Informazioni personali

Nome
Anna Justine Mahler (Gucki)
Sesso ♀️ Femmina
ID persona 13586
Ultima modifica 2021-10-05 05:50:05

Informazioni aggiuntive

Informazioni

1930 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

In relazione a Gustav Mahler (1860-1911)Il suo secondo figlio

  • Matrimonio 1: 02-11-1920.
  • Marito 1: Rupert Koller (1896-1976). Anna Mahler aveva solo 16 anni al momento del suo primo matrimonio.
  • Divorziato 1: 1921 Il suo primo matrimonio è durato un paio di mesi. Anna si è poi trasferita a Berlino studiare arte.
  • Matrimonio 2: 15-01-1924.
  • Marito 2: Ernst Krenek (1900-1991).
  • Divorziato 2: 11-1924 Il suo secondo matrimonio è durato 10 mesi.
  • Professione: scultrice.
  • Indirizzo: 1904-1907 Vienna. 1898-1909 Casa Gustav Mahler Vienna - Auenbruggergasse n. 2.
  • Indirizzo: 1904-1907 Vienna. 1901-1907 Casa Gustav Mahler Maiernigg - Villa Mahler n. 31.
  • Indirizzo: 1909-1911 Vienna. Casa Carl Moll II Vienna - Wollergasse n. 10
  • Indirizzo: 1913-1920 Breitenstein. Casa Alma Mahler Breitenstein am Semmering 1913-1937 (Werfelweg 6, Villa Mahler)
  • Indirizzo: 1920-1920 Vienna (con Koller).
  • Indirizzo: 1921-1921 Berlino (studio). 16 anni.
  • Indirizzo: 1923-0000 Zurigo.
  • Indirizzo: 1924-1924 Berlino (con Krenek).
  • Indirizzo: 0000-0000 Roma (studio)
  • Indirizzo: 0000-0000 Venezia
  • Indirizzo: 0000-0000 Berlino.
  • Indirizzo: 1929-1934 Vienna (con Zsolnay, studio della serra).
  • Indirizzo: 1934-1938 Vienna. Operngasse.
  • Indirizzo: 1938-1945 Londra. Casa Hampstead (con Fistoulari, studio).
  • Indirizzo: 1945-1946 Londra. Casa 21 Campden Hill Court.
  • Indirizzo: 1950-1969 Los Angeles. Case Anna Mahler Los Angeles. Ha lavorato prima da casa sua in North Laurel Avenue (con Marina).
  • Indirizzo: 1952-1963 Los Angeles. Case Anna Mahler Los Angeles. Mi sono trasferito in uno studio all'aperto su Beverly Glen Boulevard. (Piccola casa, ampio parcheggio che è diventato il suo studio all'aperto).
  • Indirizzo: 1964-1964 Los Angeles. Alma Mahler muore a New York, Anna vende la casa di Alma e ha tenuto la sua casa a Los Angeles. Finanziaria indipendente.
  • Indirizzo: 1964-1969 Londra.
  • Indirizzo: 1969-1969 Spoleto. Via San Domenico (Appartamento con studio, in restauro Palazzo).
  • Indirizzo: 1969-1987 Spoleto. Estate: Palazzo Maserucci a Macerino (fuori Spoleto).
  • Indirizzo: 1969-1987 Spoleto. Inverno: Via degli Emereti 7 a Spoleto (con studio).
  • Indirizzo: 1987-1988 Londra. Casa Hampstead. Ultimo indirizzo.
  • Morto: 03-06-1988 Hampstead, Londra, Regno Unito. 83 anni.
  • C'è una maschera mortuaria fatta per Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) ed è attualmente (2019), non ancora in mostra, in SpoletoMarina Fistoulari Mahler (1943) ha in programma di creare un museo con le sue opere, ed è lì che andrà a finire la maschera. Il becchino Paul Bains probabilmente ha realizzato la maschera della morte. A quel tempo c'erano solo due persone in Inghilterra incaricate di maschere mortuarie di personaggi importanti.
  • Sepolto: 19-06-1988 Cimitero di Highgate, Londra, Regno Unito.

Più

Anna Mahler era la seconda figlia del compositore Gustav Mahler e di sua moglie Alma Schindler. L'hanno soprannominata "Gucki" per via dei suoi grandi occhi azzurri (Gucken in tedesco significa "sbirciatina" o "sbirciatina"). La sua infanzia è stata trascorsa all'ombra delle relazioni amorose di sua madre e del famoso salone. Anna subì anche la perdita della sorella maggiore Maria Mahler (1902-1907), morta di scarlattina quando Anna aveva due anni, e di suo padre, morto quando lei ne aveva sei. Le conseguenze di entrambe le tragedie hanno portato alla relazione amorosa di sua madre con l'architetto tedesco Walter Gropius e al suo rapporto burrascoso con il pittore espressionista austriaco Oskar Kokoschka. Il secondo matrimonio di Alma Mahler con Gropius, tuttavia, fornì una parvenza di vita familiare durante l'adolescenza di Anna, così come una sorellastra, Manon Gropius (1916-1935).

Anna è stata educata da tutor e ha anche goduto dell'attenzione degli amici di sua madre, che includevano molte delle importanti figure artistiche della musica, delle arti visive e della letteratura. Come figlia del leggendario Gustav Mahler, Anna avrebbe dovuto intraprendere una carriera musicale. Tuttavia, piuttosto che essere una musicista professionista, Anna si innamorò di uno, un giovane direttore emergente, Rupert Koller.

Il matrimonio, avvenuto il 2 novembre 1920, quando Anna aveva solo sedici anni, finì nel giro di pochi mesi. Poco dopo, Anna si è trasferita a Berlino per studiare arte. Mentre era lì, si innamorò di Ernst Krenek il compositore, a cui in seguito Alma chiese di produrre una bella copia di due movimenti dalla bozza della Decima Sinfonia incompiuta di Mahler.

Anna lo sposò il 15 gennaio 1924, ma anche quel matrimonio fallì e lasciò Krenek definitivamente nel novembre 1924. Durante questo periodo, Krenek stava completando il suo Concerto per violino n. 1 op. 29. La violinista australiana Alma Moodie ha assistito Krenek nell'ottenere assistenza finanziaria dal suo mecenate svizzero Werner Reinhart (sotto la cui istigazione Krenek e Mahler vivevano a Zurigo) e, in segno di gratitudine, Krenek ha dedicato il concerto a Moodie, che ha debuttato il 5 gennaio 1925, a Dessau. Il divorzio di Krenek da Anna Mahler è diventato definitivo pochi giorni dopo la prima. Krenek non ha partecipato alla prima, ma ha avuto una relazione con Moodie che è stata descritta come "di breve durata e complicata".

Sposò l'editore Paul Zsolnay il 2 dicembre 1929 e ebbero una figlia, Alma. La coppia divorziò nel 1934. Nell'aprile 1939 si ritrovò a vivere a Hampstead a Londra e fece pubblicità sul giornale per gli alunni, essendo fuggita dall'Austria nazista. Il 3 marzo 1943 sposa il conduttore Anatole Fistoulari con il quale ha un'altra figlia, Marina (nata il 1 agosto 1943). Dopo la guerra, si è recata in California e vi ha vissuto per alcuni anni.

Mentre era sposata con Fistoulari, ma separata, apparve nel quiz radiofonico del 2 gennaio 1952 (e nell'edizione televisiva del 3 gennaio 1952) "You Bet Your Life". Il matrimonio fu sciolto intorno al 1956. Intorno al 1970 sposò il suo quinto marito, Albrecht Joseph (1901–1991), un montatore di film di Hollywood e scrittore di sceneggiature. Dopo la morte della madre nel 1964, Anna, ora finanziariamente indipendente, tornò a Londra per un po 'prima di decidere finalmente di vivere a Spoleto in Italia nel 1969.

Mahler una volta disse che aveva trovato il vero amore con il suo ultimo marito, ma lo aveva lasciato all'età di settantacinque anni affinché potessero progredire entrambi, poiché passavano troppo tempo a prendersi cura l'uno dell'altro. Nel 1988 morì ad Hampstead, mentre visitava lì sua figlia Marina. È sepolta al cimitero di Highgate, Londra.

Carriera artistica

L'esposizione di Anna Mahler alle arti visive è iniziata presto quando avrebbe visitato lo studio di Oskar Kokoschka. È stata anche una modella per sua suocera, la pittrice Broncia Koller-Pinell. Dopo il divorzio, Anna ha studiato arte e pittura a fasi alterne a Berlino, Roma e Parigi negli anni '1920. All'età di ventisei anni scopre che la scultura è il mezzo con cui esprimere al meglio la sua creatività. Dopo aver preso lezioni di scultura a Vienna nel 1930 da Fritz Wotruba, divenne una scultrice affermata lì e ricevette il Grand Prix a Parigi nel 1937.

Oltre a scolpire con successo nella pietra, Anna Mahler ha prodotto teste in bronzo di molti dei giganti della musica del 20 ° secolo, tra cui Arnold Schoenberg, Alban Berg, Artur Schnabel, Otto Klemperer, Bruno Walter, Rudolf Serkin ed Eileen Joyce.

Anno 1904Alma Mahler (1879-1964) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1905. circa. 1901-1907 Casa Gustav Mahler Maiernigg - Villa Mahler n. 31Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1905Casa Gustav Mahler Maiernigg 1901-1907 (Villa Mahler, Maiernigg n. 31)Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907)Gustav Mahler (1860-1911) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1905Casa Gustav Mahler Maiernigg 1901-1907 (Villa Mahler, Maiernigg n. 31)Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907)Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988)Alma Mahler (1879-1964) e Gustav Mahler (1860-1911).

Anno 1905Casa Gustav Mahler Maiernigg 1901-1907 (Villa Mahler, Maiernigg n. 31)Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907)Alma Mahler (1879-1964)Gustav Mahler (1860-1911) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1906Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1906Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907)Alma Mahler (1879-1964) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1906 Quello. Casa Gustav Mahler Maiernigg 1901-1907 (Composizione cottage, Maiernigg n. 31)Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1907 Quello. Casa Gustav Mahler Maiernigg 1901-1907 (Villa Mahler, Maiernigg n. 31)Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

Anno 1907. circa. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Con Elise (periodo 1897)? o Lizzie Turner (termina il 1909)?

Anno 1909Gustav Mahler (1860-1911) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Dobbiaco (ora Dobbiaco).

Anno 1909Gustav Mahler (1860-1911) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). A bordo della nave che attraversa dall'Europa a New York.

Anno 1909. Theodore Spiering (primo violino), Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Gustav Mahler (1860-1911). A bordo della nave che attraversa dall'Europa te New York.

Anno 1909Gustav Mahler (1860-1911) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). A bordo della nave che attraversa dall'Europa a New York.

Anno 1910Gustav Mahler (1860-1911)Alma Mahler (1879-1964)Maria Eberstaller-Moll (1899-1945)Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) (in anticipo), Oskar Fritto (1871-1941) e Anna Sofie Moll-Schindler-Bergen (1857-1938). Lago di Braies vicino Dobbiaco.

Anno 1910. circa. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Alma Mahler (1879-1964).

Anno 1910Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Gustav Mahler (1860-1911). New York, Parco centrale.

Anno 1911. circa. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). New York?

Anno 1911. circa. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). New York?

Anno 1911. Gustav Mahler (1860-1911) (suo padre) morto.

1912 Alma Mahler (1879-1964) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1915 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Alma Mahler (1879-1964).

1917 Manon Gropius (1916-1935) (al centro) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) (destra).

1920 Alma Mahler (1879-1964) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1920 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1920 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Beaulieu-sur-Mer, Francia.

1920 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Comune di Santa Margherita, Hotel Imperial, Italia.

1920 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1920 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1920 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1920 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988)

1920 c. Richard Eberstaller (1887-1945)Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Maria Eberstaller-Moll (1899-1945)Città di Breitenstein am Semmering, Austria.

1920 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Alma Mahler (1879-1964). Comune di Santa Margherita, Hotel Imperial, Italia.

1920 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1920 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1921 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Dipinto di Broncia Koller-Pinell (1863-1934).

1923 Ernst Krenek (1900-1991) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1927 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Nudo, Parigi, Francia.

1927 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Studio di una donna nuda, Parigi, Francia.

1930 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Buste di Gustav Mahler (1860-1911).

1933 Alma Mahler (1879-1964) e Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Hohe Warte, Città di Vienna, Austria.

1938 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1938. Sua nonna Anna Sofie Moll-Schindler-Bergen (1857-1938) morto.

1940 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). busto Arnold Josef Rose (1863-1946).

1940 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Alma Ottilie Leonore Germania-Zsolnay (1930-2010).

1942 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Statua di Anatole Fistoulari (1907-1995), Londra.

1946. Lettera del Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) a Willi Legler (figlio di Margarethe (Grete) Julie Legler-Schindler (1881-1942)).

1946. Lettera del Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) a Willi Legler (figlio di Margarethe (Grete) Julie Legler-Schindler (1881-1942)).

1946. Lettera del Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) a Willi Legler (figlio di Margarethe (Grete) Julie Legler-Schindler (1881-1942)).

1946. Lettera del Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) a Willi Legler (figlio di Margarethe (Grete) Julie Legler-Schindler (1881-1942)).

1948 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Studio Londra.

1950 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Scultura in bronzo con monogramma "AM F" e numerata. Sotto c'è il timbro della fonderia "… Colonia" (indistinto). La scultura è alta 27 cm.

1950 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Buste di Gustav Mahler (1860-1911).

1950c. Buste di Gustav Mahler (1860-1911) da sua figlia Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907). Regalo della nipote Mahlers Marina Fistoulari Mahler (1943) all' Royal Concertgebouw in occasione del Festival Gustav Mahler Amsterdam 1995. Figlia di Mahlers Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) è stata ispirata dall'immagine che aveva da bambina da suo padre. Questa è l'unica fusione in bronzo di questo busto di Mahler.

1950 c. Buste di Gustav Mahler (1860-1911) da sua figlia Maria Anna Mahler (Putzi) (1902-1907). Regalo della nipote Mahlers Marina Fistoulari Mahler (1943) all' Royal Concertgebouw in occasione del Festival Gustav Mahler Amsterdam 1995. Figlia di Mahlers Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) è stata ispirata dall'immagine che aveva da bambina da suo padre.

Buste di Gustav Mahler (1860-1911)Mediateca Musicale Mahler, Parigi.

1950 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1950 c. Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988).

1951 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Buste di Arnold Schönberg (1874-1951), Los Angeles.

1952 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Buste di Bruno Walter (1876-1962), Los Angeles.

1953 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988)Franz Werfel (1890-1945), Los Angeles.

1959. Anna Los Angeles 04-09-1959

1960 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Studio Los Angeles.

1961 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Alma Mahler (1879-1964).

1961 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Torre delle maschere.

1961 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Di fronte alla sua Torre delle maschere.

1961 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Torre delle maschere. Murphy Sculpture Garden presso l'UCLA. "Tower of Masks" è una delle due sculture dell'UCLA disegnate da Anna Mahler. Il pezzo, creato nel 1961, è stato il dono di Anna Bing Arnold e si trova appena fuori il perimetro est del Murphy Sculpture Garden, tra la Ruskin School of Public Affairs e MacGowan Hall.

1961 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Murphy Sculpture Garden presso l'UCLA.

1963 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Notte. UCLA.

1964 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988) e Ernst Krenek (1900-1991).

1964 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Buste di Ernst Krenek (1900-1991).

1964. Sua madre (Alma Mahler (1879-1964)) morto.

1968 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Liegenda.

1970 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Torso, Luisenpark, Mannheim, Germania.

1986 Anna Justine Mahler (Gucki) (1904-1988). Buste di Gustav Mahler (1860-1911)

1988. Londra, Cimitero di Highgate.

15-06-1988 Necrologio Los Angeles Times

Necrologi: Anna Mahler; Scultore noto per le figure più grandi della vita

Anna Mahler, una scultrice nota per le sue figure esagerate e per i suoi busti ritratti di giganti della musica come Arnold Schoenberg e Bruno Walter, è morta a Londra, si è saputo questa settimana.

La figlia del compositore Gustav Mahler aveva 83 anni ed è morta il 2 giugno a Londra, ha detto la sua amica di lunga data, Manon Manion. Manion ha aggiunto che la signorina Mahler era andata in Europa per prepararsi per una prossima mostra del suo lavoro a Salisburgo, in Austria. Al momento della sua morte era in cura per disturbi renali.

Residente di lunga data a West Los Angeles, dove il suo studio all'aperto su Beverly Glen Boulevard ha attratto sia i curiosi che gli studiosi d'arte, Miss Mahler è nata a Vienna e ha studiato pittura a Roma e Parigi. Si è rivolta alla scultura dicendo: "Ho scoperto che potevo esprimermi meglio nella forma della scultura che con il colore e il design della pittura".

Nel 1937 le fu assegnato il Gran Premio all'Esposizione Mondiale di Parigi per una statua di pietra di 8 piedi di una donna. Negli anni è diventata famosa a livello locale per le sue sculture all'aperto alla UCLA, dove ha insegnato arte negli anni '1950, e alla USC.

È arrivata a Los Angeles dall'Europa nel 1950 e ha lavorato per la prima volta fuori dalla sua casa in North Laurel Avenue a Hollywood, dove ha eseguito il rendering dei busti dei maestri Wilhelm Furtwaengler, Otto Klemperer, Walter e successivamente del compositore Schoenberg. Sarà anche ricordata per la maschera mortuaria di Schoenberg.

Una delle sue opere più famose è la "Tower of Masks", un pilastro di pietra calcarea alto 15 piedi e 28 tonnellate di fronte alla Macgowan Hall dell'UCLA.

I sopravvissuti includono suo marito Albrecht Joseph, due figlie e tre nipoti. I servizi saranno sabato a Londra, ha detto Manion.

Altro su Anna Mahler

1904 “Questa nascita - a mezzogiorno, a metà della settimana, del mese e dell'anno - era come un simbolo. La bambina battezzata Anna, è stata una gioia per noi dal momento in cui ha aperto i suoi grandi occhi azzurri ”, motivo per cui si chiamava“ Gucki ”. (Alma Mahler-Werfel "And the Bridge is Love")

Anna Mahler, intorno al 1908 1907 La sorella maggiore di Anna Mahler morì nel luglio 1907 e Gustav Mahler si ammalò di una malattia cardiaca. A dicembre compie il suo primo viaggio negli Stati Uniti con Alma e Anna. 1911 Durante il suo quarto viaggio in America Mahler si ammala a New York. In primavera il medico lo ha abbandonato, ma gli ha consigliato di consultare altri medici in Europa. Pericolosamente malato, Gustav Mahler tornò con Alma e Anna via Parigi e la Germania a Vienna. “… Quando Gucki è venuto al suo capezzale, l'ha abbracciata. 'Sii la mia brava ragazza, figlia mia.' ”(Alma Mahler-Werfel“ Gustav Mahler, Memories and Letters ”). Gustav Mahler è morto il 18 maggio.

1916/20 Nell'estate del 1916 Alma Mahler sposò Walter Gropius. Il 5 ottobre 1916 nacque una figlia di nome Manon. Nella casa di Alma Mahler, in cui andavano e venivano i membri più importanti della vita culturale europea, Anna si sentiva persa. Il suo interesse per i numerosi visitatori si è concentrato nel ritrarli per mezzo di disegni. Presto approfitta della prima occasione per sfuggire al trambusto invadente del “salone”: nell'autunno del 1920 incontra lo studente Rupert Koller e lo sposa. Tuttavia, il matrimonio è durato meno di un anno. Dopo il divorzio è tornata per un breve periodo ad Alma e poi ha cercato una nuova vita a Berlino. 1922 “Anna Mahler vive con un egocentrico, là fuori a Berlino. È Ernst Krenek, un compositore di grande talento… ”(Alma Mahler-Werfel“ E il ponte è amore ”). Anna si è dedicata al lavoro di Krenek. 1923 In estate si sposano Anna Mahler ed Ernst Krenek (ritratto). Hanno accettato l'invito del patrono Werner Reinhart di Winterhur e per un periodo hanno vissuto a Zurigo. Eppure Anna si sentiva limitata nella sua vita in Svizzera. 1924/29 Ernst Krenek lasciò Anna Mahler che tornò a Vienna sprezzante. Da lì si reca prima a Roma e prende lezioni di pittura con Giorgio de Chirico (…) 1930 Anna Mahler torna a Vienna dopo un inverno parigino duro e artisticamente improduttivo. "Non ho mai voluto diventare un pittore, il colore non aveva importanza per me, i miei dipinti erano sempre sculture bidimensionali."

Anna Mahler ha preso lezioni di scultura con Fritz Wotruba che si sono rivelate estremamente promettenti: da allora Anna Mahler ha fatto solo scultura. “Fritz Wotruba lavorava spesso nel suo giardino sulle sue figure enormi, immobili e naturalistiche. Anche Anna Mahler aveva figure monumentali in corso. Era uno spettacolo incredibile, questa donna minuscola e bellissima in piedi su una scala che martellava il marmo con un braccio forte… ”(Karola Bloch). 1934 In aprile Manon Gropius si ammalò di poliomielite a Venezia. Alma Mahler-Werfel si affrettò con Anna al fianco di Manon. Anna era molto vicina a Manon e si è presa cura di lei con grande amore. 1935 Manon Gropius morì nell'aprile 1922. Alban Berg stava componendo il suo concerto per violino e lo dedicò a Manon ("In memoria di un angelo"). In questo periodo Anna Mahler ha fatto il busto di Alban Berg (…).

“Anna ha ricevuto molti visitatori nel suo studio al piano terra in Operngasse 4. Era nel centro della città…”, ha ricordato Elias Canetti nella sua autobiografia “Il gioco degli occhi”. “A chiunque fosse sufficientemente famoso veniva chiesta la sua testa, e pochi erano quelli che non erano contenti di darla…” (…). 1937 "eretta e uniforme - il contorno funge da malodia - la figura incrocia le braccia dietro la testa e sembra dare orecchio a se stessa - alla propria anima, in cui dorme il segreto della vita" scriveva il "Neues Wiener Journal" in 1937 sulla scultura di Anna Mahler, premiata con il “Grand Prix” all'Esposizione Mondiale di Parigi del 1937 (…).

Anna Mahler, intorno al 1938 1938 “Sapevamo che la stessa Austria era ora in pericolo mortale. Ma non sapevamo che l'Austria fosse morta da molto tempo ”, ha ricordato Alma Mahler-Werfel. Tuttavia, Anna Mahler era in due menti sulla situazione a Vienna nel marzo 1938: “Schuschnigg convocò un plebiscito nazionale per domenica 13 marzo. Anna si tuffò in una frenetica agitazione per questo, passando da un politico socialista e cristiano-socialista all'altro. È stato solo anni dopo che ho sentito l'intera storia e ho percepito l'enormità del rischio che correva e cosa sarebbe successo se i nazisti l'avessero catturata ".

1939/40 A Londra (Hampstead) Anna Mahler si trova in un modesto studio e ricomincia a scolpire. Ha realizzato ulteriori sculture (…) e busti ad esempio di Paul von Zsolnay e della loro figlia Alma, Erich Kleiber, Olda Slobotskaja (ritratto), Arnold Rose (ritratto), John Murray e Arthur Bliss (…).

1942/43 Negli ambienti musicali Anna Mahler incontra il conduttore russo Anatole Fistoulari (ritratto). Un anno dopo lo sposò. Il 1 agosto 1943 nasce Marina Fistoulari. Anna ha passato anni felici con Anatole e Marina, anni fecondi per il suo lavoro (…). 1947/50 A Beverly Hills il 26 agosto 1947 Franz Werfel (ritratto) muore. Anna Mahler è andata da sola da sua madre per consolarla. Nel 1949 la Kenneth Graham Gallery di Londra espone bozzetti e busti di Anna Mahler, nel 1950 la casa editrice Paul Zsolnay pubblica un libro con riproduzioni di sculture di Anna Mahler. 1952/63 Per potersi dedicare intensamente al suo lavoro e alla sua vita con la figlia Marina, Anna Mahler fuggì una seconda volta dalle “cure materne”. Riuscì a comprare una modesta casa a Beverly Glen. Questa piccola casa aveva un parcheggio eccezionalmente ampio che divenne per molti anni il suo studio all'aperto.

1964/69 L'11 dicembre Alma Mahler-Werfel muore a New York dove si era trasferita nel 1952 da Beverly Hills. Anna Mahler l'aveva visitata regolarmente (…) ed era con lei al momento della sua morte.

Finanziariamente indipendente, ha quindi deciso di vivere in Europa, ha venduto la casa di Alma, ha mantenuto la sua a Los Angeles ed è tornata a Londra. 1968/69 Anna Mahler viaggia in tutta Italia per trovare una casa per l'estate e la prima volta che vede Spoleto decide di restarci. Anna Mahler acquista il Palazzo Maserucci a Macerino fuori Spoleto. La fondazione risale al 12 ° secolo e l'ultima parte è stata costruita nel 17 ° secolo. Durante il restauro ha acquistato un appartamento con studio in Via San Domenico. 1970/87 In Via degli Emereti 7 a Spoleto trova una casa in cui aveva il suo studio e soggiorna d'inverno (…), d'estate si trasferisce a Palazzo. Tutti i suoi amici, venuti da tutto il mondo per farle visita a Spoleto in questo periodo, hanno potuto raccontare quanto fosse felice nella sua nuova casa. Ha stretto amicizia con molti abitanti di Spoleto.

L'atmosfera eccezionale di Spoleto ha influenzato sia la sua scultura (…) di marmo italiano che le piccole sculture (…). Nel 1975 viene pubblicato “Anna Mahler, Her Work”; nel 1981 molte sculture sono state esposte nel foyer del Bayer Building a Leverkusen (ed è stato pubblicato un catalogo). 1987/88 Nel settembre 1987 Anna Mahler visitò Salisburgo e Leverkusen dove parlò della sua mostra programmata per il Festival di Salisburgo del 1988, poi andò a Los Angeles dove intendeva finire una scultura per la sua mostra ma non fu in grado di completarla. “Il Salisburgo è la cosa più importante. Dopo Salisburgo andrò a Spoleto. Non ho altri progetti ”, disse in confidenza a un'amica che l'aveva visitata a Los Angeles nel maggio 1988. Sebbene molto malata, Anna Mahler si recò un paio di giorni dopo a Londra da sua figlia Marina e morì il 3 giugno.

Contatto

Telefono Italia
Indirizzo Italia

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: