Luce primordiale. Molto solenne ma semplice (alla maniera di un corale). Dopo le domande “tormentose” del movimento di apertura e la danza grottesca dello Scherzo, l'umanità si libera dall'incertezza e dal dubbio. Il Wunderhorn-Lied porta con sé il primo raggio di luce che brillerà di gloria alla fine del finale. Un corale solenne, dolcemente pronunciato sugli ottoni, afferma la fede innocente dell'infanzia; in seguito, una versione ampliata di questo stesso tema ascendente diventerà il tema della "Resurrezione" del movimento finale.

Movimento 4: "Urlicht". Sehr feierlich, aber schlicht.

Movimento 4: "Urlicht". Sehr feierlich, aber schlicht.

Manoscritto Urlicht, Stefan Zweig (1881-1942)

Un'orchestrazione rivista di "Urlicht" fu incorporata nella Seconda Sinfonia come movimento IV, e la composizione fu eseguita per la prima volta come parte di quell'opera nel 1895. Anche se nessun manoscritto della versione per voce e pianoforte di "Urlicht" è sopravvissuto, sembra probabile che questo è stato composto nel 1892 (Mitchell). 

Una lettera del 1895 da Mahler a Hermann Behn (Blaukopf; Kaplan p. 81) indica che aveva composto la canzone prima di decidere di orchestrarla o di includerla nella sinfonia. Durante l'estate del 1893, quando fu scritto il presente manoscritto, stava anche lavorando ai primi tre movimenti della sinfonia. Ma le forze orchestrali impiegate in Zweig MS 49 e il 'No. 7 'del f. Lo metto in relazione con la serie di canzoni orchestrate da "Wunderhorn" (Mitchell). 

Sembra che il Stefan Zweig (1881-1942) il manoscritto rappresenta i primi pensieri di Mahler sull'orchestrazione della sua ambientazione di "Urlicht". L'orchestrazione nella pubblicazione dell'ambientazione come una delle versioni orchestrali dei brani di "Das Knaben Wunderhorn" ha la maggior parte delle caratteristiche su scala ridotta che si trovano in Zweig MS 49 (sebbene impieghi quattro corni anziché due), ma differisce in molti dettagli. 

Il punteggio in Stefan Zweig (1881-1942) manoscritto è per forze più piccole rispetto alla versione utilizzata nella sinfonia (e in cui è stato pubblicato per la prima volta), con in particolare meno corni e un'arpa invece di due. Il manoscritto Kaplan di questo movimento ha l'arpa aggiuntiva sebbene non le parti in ottone espanse della partitura finale per la sinfonia; incorpora una serie di revisioni fatte a matita al presente manoscritto, e ha ulteriori revisioni di alcune di esse più vicine alla versione finale.

Ad esempio, in Zweig MS 49 la linea vocale originale delle due battute con le parole "und wollt" mich abweisen ", scritte a penna, è stata cancellata e rivista a matita; la partitura Kaplan ha sulla linea vocale a questo punto la versione originale dell'inchiostro da Zweig MS 49, ma su un pentagramma separato sotto una versione che combina la revisione a matita dello Zweig MS (nella prima battuta) con la versione finale (nella seconda bar). Zweig MS 49 è uno degli oggetti aggiunti alla collezione dopo la morte di Zweig.

Ma Mahler era una figura familiare e molto ammirata: Zweig contribuì con una poesia, "Der Dirigent" a un volume pubblicato in onore di Mahler nel 1910, e lui stesso possedeva almeno due manoscritti di Mahler. Nel febbraio 1934 presentò alla Biblioteca nazionale e universitaria ebraica di Gerusalemme, in aggiunta alle lettere e ai documenti che aveva consegnato il dicembre precedente, un manoscritto di schizzi e bozze per il primo movimento della Seconda Sinfonia: comprende una sola pagina di schizzi in partitura breve e 21 pagine (non tutte consecutive) di bozze in partitura parziale completa; questo è presumibilmente il manoscritto che elenca in "Meine Autographen-Sammlung" (in Martin Bircher (ed.), Welt der Autographen di Stefan Zweig (Zurigo, 1996), p. 39).

Inoltre, una partitura per pianoforte del quarto movimento della terza sinfonia, 'O Mensch! Gieb acht! ', Fu posto in vendita nel 1936 nel primo dei cataloghi Hinterberger (cat. IX n. 267) e acquistato con l'approvazione di Zweig da Gisela Selden-Goth, una collega collezionista.

1893 Movimento 4: "Urlicht". Sehr feierlich, aber schlicht. Punteggio pieno autografo. Scritto a penna su sistemi da 16 a 18 pentagrammi. La musica inizia f. 2r; tempo indicazioni "Sehr feierlich aber [corretto a matita da" und "] schlicht!" (f. 2r) - "Rit." (f. 4v), quindi, aggiunto a matita "Drängend!" (f. 5r) - 'Molto rit! Wieder langsam wie am Anfang! ' (f. 5v). Stanghette governate a matita ovunque. Correzioni e alterazioni dell'inchiostro; numerose revisioni e annotazioni a matita. Frontespizio (f. 1r) 'Urlicht +++ / (aus des Knaben [' h 'barrato a matita] Wunderhorn) / No.7 / für eine Singstim [m] e / mit Orchester / von / Gustav Mahler' . Datato alla fine (f. 6r) 'Steinbach / 19 Juli 1893'. Segnato per 2 flauti / ottavini, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, arpa, campana ("Glocke") e archi. Il numero di trombe scritte contro il primo sistema (f. 2r) viene corretto da 3 a 2. Stefan Zweig (1881-1942).

1893 Movimento 4: "Urlicht". Sehr feierlich, aber schlichtStefan Zweig (1881-1942).

1893 Movimento 4: "Urlicht". Sehr feierlich, aber schlichtStefan Zweig (1881-1942).


Guida all'ascolto

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: