Composto

Spettacoli di Gustav Mahler

  • Nessuno.

Prima

Willem Mengelberg

  • 1917: 30-12-1917: Esibizione a Vienna diretta da Willem Mengelberg (1871-1951) con il Orchestra Filarmonica di Vienna (VPO) of Das Lied von der Erde (Durigo e Jac. Urlus). Alma Mahler ha dato Willem Mengelberg (1871-1951) un manoscritto-partiture e un manoscritto-particel da Lied 6: Der Abschied (ultimo movimento di Das Lied von der Erde). I manoscritti erano confezionati in una bellissima cassetta data da Alma Mahler (1879-1964) in segno di gratitudine al conduttore. All'interno della copertina ha scritto una missione lusinghiera: “Dem Freunde Gustav Mahler / dem herrlichsten Interpreten seiner Werke / Willem Mengelberg / Der Abschied (Lied von der Erde) / Partitur und Clavierauszug / am 30 dic. 1917 von Alma Mahler gegeben " il che indica quanto Mengelberg fosse vicino alle intenzioni musicali di Mahlers. Da tutto il lavoro di Mahler, Mengelberg ha avuto con Das Lied von der Erde la band più intensa e ha raggiunto un punto culminante definitivo con le sue interpretazioni.
  • 1917: Arnold Josef Rose (1863-1946), maestro di concerti di Orchestra Filarmonica di Vienna (VPO) che ha interpretato Das Lied von der Erde prima, ha detto a Jac. Urlus (tenore) sulla performance del 30-12-1917 di Willem Mengelberg (1871-1951): “Jetzt haben wir zum ersten Male 'das Lied von der Erde gehort'”. 
  • 1917: Jac. Urlus ha ricordato il concerto come il momento clou della sua carriera. Jascha Horenstein (1898-1973) assistette alle prove di Das Lied von der Erde e della Sinfonia n. 4 e raccontò di aver compreso l'essenza della musica di Gustav Mahlers. Recensioni positive in Der Morgen e Reichspost.
  • 2017: 22/03/2017 L'Aia. In occasione del suo sessantesimo compleanno nel 2016, il Gustav Mahler Foundation Olanda (GMSN) ha pubblicato una cassetta con due manoscritti di Gustav Mahler in facsimile, dagli archivi del direttore d'orchestra Willem Mengelberg. Riguarda il "Clavierauszug" e la colonna sonora di "Der Abschied" (Das Lied von der Erde) che Alma Mahler ha consegnato a Willem Mengelberg. Edizione numerata limitata. Prima copia presentata all'Ambasadrice austriaco nei Paesi Bassi.

Storia Das Lied von der ErdeLied 6: Der Abschied, per pianoforte.

versioni

  • Il lavoro è stato descritto come una sinfonia quando è stato pubblicato e comprende sei canzoni per due cantanti che cantano a turno le canzoni. Mahler ha specificato che i due cantanti dovrebbero essere un tenore e un contralto. Oppure un tenore e un baritono se un alto non è disponibile.
  • Mahler ha anche arrangiato il lavoro per accompagnamento al pianoforte, che è stato registrato da Cyprien Katsaris con Thomas Moser e Brigitte Fassbaender. Anche Katsaris ha eseguito questa versione in concerto.
  • Versione originale per voce alta e media e pianoforte.
  • Per i primi decenni dopo la prima del lavoro, questa opzione è stata poco utilizzata. In un'occasione Bruno Walter lo provò e si fidanzò Friedrich Weidemann (1871-1919), il baritono che aveva presentato Kindertotenlieder sotto la stessa direzione di Mahler nel 1905. Tuttavia, Walter riteneva che tenore e baritono non funzionassero bene come tenore e contralto, e non ripeté mai l'esperimento.
  • Dopo le registrazioni pionieristiche del lavoro del baritono Dietrich Fischer-Dieskau sotto la direzione di Paul Kletzki e Leonard Bernstein (1918-1990), è aumentato l'uso dei baritoni in questo lavoro.
  • Arnold Schönberg (1874-1951) iniziò ad arrangiare Das Lied von der Erde per orchestra da camera, riducendo le forze orchestrali ai quintetti d'archi e di fiati e chiedendo pianoforte, celesta e harmonium per completare la trama armonica. Sono anche impiegati tre percussionisti. Schoenberg non ha mai terminato questo progetto e la sistemazione è stata completata da Rainer Riehn nel 1980.
  • Versioni con solisti femminili e maschili.
  • Versioni con due solisti maschi.
  • 1912: partitura vocale con riduzione per pianoforte di Josef von Woss (1863-1943).
  • 2004: Octavian Society commissiona a Glen Cortese due riduzioni del lavoro, una per un ensemble da camera di venti strumenti e una per una piccola orchestra con fiati e ottoni in coppia. Entrambe queste riduzioni sono pubblicate in edizione critica da Editori musicali della Universal Edition (UE) a Vienna.

pubblicazioni

1911. Pubblicazione Das Lied von der Erde per pianoforte di Editori musicali della Universal Edition (UE).

Pubblicazione Das Lied von der Erde di Philharmonia.

Conduzione

Bernard Haitink (1929) possiede un'edizione speciale in facsimile di Das Lied von der Erde. Questo punteggio di Willem Mengelberg (1871-1951) è pieno di note per le esibizioni del 1912 ad Amsterdam. Sul frontespizio Willem Mengelberg (1871-1951) scrive che lo stesso Gustav Mahler si sentiva Das Lied von der Erde era il suo lavoro più difficile da eseguire. Nell'ultima pagina della partitura, come Das Lied von der Erde alambicchi, Willem Mengelberg (1871-1951) ha scritto più volte, per ricordare a se stesso: soft, soft, pianississimo.

Registrazioni

1. Versioni con solisti femminili e maschili

  • Bruno Walter (1876-1962), con Kerstin Thorborg e Charles Kullman, Vienna Musikvereinsaal 1936 (live). (Columbia Records, 78 giri, 7 × 12 ″ Mahler Society Issue)
  • Carl Schuricht, con Kerstin Thorborg e Carl Martin Öhmann, Royal Concertgebouw Orchestra Amsterdam (concerto trasmesso nell'ottobre 1939, dal vivo). (Bel Age CD, dagli acetati.)
  • Bruno Walter (1876-1962), con Kathleen Ferrier e Julius Patzak, Wiener Philharmoniker (Decca LP LXT 2721 e 2722) 15-05-1952 e 16-05-1952. Gesellschaft der Musikfreunde. Rimasterizzato nel 2003 da Mark Obert-Thorn (Naxos Historical 8.110871).
  • Bruno Walter (1876-1962), con Mildred Miller ed Ernst Haefliger, New York Philharmonic Orchestra (Sony CD SMK 64455). 1960
  • Otto Klemperer, con Elsa Cavelti e Anton Dermota, Vienna Symphony Orchestra (Vox Legends CDX2-5521 [ristampa in 2 CD])
  • Hans Rosbaud, con Grace Hoffman e Helmut Melchert, SWR Sinfonieorchester Baden-Baden (Vox Turnabout LP, TV 34220S).
  • Eduard van Beinum (1900-1959), con Nan Merriman ed Ernst Haefliger, Concertgebouw Orchestra, Amsterdam (Fontana LP 894 120 ZKY).
  • Eugen Jochum, con Nan Merriman ed Ernst Haefliger, Concertgebouw Orchestra, Amsterdam (DGG 289 46362822)
  • Fritz Reiner, con Maureen Forrester e Richard Lewis, Chicago Symphony Orchestra (RCA 60178-2-RG)
  • Otto Klemperer, con Christa Ludwig e Fritz Wunderlich, New Philharmonia e Philharmonia Orchestras (HMV LP Angel Series SAN 179).
  • Eugene Ormandy, con Lili Chookasian e Richard Lewis, Philadelphia Orchestra (Sony CD SBK 53518).
  • Jascha Horenstein, con Alfreda Hodgson e John Mitchinson, BBC Northern Symphony Orchestra (BBC Legends BBC 4042).
  • Georg Solti, con Yvonne Minton e René Kollo, Chicago Symphony Orchestra (Decca CD 414 066-2).
  • Herbert von Karajan, con Christa Ludwig e René Kollo, Berliner Philharmoniker (DGG CD 419 058-2).
  • Bernard Haitink (1929), con Janet Baker e James King, Royal Concertgebouw Orchestra Amsterdam (Philips LP 6500 831).
  • Colin Davis, con Jessye Norman e Jon Vickers, London Symphony Orchestra (Philips 441 474-2).
  • Eliahu Inbal, con Jard van Nes e Peter Schreier, Orchestra Sinfonica della Radio di Francoforte (Denon 72605).
  • Walter Susskind, con Lili Chookasian e Richard Cassilly, Cincinnati Symphony Orchestra (Vox VU 9040)
  • Carlo Maria Giulini, con Brigitte Fassbaender e Francisco Araiza, Berliner Philharmoniker (DGG CD 413 459-2).

2. Versioni con due solisti maschi

  • Paul Kletzki, con Murray Dickie e Dietrich Fischer-Dieskau, Philharmonia Orchestra (HMV LP SXLP 30165).
  • Leonard Bernstein (1918-1990), con James King e Dietrich Fischer-Dieskau, Wiener Philharmoniker (Decca CD 417 783-2). 04-1966, Sofiensaal, Vienna.
  • Simon Rattle, con Peter Seiffert e Thomas Hampson, City of Birmingham Symphony Orchestra (EMI Classics 5 56200)
  • Esa-Pekka Salonen, con Plácido Domingo e Bo Skovhus, Filarmonica di Los Angeles (Sony Classical 60646). 

3. Versione originale per voce alta e media e pianoforte

  • Brigitte Fassbaender (mezzosoprano), Thomas Moser (tenore), Cyprien Katsaris (piano) (Warner Apex 2564681627 - numero ristampa)
  • Hermine Haselböck (mezzosoprano), Bernhard Berchtold (tenore), Markus Vorzellner (pianoforte). Registrato nel 2008 in occasione del 100 ° anniversario al Kulturzentrum Toblach, in collaborazione con Gustav-Mahler-Musikweks Toblach 2008 (C-AVI MUSIC 4260085531257). 

4. Disposizione di Schoenberg e Riehn

  • Osmo Vänskä, con Monica Groop e Jorma Silvasti, Sinfonia Lahti Chamber Ensemble (BIS CD-681).
  • Robert HP Platz, con Ingrid Schmithüsen e Aldo Baldin, Ensemble Köln, Canterino 1031
  • Mark Wigglesworth, con Jean Rigby e Robert Tear, Premiere Ensemble (RCA CD Dig-09026-68043-2).
  • Kenneth Slowik, con John Elwes, Russell Braun, Smithsonian Chamber Players e Santa Fe Pro Musica (Dorian Recordings)
  • Philippe Herreweghe, con Birgit Remmert, Hans Peter Blochwitz, Ensemble Musique Oblique (Harmonia Mundi HMA 1951477).

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: