), è nato a giugno e durante la sua solita vacanza estiva lontano da Vienna nel suo rifugio sul lago di Maiernig, nel suo 1901-1907 Casa Gustav Mahler Maiernigg - Villa Mahler n. 31 (Composizione cottage), ha abbozzato i due "movimenti Nachtmusik" per la Sinfonia n. 7:

Ha poi lavorato intensamente alla Sinfonia n. 7 l'estate successiva (Anno 1905), sostenendo di impiegare solo quattro settimane per completare il primo, terzo e quinto movimento.

La partitura completata era datata 15-08-1905 e l'orchestrazione fu terminata nel 1906. Mahler mise da parte la Sinfonia n. 7 per apportare piccole modifiche all'orchestrazione di Sinfonia n. 6, mentre provava per la sua prima nel 05-1906.

Nei tre anni intercorsi tra il completamento della partitura (Anno 1905) e la prima della sinfonia (Anno 1908) Mahler assistette a cambiamenti drammatici nella sua vita e nel suo lavoro: nel 1907 dovette dimettersi dalla sua direzione del Opera di Stato di Vienna, la sua prima figlia Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907) morì e apprese di soffrire di una malattia cardiaca incurabile.

I musicologi ipotizzano che questo sia il motivo per cui l'ottimismo e l'allegria della sinfonia furono successivamente mitigati dalle piccole ma significative revisioni che Mahler fece negli anni (Anno 1907 e Anno 1908) fino alla sua prima.

La sinfonia n. 7 ha avuto la sua prima assoluta il 19-09-1908 a Praga con la Czech Philharmonic, al festival che segna il Giubileo di diamante di Francesco Giuseppe I, imperatore (1830-1916). Vedere: 1908 Concerto Praga 19-09-1908 - Sinfonia n. 7 (prima).

Architettura

La struttura a cinque movimenti sembra adottare una forma simmetrica ad arco:

Ma c'è un significato enormemente diverso per i singoli movimenti. Lo Schezo ha un peso insufficiente per un movimento centrale e c'è una totale mancanza di connessione tra i due movimenti esterni in senso semantico. Mahler stesso contrastava Movimento 5: Rondo-Finale con Movimento 1: Langsam (Adagio) - Allegro risoluto, ma non troppo e Movimento 4: Nachtmusik. Andante amoroso.

Struttura in due parti

  1. Cominciando con la situazione più buia, aumentando gradualmente fino a Nachtmusik II. In due parti:
    1. Primo movimento - Nachtmusik I,
    2. Scherzo - Nachtmusik II.
  2. "Musica diurna", come la chiamava Gustav Mahler, con un finale trionfante.

Struttura in tre parti

in 1906 Richard Specht (1870-1932) divide la sinfonia in tre parti:

  1. Il primo movimento con aria di sfida, alle prese con tragiche battaglie,
  2. L'intermezzo con i tre movimenti centrali,
  3. Ultimo movimento.

Dal tramonto all'alba

La struttura armonica e stilistica del pezzo può essere vista come una rappresentazione del viaggio dal tramonto all'alba. Il pezzo evolve da inizi incerti ed esitanti a un finale inequivocabile in Do maggiore, con i suoi echi di Richard Wagner (1813-1883)Die Meistersinger von Nürnberg.

Questo viaggio dalla notte al giorno procede attraverso uno straordinario Scherzo, Movimento 3: Scherzo. Schattenhaft, contrassegnato come schattenhaft (ombroso), che potrebbe essere stato il motivo Arnold Schönberg (1874-1951) per diventare un particolare campione del lavoro. L'abbondanza di temi basati sull'intervallo di una quarta ha paralleli con la prima sinfonia da camera.

Heiter (luminoso)

È sorprendente che Mahler stesso usi ripetutamente la parola tedesca "heiter" (brillante o allegro). Parla di "contenuto brillante e umoristico" (dicembre 1907) e di "carattere prevalentemente allegro" (inizio 1908). Coloro che hanno problemi con questa caratterizzazione devono ricordare la definizione di Mahler di "allegria di un mondo superiore", come specificata dal compositore per i primi tre movimenti della Sinfonia n. 4, "che ha qualcosa di ultraterreno e straziante".

Ciò consente anche una comprensione della scena con un trombettista di Praga, come raccontato da Mahler in una lettera ad Alma del 10-09-1908: 'Un trombettista scoraggiato disse a Bodanovich: (un riferimento giocoso a Arthur Bodanzky (1877-1939)) "È solo che non vedo cosa c'è di bello nel far esplodere note alte smorzate fino al Do diesis per le battute alla fine." L'osservazione ha richiamato immediatamente alla mente l'anima umana, che è ugualmente incapace di comprendere la propria miseria, la sua lotta tormentata ma in sordina con il sublime, la sua incapacità di afferrare lo scopo ultimo o di visualizzare come tali urla si uniscono per formare un grande accordo nell'universale sinfonia.' Questo presunto aneddoto scherzoso rivela molto sulla comprensione empatica di Mahler del destino umano, del mondo e della sinfonia.

Movimenti

Movimento 1: Langsam (Adagio) - Allegro risoluto, ma non troppo.

Movimento 2: Nachtmusik. Allegro moderato. (Nachtmusic I)

Movimento 3: Scherzo. Schattenhaft.

Movimento 4: Nachtmusik. Andante amoroso. (Nachtmusic II)

Movimento 5: Rondo-Finale.

Durata

La durata della sinfonia è di circa 80 minuti. C'è una registrazione eccezionalmente lunga di Otto Klemperer che dura 100 minuti, così come una registrazione di Hermann Scherchen con la Toronto Symphony Orchestra di 68 minuti. Talvolta si fa riferimento alla Sinfonia con il titolo Song of the Night (tedesco: Lied der Nacht), anche se questo titolo non era di Mahler e lui lo disapprovava.

Reception

Mahler diresse la prima a Praga nel 1908. Poche settimane dopo la diresse a Monaco e nei Paesi Bassi. Sia il pubblico che gli artisti alla premiere erano confusi dal lavoro. Rimase per un po 'come una delle opere meno apprezzate di Mahler, spesso accusata di incoerenza. Più recentemente i direttori d'orchestra hanno sperimentato una serie di interpretazioni del lavoro, in particolare il tempo del finale, e il lavoro ha entusiasmato più pubblico in tutto il mondo e da allora è diventato più popolare.

Score Symphony No. 7 di Bote & Bock editori musicali, Berlino.


Guida all'ascolto

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: