David Gothard CBE, si è laureato in Filosofia e Storia Africana all'Università di Edimburgo durante quattro anni in cui il teatro studentesco ha giocato un ruolo importante. Come post-laurea del British Council a Budapest, ha diretto produzioni pionieristiche e provocatorie di TS Eliot, Beckett e Pinter. Ha lavorato al Royal Court Theatre di Londra, sotto la direzione artistica di Lindsay Anderson e William Gaskill.

È entrato a far parte dei Riverside Studios di Londra nel 1977 sotto Peter Gill, durante un periodo fondamentale: nella stagione di apertura è stato lanciato un "The Cherry Orchard" di Peter Gill, il lavoro di Athol Fugard dal Sud Africa, la prima collaborazione teatrale di Miro dai tempi di Diaghilev e Shuji Le "Istruzioni per i servi" di Terayama.

Un anno prima, nel 1976, David aveva già utilizzato Riverside per The Dead Class di Tadeusz Kantor, che aveva suscitato scalpore nella storia del Festival di Edimburgo con la sua copertura televisiva che costituiva il precedente per il lavoro internazionale, non limitato a una forma d'arte, stabilendo uno stile per Riverside è pieno di eventi Riverside (il luogo) piuttosto che una netta separazione delle arti. Sei andato per l'energia e la sorpresa del luogo, oltre che per l'evento artistico. La mostra pop-up di Kantor con Boltanski è stata parallela alla mostra formale di Whitechapel curata da Nicholas Serota.

Tra gli scrittori sviluppati nei primi anni c'erano Hanif Kureishi, Tunde Ikoli, Stephen Poliakoff, David Drane e Steven Lowe. Loro e altri hanno presentato il lavoro attraverso festival di repertorio a breve termine di nuovi lavori, inclusa la struttura Plays Umbrella, che includeva Mustapha Matura, Edgar White, Peter Gill e Nicholas Wright. I registi che hanno lanciato la loro carriera, spesso attraverso spettacoli informali, includevano Simon Usher, David Leveaux, Tina Packer, Stephen Daldry e Simon McBurney con un evento pionieristico di Complicite.

Gli scrittori americani introdotti con successo in Gran Bretagna da David includevano Emily Mann, Naomi Wallace, David Hancock e Joshua Casteel.

Il rapporto tra scrittura e film ha giocato un ruolo importante nelle attività di David a Riverside, anche prima che il suo cinema 35mm fosse costruito, gran parte del quale costruito su iniziativa di Jan Dawson, suo collega cinematografico. Con uno schermo da 16 mm sospeso dal tetto di uno degli studi, Bill Forsyth, Peter Greenaway, Lazar Stoianovic, Rebecca O'Brien e Andrew Eaton hanno sviluppato le radici della loro carriera. Nel 1985, Andrei Tarkovsky vi trovò una base per la costruzione di "The Sacrifice". Dirigeva un comitato di lavoro per Tarkovsky poiché entrambi sviluppavano la possibilità di "Amleto" come film. Hanif Kureishi aveva lavorato nell'ufficio di David e il loro pacchetto contenente la sceneggiatura di "My Beautiful Laundrette" ha spinto Stephen Frears e Tim Bevan a dare una scossa alla scena cinematografica britannica con la fondazione della società Working Title di Bevan.

La galleria Riverside è stata nominata in modo univoco per il Turner Prize nel 1984. Sotto la direzione di David alle residenze Riverside fiorirono, con artisti del calibro di Dario Fo, Tarkovsky, Jean-Baptiste Thierre e Victoria Chaplin, Joseph Chaikin, Italo Calvino, Kathy Acker e Samuel Beckett. Nastasia Filipovna di Wajda dallo Stary Theatre, Zbigniew Herbert e Rosewicz furono tra i suoi successi polacchi tra i ritorni di Cricot 2 con il lavoro successivo di Kantor. Le mostre includevano la collezione costruttivista di Lodz, artisti Foksal e Stazewski.

La performance di Philip Glass e Sol LeWitt con Lucinda Childs 'Dance', ha portato alla fine nel secolo successivo a un invito da Spoleto e Marina Mahler allo sviluppo di sua madre, lo studio di Anna Mahler a Spoleto diventando un catalizzatore creativo in una relazione con lo studio di LeWItt successivo porta. Sotto Marina Mahler, Carol ed Eva LeWitt con Guy Robertson, residenze di artisti, eventi e un'amicizia creativa con quella città. Le attuali lezioni di David all'Universty of the Arts di Chelsea e il suo rapporto con la galleria Chelsea Space, attualmente si concentrano sulla curatela. Nel 2016 è stato insignito del Chelsea Arts Club Award for servics to Art Education.

Un sogno personale era stato realizzato sotto la sua direzione artistica con l'inserimento a Riverside del leggendario ma non sussidiato Motley Design Course, fondato da una visione radicale di grandi visionari della performance negli anni Trenta. Marcel Breuer progettò a Islington un teatro pionieristico per Michel St Denis, più tardi del Julliard, Komisarjevsky, ex Teatro delle arti di Mosca, George Devine, fondatore del Royal Court Theatre e Glen Byam Shaw, fondatore della Stratford Shakespeare Company, poi il RSC, con Motley, designer da Broadway ad Agnes de Mille fino al dominio del British Theatre nella loro nuova visione radicale espressa nella fondazione del Royal Court Theatre con una serie di principi rispettati fino ad oggi con amore per la scrittura. e un amore per Brecht. Il design cinematografico nei grandi film degli anni Sessanta era il loro territorio. Il primo diplomato di Motley è stato Jocelyn Herbert, il cui rapporto di lavoro con Samuel Beckett lo ha portato alle sue residenze a Riverside con la San Quentin Prison Company diretta da Beckett in 'Waiting for Godot' e 'Endgame' prima che gli spettacoli andassero all'Abbey Theatre, Dublino. 

L'ingrediente potente di questa formazione per la performance era il suo stretto rapporto con la produzione e gli operatori di scena. A Riverside significava tutto dalla filosofia pratica, agli studenti che guadagnavano denaro, ai seminari di leggende come Matta e Dario Fo e alle residenze di registi come Simon Usher e David Leveaux.È stata una solida partnership creativa fino alla sua distruzione da parte dei politici quando l'Almeida Theatre sotto Pierre Audi ha dato loro rifugio.

Oggi, David si batte per la resurrezione di Motley con il suo presidente, Paul Handley, direttore di produzione dell'NT. Motley ha progettato più spettacoli a Broadway e al Met di qualsiasi altro designer. Jocelyn Herbert, sotto John Dexter, ha trasformato visivamente il Metropolitan Opera House.

Robert Brustein chiese a David di risolvere una lacuna nella stagione dell'American Repertory Theatre a Cambridge, MA, e il regista residente, con Simon Usher e Associate a Riverside dopo Gill, era David Leveaux la cui produzione di "A Moon For the Misbegotten" da Riverside, ha vinto Tonys a Broadway, dove da allora ha sempre lavorato molto. La sua direzione di Theatre Projects, Tokyo ha portato a una partnership di lavoro, non da ultimo, giapponese, formazione di designer al Motley, workshop su Shakespeare e Mishima in Giappone da David e generoso sostegno. David ha diretto una produzione di successo di “Bash” di Neil Labute lì. 

A Riverside ha diretto il programma di performance del Festival per Pupul Jayakar per il pioniere Festival of India che segna la visita di stato della signora Gandhi, ricordata soprattutto per i suoi recital dai guru della danza e della musica, ma ottenendo la visita di Habib Tanvir, mai ricordato direttore dell'Indian Village Theatre. 

Nel 1988 David è stato insignito del primo Kingman Brewster Theatre Fellowship of the British American Arts e ha lavorato a nuovi scritti negli Stati Uniti, tenendo seminari su Tarkovsky e sul nuovo film britannico alla Columbia University. Viveva presso l'Actors Studio di New York e il National Theatre di Washington DC. Alla fine degli anni Ottanta introduce anche il Balletto di Francoforte, Miro's Mori el Merma e l'opera teatrale di Andrzej Wajda in America al festival Pepsico Summerfare ad Purchase, nello stato di New York.

È tornato a Londra per commissionare a registi e scrittori per la prima volta una serie di cortometraggi per Channel 4. Ha poi continuato la sua collaborazione lavorativa con Hanif Kureishi come produttore di Londra mi uccide.

Ha accettato la nomina di Artistic Associate al Leicester Haymarket Theatre, dove il lavoro di John Dexter con Jocelyn Herbert di "Orestes" e Julius Caesar "è stato acclamato con la produzione britannica di" M.Butterfly "con Anthony Hopkins e un set di Eiko Ishioka. Beckett è stato attivo nella creazione di "Krapp's Last Tape" con David Warrilow e Herbert, diretto dal suo traduttore e amico polacco, Antoni Libera. La compagnia Rustaveli dalla Georgia ha visitato e il lavoro di Joseph Chaikin, Jean-Claude von Itallie e Sam Shepard è stato celebrato con il lavoro degli scrittori di Leicester, incluso Joe Orton.

Alla fine degli anni Ottanta, dopo aver lasciato Riverside, David tornò nell'Europa orientale. A Yugloslavia ha diretto “The Castle” di Howard Barker con l'artista Katalin Ladic e Denes Dobrei. Lazar Stoianovic e Andras Forgac sono stati drammaturghi. Quindi, per quindici mesi, David ha presieduto un comitato internazionale sui progetti teatrali che coinvolgeva compagnie leader di Ungheria, Germania e Italia, compresa la rappresentanza di tutti i raggruppamenti nazionali all'interno dell'ex Jugoslavia. Durante la guerra è tornato ad insegnare ad attori, scrittori e registi all'Accademia slovena di teatro e cinema e ha scritto un rapporto sulla potenziale partecipazione della Slovenia al programma culturale della Comunità europea.

Nel 1998 e nel 1999 ha insegnato sceneggiatura per la Fondazione Soros a Lubiana. Produzioni di Borgo, poi Macbeth rilanciare il Teatro Nazionale del Kosova, sono stati iniziati con David alla regia mentre era presidente della giuria al Festival di Sarajevo nell'autunno 1998. Il lavoro ha girato le città colpite e poi ha aperto il primo programma artistico della Conferenza mondiale sull'Aids a Durban, in Sud Africa, come ospiti della nazione Zulu e studenti musulmani. Ha diretto la prima nuova commedia in Kosovo in entrambe le lingue per entrambe le culture. Continua come direttore del consiglio di amministrazione del Prishtina Film Festival.

All'inizio del 1999, David è tornato a Budapest al Merlin Theatre dove ha diretto una produzione sperimentale basata su Ted Hughes ' Corvo e il lavoro di Janos Pilinsky e Sheryl Sutton. Ci sarà una mostra del suo lavoro al Museo del Teatro di Budapest nel 2018.

David è stato regolarmente invitato alla giuria del Festival dei drammaturghi e ad insegnare al Workshop dei drammaturghi presso l'Università dello Iowa. Lì ha aiutato a creare un team di scrittori per formare una compagnia per girare nuove opere teatrali nel Midwest. La sua regia di David Hancock Tatuaggio arca è venuto a New York. Nel novembre 1998, ha diretto un seminario di una nuova commedia, "In the Sweat", di due scrittori dell'Iowa, Naomi Wallace e Bruce McLeod, per un progetto giovanile al National Theatre. Nell'estate del 2003 ha diretto una nuova commedia di Brian Tuttle a Columbus, Ohio e una produzione all'aperto di “The Seagull” di Cechov nel parco. Nel 2005 ha diretto una seconda commedia dei Tuttle a Boston. A Roanoke, in Virginia, al Mill Mountain Theatre, ha diretto “The Fever Chart” di Wallace con Ismail Khalidi nel 2009.

Nel 2005, un film "Altitude" è stato girato in tournée in Tibet e in parti della Cina rurale, registrando David come regista di una performance di Shakespeare di Joseph Fiennes con un percussionista, improvvisato nei monasteri di tutto il Tibet. Fiennes e ha diretto il primo laboratorio di attori su Shakespeare in l'Università di Lhasa.

Nel gennaio 2007, è diventato Associate Artist presso l'Abbey Theatre, Dublino, e ha realizzato una produzione al Kasser Theatre di Montclair, basata sugli artisti del New Jersey, William Carlos Williams, Robert Smithson, George Segal, Leroi Jones e Allen Ginsberg.

David è un membro del comitato di valutazione per il George Devine Award per la nuova drammaturgia e per i premi Jan Dawson e Katrin Carlidge per i film indipendenti.

Il suo recente lavoro con uno dei suoi laureati in scrittura creativa in Iowa, Joshua Casteel, ha coinvolto la creatività dei veterani di guerra che hanno portato a una nuova opera attualmente all'Università di York, scritta da James Cave. I primi lavori musicali di David hanno contribuito a produrre l'esplosione della New Music dai primi Gavin Bryars e Michael Nyman, introducendo a Londra artisti del calibro di Laurie Anderson e Glenn Branca. “The Return” di Casteel ha ricevuto una prima lettura al Martin E. Segal Theatre Center di New York. Una versione completa è andata in tournée a Dublino, via Princeton, Chicago e New York, coinvolgendo workshop e conferenze con veterani. Una nuova produzione itinerante per gli USA prodotta da un laureato, Artem Yatsunov, di Broolkyn.

La sua esperienza di lavoro in Europa ha recentemente incluso la produzione di una sezione della Biennale Slovena della Grafica 2016, curata da Nicola Lees. David continua a produrre film indipendenti; nel 2017 un film dal titolo “Forgotten Man” diretto da Arran Shearing che ha appena vinto il “Miglior film indipendente” a Sydney, in Australia. È produttore esecutivo di Mahler Foundationprima commissione cinematografica “Houses of Mahler”, diretta da Matthew Burdis.

Insegna regolarmente a registi studenti sulla scrittura alla National Film School e alla Birkbeck dell'Università di Londra. È docente ospite presso Peak Performances presso la Montclair State University, per l'International Writers Program presso l'Università dello Iowa con il Playwrights Workshop e il Chelsea College of Art and Design (MA Curating). 

Negli ultimi anni dal 2010 con Marina Mahler e Carol LeWitt, ha fondato le residenze Anna Mahler / Sol LeWitt per artisti, scrittori, musicisti e curatori negli ex studi di Mahler e LeWitt a Spoleto, in Umbria.

Nel 2019 David è stato nominato CBE dalla Regina d'Inghilterra per "Servizi al teatro e al cinema"

Se hai trovato degli errori, per favore, avvisaci selezionando quel testo e premendo Ctrl + Invio.

Rapporto sugli errori di ortografia

Il seguente testo verrà inviato ai nostri editori: